America, sii orgogliosa delle tue radici! Non cedere di fronte ai tuoi nemici!

Aldo Maria Valli pubblica una significativa e appassionata Lettera all'America che è stata scritta da una giovane donna. L'autrice sorprenderà: è la nipote di Osama bin Laden, il fondamentalista islamico e terrorista sunnita di al-Quaida, ucciso dalle forze speciali Usa nel 2011. Figlia di Carmen Dufour, scrittrice svizzera dove si è laureata in business administration. Pur non vivendo al momento negli Usa, Noor si considera "profondamente americana" ed è sostenitrice di Donal Trump

Noor bin Ladin 7 settembre 2020

La mia lettera all'America

Cara America,

duecento quarantaquattro anni fa la determinazione, il coraggio e la saggezza dei tuoi Padri Fondatori hanno cambiato per sempre il corso della storia. Per la prima volta, con la ratifica della tua Dichiarazione di Indipendenza, all'umanità è stato offerto un ideale sociale senza pari e uno stile di vita dignitoso. Gli esseri umani sono stati riconosciuti per ciò che veramente sono per natura: tutti creati liberi e uguali, dotati di diritti inalienabili che non derivano da alcun governo, ma dal nostro Creatore. Con la tua Costituzione, i tuoi Fondatori hanno sigillato questi diritti dati da Dio e li hanno protetti istituendo una forma limitata di autogoverno insieme a un solido sistema giudiziario. Questa combinazione mantiene viva la promessa di libertà per le generazioni future e consente di correggere le ingiustizie umane.

Questo, America, è ciò che ti rende eccezionale come nazione. È per questo che negli ultimi due secoli sei stata un faro di democrazia e speranza per tutti i popoli soggiogati. Durante alcune delle nostre ore più buie, ricordiamo come hai combattuto per coloro che non potevano difendersi dalla tirannia, a spese dei tuoi stessi uomini coraggiosi. Il mondo è sempre in debito per il tuo sacrificio e siamo grati per il rifugio che offri a coloro che possono fuggire dalla persecuzione.

Questa, America, è la tua eredità e la ragione per cui ancora oggi ti guardiamo come nostro campione della libertà. Coloro che attualmente combattono per le loro libertà in tutto il mondo apprezzano la difficile situazione dei tuoi coraggiosi Padri Fondatori che sottoscrissero per sempre il modello di cui possiamo chiedere conto ai nostri governi. Dai pacifici manifestanti di Hong Kong che brandiscono con orgoglio la bandiera americana per le strade, agli studenti iraniani che si sono rifiutati di calpestarne una versione dipinta sul terreno di un'università di Teheran, le persone che vivono sotto regimi oppressivi sanno in prima persona che essere liberi non ha prezzo. E sanno che l'America è l'ultimo rifugio per gli oppressi.

Guardando la violenza gratuita, le strade bruciate, gli edifici e le statue che sono state deturpate in America negli ultimi mesi, ho il cuore spezzato nel vedere come un'intera generazione sia stata sottoposta con successo al lavaggio del cervello al fine di odiare proprio la nazione che ha prodotto più libertà, giustizia e uguaglianza ovunque nel mondo.

Mi procurano profonda angoscia anche la palese erosione a vari livelli dei diritti e delle libertà individuali più elementari garantiti dalla tua Carta dei diritti, la censura arbitraria della parola, gli abusi ai danni della giustizia politicamente motivati.

America, questo è il motivo per cui mi sento in dovere di rivolgermi a te. Anche se a prima vista sono un improbabile messaggero, stai certa che il nome che porto è antitetico ai valori che detengo e che il mio cuore è al posto giusto: con te. Il livello di urgenza unitamente alla piattaforma di cui dispongo nella mia situazione mi obbligano a parlare e ad avvisarti prima che sia troppo tardi.

La domanda è: come siamo arrivati a questo punto? Vogliono che tu creda che questo sia un fenomeno recente. La verità è che la rovina dell'America dura da decenni. I globalisti, il Deep State, la palude, qualunque sia il nome con cui li definisci, hanno lavorato duramente per indebolire la sovranità dell'America e la tua posizione di leader mondiale. Intenti a costruire un nuovo sistema di governance mondiale, dove avranno il controllo totale, stanno cercando di minare il principio fondamentale del paese, "un governo per il popolo dal popolo", sostituendolo invece con un ordine mondiale voluto da istituzioni internazionali, marionette manovrate da una casta di tecnocrati, oligarchi e banchieri internazionali.

Sebbene la tua Costituzione si frapponga fermamente sulla loro strada, non li ha mai scoraggiati. Come un cavallo di Troia, si sono infiltrati nelle agenzie governative e di intelligence e in tutti i settori della società: istruzione, media, intrattenimento, cultura. Hanno a disposizione strumenti per influenzare la popolazione: propaganda, fake news e censura. Spingendo per anni il loro programma progressista marxista-socialista, hanno deciso di distruggere i tuoi valori fondamentali e dividerti. Hanno negato Dio, sciolto il nucleo familiare e ci hanno separato dall'obiettività morale, lasciando di fatto come seguito un vuoto generazionale, con dissonanza cognitiva e assurdità. Yuri Bezmenov ha cercato di avvertirci. Questa operazione di ingegneria sociale ha avuto luogo mentre eravamo cullati da un senso di comfort e compiacimento dovuto al progresso tecnologico garantito dalla modernità e al fascino del liberalismo.

Tuttavia, non contavano sul grande risveglio delle persone stanche di essere schiacciate dalle loro politiche economiche egoistiche. Né prevedevano che il Covid-19 avrebbe evidenziato i gravi fallimenti del loro sistema, da un'eccessiva dipendenza da una catena di approvvigionamento globale alla corruzione nelle principali istituzioni, come l'Organizzazione mondiale della sanità. Non si aspettavano che ci saremmo mobilitati tutti online per condividere informazioni e notizie reali, aggirando i loro principali media controllati. Soprattutto, non hanno mai pensato che Hillary Clinton avrebbe perso.

Dalla vittoria del presidente Trump, queste forze nefaste hanno fatto tutto quanto in loro potere per impedirgli di invertire le politiche distruttive delle passate amministrazioni. Hanno fallito, bufala dopo bufala. Nonostante i loro implacabili attacchi su tutti i fronti, il presidente Trump ha dimostrato di essere l'unico leader che può salvarci da un futuro cupo. Come evidenziato dal suo primo mandato, i risultati della sua politica "America First" parlano da soli.

Sul piano interno, ha rimosso le norme che penalizzavano la crescita economica americana; ha ricostruito un esercito impoverito; ha ripristinato la produzione e ha rinnovato le industrie morenti rinegoziando gli accordi commerciali e tagliando le tasse; ha raggiunto l'indipendenza energetica; ha frenato l'immigrazione, ma tutto ciò ha contribuito a raggiungere tassi di disoccupazione record. Ha anche salvato i dollari dei tuoi contribuenti ritirandoti da organizzazioni e accordi internazionali corrotti. Sorprendentemente, ha affrontato questioni trascurate come la tratta di esseri umani e l'incarcerazione ingiusta; ha tolto i finanziamenti alla Planned Parenthood; si è preso cura dei tuoi veterani dimenticati; ha abbassato i prezzi dei farmaci da prescrizione. Tutte queste imprese dimostrano quanto egli apprezzi le vite e il benessere di tutti gli americani.

Rafforzando l'America dall'interno, il presidente Trump ha rafforzato i suoi piani in materia di politica estera e, grazie alla sua visione e all'uso tattico delle vie diplomatiche, ha reso il mondo un posto molto più sicuro da quando è entrato in carica. Per citare alcuni risultati: si è opposto alla Cina, ci ha tenuti fuori da nuove guerre, ha fatto sì che l'Europa rispettasse i requisiti della Nato, ha consolidato i legami con Israele, ha rovesciato il disastroso accordo con l'Iran, ha cancellato l'Isis, ha abbattuto altri terroristi chiave e ha facilitato uno storico accordo di pace tra Israele e gli Emirati Arabi Uniti. La sua amministrazione ha fatto diventare la lotta alla persecuzione dei cristiani in tutto il mondo una priorità assoluta, con il Dipartimento di Stato che ha istituito il Ministero per l'avanzamento della libertà religiosa, il primo nel suo genere.

Con il presidente Trump al timone, l'America ha la possibilità di ripristinare i suoi principi, l'orgoglio, l'indipendenza e il suo vero posto nel mondo, come faro di libertà e speranza per tutti. Questo per me è ciò che significa "Make America Great Again". Guardando indietro, alle tue fondamenta, e preservando ciò che rende il paese veramente GRANDE. Ma anche sapendo che il meglio deve ancora venire.

Tutti i risultati di cui sopra saranno silurati con una presidenza Biden-Harris, e il sogno dei nemici dell'America di vederla debole e in ginocchio si avvererebbe. Non commettere errori, America, sei sotto attacco. Supportati dalla macchina della propaganda delle fake news e da gruppi marxisti violenti come Antifa con le loro tattiche di tipo Isis, i tuoi nemici hanno sostenuto la loro agenda con la paura, l'ipocrisia, le bugie e la distruzione contro il popolo americano, e per un solo motivo: il potere. L'escalation degli ultimi quattro anni è l'anticipazione di cosa aspettarci se dovessimo perdere: un abietto ripudio dei nostri valori giudaico-cristiani e un totale disprezzo per i tuoi diritti individuali. Questa insurrezione, se avesse successo, significherebbe il disfacimento della legge e dell'ordine e la fine della tua Repubblica così come la conosciamo. Ne deriverebbe inevitabilmente la tirannia.

America, sei sull'orlo del precipizio. Per favore svegliati! Prendi in mano la situazione! Combatti per il tuo paese e sii orgogliosa delle tue radici! Difendi i tuoi valori. Difendi la tua bandiera e il tuo inno. Difendi la tua storia. Non cedere di fronte a coloro che cercano di riscriverla per servire la loro narrativa e giustificare la distruzione della tua nazione. Hai molto da amare e proteggere per il tuo bene e il nostro.

Abbiamo bisogno che tu mantenga la rotta, America. Sei il nostro ultimo baluardo contro un imminente collasso della civiltà e, se tu perdi, perde tutta l'umanità.

Sii certa, siamo tutti con te in quest'ora decisiva della tua storia. Tutti noi, gente amorevole in cerca di libertà, in tutto il mondo, preghiamo per il tuo successo.

Facciamo il tifo per te e ti osserviamo da vicino, America, "perché nel tuo destino sarà coinvolto il destino di milioni di nascituri".

La tua amica patriota,

Noor bin Ladin

Dedicata al generale Michael T. Flynn (già consigliere per la sicurezza nazionale degli Usa, ndt









Commenti

Post popolari in questo blog

Intervista a Don Gino Oliosi

Prete da sessanta anni!

Intervista a Padre Flavio Uboldi, teologo cappuccino, per il 103 anniversario dell'inizio delle apparizioni di Fatima