Post

Ecco il dispotismo condiviso e terapeutico del nuovo Leviatano

Aldo Maria Valli: Cari amici di Duc in altum, nel sito Ricognizioni, Idee per vivere senza menzogna Paolo Gulisano (giornalista, scrittore e medico epidemiologo, ben noto a voi tutti) ha recensito il mio saggio Virus e Leviatano (che, uscito da pochi giorno, è già alla seconda edizione) Buona letturaPaolo Gulisano in "Duc in altum" 28 ottobre 2020Cari amici di Duc in altum, nel sito Ricognizioni. Idee per vivere senza menzogna Paolo Gulisano (giornalista, scrittore e medico epidemiologo, ben noto a voi tutti) ha recensito il mio saggio Virus e Leviatano (che, uscito da pochi giorni, è già alla seconda edizione). Buona lettura.
***
Aldo Maria Valli è una delle poche voci intelligentemente libere del panorama mediatico, dominato da una parte dalle notizie di regime e dall'altra da una narrazione alternativa che tuttavia spesso si fa prendere dall'ansia del sensazionalismo, in particolare per quanto riguarda i temi legati a quel grande esperimento in corso di ingegneria s…

Sudan e Israele, dalla guerra totale alla pace

È passata in sordina, come sempre, l'ultima iniziativa di pace dell'amministrazione Trump: la normalizzazione delle relazioni fra il Sudan e Israele. Per chiunque sia addentro alla storia del conflitto mediorientale, si tratta invece di una piccola svolta epocale. La pace non è sbocciata all'improvviso, ma un cambio di regime e l'attivismo dell'amministrazione Trump l'hanno resa possibile Stefano Magni in "La Nuova Bussola Quotidiana" 28 ottobre 2020Sudan e Israele, dalla guerra totale alla paceE' passata in sordina, come sempre, l'ultima iniziativa di pace dell'amministrazione Trump: la normalizzazione delle relazioni fra il Sudan e Israele. Per chiunque sia addentro alla storia del conflitto mediorientale, si tratta invece di una piccola svolta epocale. La pace non è sbocciata all'improvviso, ma un cambio di regime e l'attivismo dell'amministrazione Trump l'hanno resa possibile
Trump in teleconferenza con i leader di Sudan…

Riecco l Ddl Zan , un pericolo per famiglie e insegnanti

Ieri è ripreso alla Camera l'esame del disegno di legge sulla così detta "omotransfobia". Respinte le pregiudiziali di costituzionalità presentate dall'opposizione iniziato il voto sugli emendamenti. Una nota del Centro Studi Livatino e dell'assemblea Non si tocca la famiglia sottolinea le principali minacce per la libertà di educazione dei genitori e quella di insegnamento Tommaso Scandroglio in "La Nuova Bussola" 2 ottobre  2020Ieri è ripreso alla Camera l'esame del disegno di legge sulla cosiddetta "omotransfobia". Respinte le pregiudiziali di costituzionalità presentate dall'opposizione e iniziato il voto sugli emendamenti. Una nota del Centro Studi Livatino e dell'associazione Non si tocca la famiglia sottolinea le principali minacce per la libertà di educazione dei genitori e quella di insegnamento.

Ripreso in Aula, alla Camera dei deputati, l'esame del Ddl Zan. Nella giornata di ieri sono state respinte le due pregiudizia…

Così un popolo lotta con fede mentre c'è chi si converte sotto le bombe

La Bussola incontra l'Armenia: le preghiere di un  soldato 23enne che si arruola e viene ferito per difendere la patria, quello che si sposa in mezzo alle macerie, i preti che partono per stare coi combattenti. E il giornalista russo ferito nel bombardamento della cattedrale che descrive il miracolo della sua salvezza nella bambina che lo ha medicato: "Ero ateo ma ora credo in Dio". Testimonianze di un popolo che combatte animato dalla fede in CristoBenedetta Frigerio in "La Nuova Bussola Quotidiana" 28 ottobre 2020Così un popolo lotta con fede mentre c'è chi si converte sotto le bombeLa Bussola incontra l'Armenia: le preghiere del soldato 23enne che si arruola e viene ferito per difendere la patria, quello che si sposa in mezzo alle macerie, i preti che partono per stare coi combattenti. E il giornalista russo ferito nel bombardamento della cattedrale che descrive il miracolo della sua salvezza nella bambina che lo ha medicato: "Ero ateo ma ora cr…

Messe sì, cinema no. Chi soffia per chiudere le chiese

Il mondo dello spettacolo si lamenta – giustamente -della chiusura di cinema e teatri, ma accanto c'è un kulturame capitanato da Veltroni che rinfaccia al governo l'apertura delle chiese e si chiede "perché le Messe sì e i cinema no". Due cose ontologicamente diverse, eppure  si soffia sul fuoco per arrivare a un lockdown delle chiese, alla vigilia della decisione del CTS e facendo leva sul già visto "senso di responsabilità" dei vescovi. Andrea Zambrano in "La Nuova Bussola Quotidiana" 28 ottobre 2020Messe sì, cinema no. Chi soffia per chiudere le chieseIl mondo dello spettacolo si lamenta - giustamente - della chiusura di cinema e teatri, ma accanto c'è un kulturame capitanato da Veltroni che rinfaccia al governo l'apertura delle chiese e si chiede «perché le Messe sì e i cinema no». Due cose ontologicamente diverse, eppure si soffia sul fuoco per arrivare a un lockdown delle chiese, alla vigilia della decisione del CTS e facendo leva su…

Ma io ho pregato per te, che non venga meno la tua fede; e tu ravveduto, conferma i tuoi fratrlli (Lc 22,32)

"Papa Francesco si CONVERTA E RITRATTI la sua approvazione per le unioni civili omosessuali" – Mons. Athanasius Schneider  Sabino Paciolla "gloria-tv" 27 ottobre 2020Vescovo Schneider: «Papa Francesco si CONVERTA e RITRATTI la sua approvazione per le unioni civili omosessuali»La Fede cattolica nella voce del Magistero di tutti i tempi, il senso della fede dei fedeli (sensus fidelium) così come il senso comune rifiutano chiaramente qualsiasi unione civile di due persone dello stesso sesso, un'unione che ha lo scopo di far sì che queste persone cerchino il piacere sessuale l'una dall'altra. Anche se le persone che vivono in tali unioni non dovessero impegnarsi in un reciproco piacere sessuale – che in realtà si è dimostrato del tutto irrealistico – tali unioni rappresentano un grande scandalo, un riconoscimento pubblico dei peccati della fornicazione contro la natura e una continua occasione di vicinanza del peccato. Coloro che sostengono le unioni civili …

I tratti fondamentali dell'insegnamento della Chiesa e delle conclusioni della retta ragione

Non c'è vera famiglia se non nel matrimonio tra uomo e donna. Col matrimonio i due riconoscono pubblicamente che non sono insieme per interessi individualistici ma per una vocazione. Non intendono accostarsi l'uno all'altra ma unirsi reciprocamente e indissolubilmente rimanendo aperti alla vita. Solo così si danno le due caratteristiche della socialità e della società in una coppia Stefano Fontana, Osservatorio Cardinale Van Thuan 26 ottobre 2020 Il nostro Osservatorio sta seguendo la discussione sul riconoscimento giuridico delle unioni civili omosessuali dopo la recente diffusione del parere di papa Francesco in proposito. Esprimiamo qui di seguito i punti a cui la Dottrina sociale della Chiesa si è sempre attenuta e che dovrebbero continuare ad essere punto di riferimento per i cattolici e tutti gli uomini che amano la verità.
Il magistero della Chiesa si è già pronunciato ampiamente sulla questione, negando la legittimità giuridico/morale del riconoscimento civile delle …