Post

Domenica XXV

"Il Figlio dell'uomo viene consegnato …Se uno vuole essere il primo, sia il servitore di tutti" (Mc 9,30-37) Gesù annunzia per la seconda volta il mistero pasquale della sua passione, morte e risurrezione (Mc 9,30-31). "Se uno vuol essere il primo sia l'ultimo e il servo di tutti" (Mc 9,35). Questa è la logica del Cristianesimo, che risponde alla verità dell'uomo, essere-finito con una libertà-finita cioè con la possibilità di fare il bene con il rischio di fare il male, creato a immagine di Dio Essere-infinito con una libertà infinita cioè con la sola possibilità di fare il bene. Angeli e uomini con il loro libero arbitrio possono fare il bene, amare come Dio ma con il rischio di fare il male perché finiti. Sono caduti una parte degli angeli, è caduto originariamente l'uomo con la conseguenza, il contrasto del suo egoismo, conseguenza del peccato originale pur attratti dall'amore. Ogni persona umana, perché immagine di Dio che è amore, ma sp

Memorie di Rettore del Santuario della Corona, Madonna dei sette dolori, l'Addolorata

L'anno giubilare per i cinquecento anni 1522-2022 al santuario della Madonna della Corona      L'otto dicembre del 1965 si è concluso il Concilio Vaticano II e l'allora Vescovo di Verona Giuseppe Carraro era già a casa. Alle 22 mi chiama in episcopio magnificando l'Avvenimento e anch'io alla facoltà teologica di Venegono, alla scuola di Monsignor Carlo Colombo, uno dei protagonisti prima con il Cardinal Montini poi con Paolo VI, ero allora entusiasta. Oggi, l'unico dei 21 Concili non dogmatico ma pastorale, ho le mie riserve. Carraro mi dice: "Domenica - era mercoledì – dobbiamo in cattedrale presentare tutti e sedici i documenti, soprattutto la Gaudim et spes approvata ieri con il cristocentrismo cioè con l'Incarnazione Cristo si è unito, in qualche modo, con ogni uomo. E tu mi farai due righe di presentazione di ogni documento". "Ma eccellenza, sono troppo giovane". "Va dal tuo don Carlo e

L'anno di San Giuseppe e la Dottrina sociale della Chiesa

La devozione a San Giuseppe, personale e comunitaria, è stata a lungo l'anima profonda di quanti si sono impegnati nell'evangelizzazione del sociale. Molti santi così detti "sociali" erano assai devoti a san Giuseppe S.E. Mons. Giampaolo Crepaldi, "Osservatorio Van Thuan" In occasione dei 150 anni del Decreto Quemadmodum Deus, con il quale Pio IX ha dichiarato San Giuseppe Patrono della Chiesa Cattolica, Papa Francesco, con la Lettera apostolica "Patris corde", ha indetto uno speciale Anno di San Giuseppe, dall'8 dicembre 2020 all'8 dicembre 2021.   In questo anno dedicato a san Giuseppe, Sposo della Vergine Maria e Padre putativo di Nostro Signore Gesù Cristo, il nostro Osservatorio non poteva trascurare il profondo nesso che si dà tra la devozione giuseppina e la Dottrina sociale della Chiesa, tra il Santo Patriarca e lo zelo per il Regno sociale di Cristo.   Questo collegamento tra il culto dovuto a s

Lettera di Mons. Athanasius Schneider a tutti i fedeli cattolici del mondo

Il vescovo Kazako: "Vorrei incoraggiare nelle prove quei lavoratori che sono costretti a scegliere tra mantenere il proprio posto di lavoro e farsi vaccinare contro il covid-19 o essere licenziati per non aver fatto il vaccino" Enzina Pasquali, " www.nformazionecattolica.it "   "Vorrei raggiungere tutti quei lavoratori che, proprio in queste ore sono costretti a scegliere tra mantenere il proprio posto di lavoro e farsi vaccinare contro il Covid-19 o essere licenziati per non aver fatto il vaccino".   Così comincia una breve lettera, scritta in inglese, che Sua Eccellenza Monsignor Athanasius Schneider, Vescovo ausiliare di Astana, Kazakistan, ha indirizzato a tutti i fedeli cattolici del mondo.   "Con questa breve lettera vorrei incoraggiarvi nelle vostre prove. Alcuni di voi hanno già pagato il prezzo della verità sul vaccino contro il Covid-19 e sul suo nesso causale con l'aborto. Sono profondamente tocca