Post

Perché Ratzinger parla pur nella difficile situazione e non normata di Papa emerito

C'è un filo rosso che lega tutti gli interventi di Benedetto XVI dopo la rinuncia: l'allarme per un Chiesa pronta a cedere allo spirito del tempo. La rivolta tedesca e i rischi concreti di uno scisma. Matteo Matzuzzi "Il Foglio Quotidiano" 18 gennaio 2020Che il vecchio Benedetto XVI lavori al lume di una candela accesa nel monastero di Mater Ecclesiae per destabilizzare il successore Francesco è una trama che risulterebbe banale anche per una delle tante produzioni cinematografiche sui due Papi oggi così alla moda. Non sarebbe nel suo stile né, a quanto è dato sapere, lo pensa l'attuale Pontefice regnante, che deve far fronte a problemi ben più impellenti e seri che inalberarsi per le copertine di libri. Sarebbe quindi un buon e utile esercizio capire perché l'emerito, di tanto in tanto, dai Giardini vaticani faccia sentire la sua voce tramite pubblicazioni di saggi e libelli. Intanto non è vero – come la vulgata racconta dal fatale 2013 – che Benedetto XVI, q…

Parlare delle due chiese, non dei due Papi.

"Quello di Sarah e di Ratzinger è un libro di teologia e di pastorale serio, impegnativo, libero di tono e di argomentazione al cui centro vi è il senso della figura di un prete, il mistero della chiesa e il suo futuro a rischio. Questo è l'essenziale, altro che copertina" (titolo dell'articolo di Giuliano Ferrara su "Il Foglio" di venerdì 17 gennaio 2020).
(Giuliano Ferrara) "La faccenda dei due Papi è molto semplice: non esiste!  Vaticanistica costretta in un ruolo minore tritura pettegolezzi e piccole gaffe istituzionali alimentate all'ormai celebre disordine d'ufficio della chiesa cattolica, con pasticci editoriali su copertine, coauto raggi e grafica. Peccato veniale, ché non è facile gestire due Papi in uno, ovvio. Ma come hanno già notato in molti, scompare l'essenziale.  L'essenziale è che Benedetto XVI-Joseph Ratzinger e Robert Sarah cardinale, e tradizionalista, si vogliono bene, si stimano e licenziano alla vigilia di un docum…

Sarah ordinare preti sposati è una catastrofe pastorale

Nel libro "Dal profondo del nostro cuore", il cardinale Sarah tira le conseguenze degli insegnamenti di Benedetto XVI, soprattutto alla luce del Sinodo amazzonico cui è stato presente. Nell'"ammorbidire" il celibato sacerdotale, dice Sarah, si provoca la devastazione anzitutto per i fedeli, perché verrebbero privati del segno visibile che il sacerdote appartiene totalmente a Dio attraverso il quale Cristo vivo, capo agisce a servizio della comunità fraterna Luisella Scrosati in "La nuova Bussola Quotidiana" 17-01-2020Il Cardinale Robert Sarah si pone nella scia degli insegnamenti che il Papa emerito ha offerto nel libro "Dal profondo del nostro cuore" al centro della controversia e durante tutto il suo Pontificato. Non si tratta di un uso forzato di quelle riflessioni, ma di un'integrazione alla luce di quanto il Cardinale ha potuto vivere durante il recente Sinodo: «Durante il Sinodo sull'Amazzonia, mi sono preso il tempo di ascoltar…

L'intervista a Sandro Magister

L'intervista a Sandro Magister del saggio sul celibato dei sacerdoti Maurizio Caverzan in "La Verità" 16 gennaio 2020Che idea si è fatto del saggio Dal profondo dei nostri cuori (Cantagalli) scritto dal cardinale Robert Sarah e da Benedetto XVI?"Il 2019 è stato un anno chiave per la convivenza che, banalizzando, chiamiamo dei due Papi. Perché in quest'ultimo anno il Papa emerito ha deciso di uscire allo scoperto su temi scottanti del magistero e della pastorale ecclesiastica. Nell'aprile, scorso ha affidato a un mensile tedesco gli Appunti sugli scandali degli abusi sessuali, nei quali delineava una causa della crisi della Chiesa diversa da quella prospettata da Francesco. Ora ha deciso di pubblicare una riflessione sul celibato sacerdotale prima che Francesco si pronunci con la sua Esortazione sul Sinodo dell'Amazzonia. Se ha scelto di rompere il silenzio che si era autoimposto all'atto della rinuncia è perché ritiene particolarmente grave la situazi…

La copertina dell'editore Fayard non autorizzata da Ratzinger

Monsignor Georg Ganswein, segretario di Joseph Ratzinger e prefetto della Casa Pontificia: "Il Papa emerito sapeva che il cardinale stava preparando un libro e aveva inviato un suo testo sul sacerdozio autorizzandolo a farne uso che voleva. Ma non aveva approvato alcun progetto per un libro a doppia firma né aveva visto e autorizzato la copertina. Si è trattato di un malinteso senza mettere in dubbio la buona fede del cardinale Sarah". D'ora in poi autore risulterà il "Card. Sarah con il contributo di Benedetto XVI" Roberto de Mattei in "Corrispondenza Romana" 15 gennaio 2020L'ultima polemica, esplosa dopo la pubblicazione del libro sul sacerdozio del cardinale Sarah e di Benedetto XVI, conferma la situazione di penosa confusione in cui oggi versa la Chiesa.La notizia di un testo scritto a quattro mani dal Papa emerito e dal cardinale Robert Sarah è scoppiata come una bomba il 12 gennaio. Il libro, curato da Nicolas Diat, uomo di fiducia del cardin…

2° Domenica del Tempo Ordinario

Giovanni Battista non dice: "Ecco colui che toglie i peccati del mondo", ma: "Ecco colui che toglie il peccato del mondo". L'intera settimana di preghiera "Ci trattarono con gentilezza" (Atti 28,2) è per l'unità delle chiese a servizio dell'unità di tutti contro il peccato delle divisioni che mettono a rischio l'umanità
In questa domenica, secondo giorno della settimana di preghiera "cercare e rendere manifesta la luce di Cristo", il Vangelo parla del battesimo di Gesù. Non lo attualizza come domenica scorsa, ma aggiunge alcuni particolari molto importanti. Il Vangelo è preparato dalla prima lettura, che parla della missione del Servo del Signore: una missione che si estende sino agli estremi confini della terra. La seconda lettura ci dà un'immagine parziale dell'estensione di tale missione: Paolo parla di quelli che in ogni luogo invocano il nome del Signore.Il Vangelo ci mostra Giovanni che, quando vede Gesù ritornare ve…

Il cardinal Sarah: "Preti, siate fieri del vostro celibato"

Pubblichiamo di seguito, in versione integrale, l'intervista di Jean Marie Guénois del quotidiano francese Le Figaro, al cardinal Robert Sarah, prefetto della Congregazione della divina liturgia e la disciplina dei sacramenti. L'intervista riguarda il libro che il cardinal Sarah ha scritto a quattro mani con il Papa emerito Benedetto XVI, in difesa del celibato dei sacerdoti. In "La nuova Bussola Quotidiana"  14-01-2020Come si spiega il fatto che il Papa emerito Benedetto XVI abbia pubblicato assieme a lei un'opera in difesa del celibato sacerdotale, supplicando Papa Francesco di non modificare questa regola nella Chiesa?Questo libro è un grido, un grido di amore per la Chiesa, il Papa, i preti e tutti i cristiani. Noi vogliamo che questo libro sia letto da più gente possibile. La crisi che attraversa la Chiesa è sorprendente.Il Papa si era votato al silenzio, perché esce dal suo riserbo?Con questo libro, il Papa emerito Benedetto XVI non rompe il silenzio. Ci off…