venerdì 17 maggio 2019

Card. Eijk Ho chiesto al Papa di fare chiarezza

Cardinale Eijk: "Ho chiesto al Papa di fare chiarezza …Il Papa è il principio dell'unità di tutta la Chiesa; il Vescovo è il principio del modo in cui la fede è vissuta nella propria diocesi. E' qui che bisogna operare prima attraverso il Papa e i vescovi. Noi vescovi guidiamo i nostri sacerdoti"
Sabino Paciolla in MiL 16 maggio 2019
Il cardinale Willem Eijk, arcivescovo di Utrecht, è attualmente uno dei più espliciti difensori dell'insegnamento cattolico perenne nella Chiesa. Egli ha ripetutamente chiesto "chiarezza" a Roma e soprattutto al Papa, sia per quanto riguarda l'interpretazione di Amoris laetitia o altri punti come

Iota unum, una lettura cristallina della situazione della Chiesa

Cari amici,
vi ripropongo questo mio video dell'anno scorso sulla più chiara analisi della situazione della Chiesa dal dopo Concilio in avanti fatta dal grande pensatore cattolico Romano Amerio. Un libro che da solo dà gli strumenti per capire da dove viene lo sbandamento dottrinale e di fede e come resistervi. Senza bisogno di polemiche, ma con la chiarezza e la fermezza della verità. Quella che non cambia, quella cattolica, quella che salva. Da oggi è tornato disponibile questo capolavoro nella collana dei Classici della Tradizione. 
Lo puoi avere per pochi giorni in offerta speciale col 15% di sconto inserendo il codice sconto DPUH2C4STDQ0 dopo averlo messo nel carrello e prima di pagare alla pagina https://www.fedecultura.com/Iota-unum-p78868771

Romano Amerio, Iota unum, pp 608, € 39,00

Mysterium iniquitatis dal Nuovo ordine mondiale al caos globale

Pubblichiamo il testo, da Corrispondenza Romana del 16 maggio 2019, della relazione svolta dal prof. Roberto de Mattei il 16 maggio 2019 al Rome Life Forum, che si è tenuto presso la pontificia Università San Tommaso d'Aquino (Angelicum)
Il Mysterium iniquitatis secondo Leone XIII
Per cercare di fare un poco di luce sul mysterium iniquitatis, bisogna risalire ai primi momenti della storia universale. 
Nella sua enciclica Humanum genus del 20 aprile 1884 contro la massoneria Leone XIII  afferma:
"Il genere umano, dopo che "per l'invidia di Lucifero" si ribellò sventuratamente a Dio creatore e largitore de' doni soprannaturali, si divise come in due campi diversi e nemici tra loro; l'uno dei quali combatte senza posa per il trionfo della verità e del bene, l'altro per il trionfo del male e dell'errore. Il primo è il regno di Dio sulla terra, cioè la vera

mercoledì 15 maggio 2019

Per le europee un voto secondo coscienza

Domenica 26 maggio un vero e proprio esercizio di sovranità tramite un voto: messaggio di Mons. Antonio Suetta, Vescovo di Ventimiglia
14 maggio 2019
Domenica 26 maggio p.v. saremo chiamati alle urne per il rinnovo del Parlamento europeo; tale appuntamento rappresenta un significativo momento di partecipazione politica, un vero e proprio "esercizio di sovranità" tramite un voto, che non coinvolge soltanto aspetti tecnici o amministrativi, ma mette in campo importanti temi di vita

martedì 14 maggio 2019

Domenica V di Pasqua

 Vi do un comandamento nuovo: nuovo quello dell'amore reciproco nel praticarlo, con il dono del suo Spirito, come Lui l'ha praticato ed è l'Amore del Padre con il Figlio, lo Spirito Santo
Siamo nel tempo pasquale, tempo della glorificazione di Gesù. Il Vangelo ci ricorda che questa glorificazione è avvenuta, prodotta nella passione, non soltanto dopo. Nel

giovedì 9 maggio 2019

Del Noce a Ratzinger sulla sessualità

L'Arcivescovo di Filadelfia Chaput commenta il saggio di Benedetto XVI sugli abusi nella Chiesa
In MiL del 9 maggio 2019:traduzione Sabino Paciolla
Scrivendo quasi mezzo secolo fa (1970), il filosofo cattolico italiano Augusto Del Noce ha osservato che

Spesso mi ritrovo a invidiare i non credenti: La storia contemporanea non fornisce abbondanti prove che i cattolici sono una specie mentalmente inferiore? La loro fretta di conformarsi all'opinione sul cattolicesimo dei laicisti razionalisti laici è sbalorditiva.
Queste parole del suo saggio "The Ascendance of Eroticism" aprono le brillanti riflessioni di Del Noce – in parte analisi, in

Omelia pasquale di Joseph Ratzinger

"Sono risorto e ora sono sempre con te"
Omelia di Joseph Ratzinger del 15 aprile 1990 in Sandro Magister 9 maggio 2019
"Questo è il giorno fatto dal Signore: rallegriamoci ed esultiamo in esso" (Sal 118, 24). Queste luminose parole pasquali, con le quali oggi la Chiesa risponde al lieto annuncio della Risurrezione, sono tratte da una liturgia di ringraziamento antico-testamentaria celebrata alla porta del Tempio e tramandataci in un Salmo totalmente illuminato dal Mistero di Cristo. È il Salmo dal quale è tratto anche il

mercoledì 8 maggio 2019

Domenica IV di Pasqua

Oggi,  IV Domenica di Pasqua, Domenica del "Buon Pastore", Giornata di Preghiera per le vocazioni sacerdotali e di consacrazione
Tutti i fedeli sono esortati a pregare  in modo particolare per le vocazioni al sacerdozio e alla vita consacrata non solo per la necessità pastorale ma anche per la bellezza umana di queste vocazioni. Mentre salutiamo i neo-diaconi e i neo-presbiteri insieme con i loro familiari e amici, ricordiamo quanti il Signore, anche per le nostre preghiere e attenzioni, continua a chiamare per nome, come fece un giorno con gli Apostoli sulla riva del Lago di Galilea, perché diventino

martedì 7 maggio 2019

Il contenuto del Vangelo e lo sviluppo sociale

"Si è diffusa l'idea che il contenuto del Vangelo sarebbe lo sviluppo sociale. Ne vediamo le conseguenze" (Joseph Ratzinger).
Inedito di Joseph Ratzinger nel Foglio di Sabato 4 e Domenica 5 Maggio
"San Luca (Gen 18, 1-33;Lc 10,38-42) lega il Vangelo di domenica scorsa del buon samaritano e il Vangelo odierno di Marta e Maria attraverso la piccola parola greca poréuestai, "essere in cammino". Il Vangelo del buon Samaritano finisce con la parola "va'!" (Lc 10,37). Il Vangelo di Marta e Maria inizia con: "Mentre erano in cammino" (Lc 10,38). E dunque questi due Vangeli sono legati dall'idea dell'essere in

giovedì 2 maggio 2019

Il significato dei valori religiosi e morali nella società pluralistica

Non è la prassi a "creare" la verità, la dottrina, ma è la verità, la dottrina sociale che rende possibile un'autentica prassi anche politica
Di Joseph Ratzinger in Communio,
anno 21, quaderno n.6, 1992
Libertà, democrazia e relativismo
"Nel corso di questa riflessione si sono fatte avanti, accanto all'idea di libertà, due altre nozioni: quella di diritto e quella di bene. Tutte e tre insieme, cioè la libertà come struttura esistenziale tipica della democrazia, e il bene e il diritto come contenuti della libertà medesima, si dispongono