lunedì 16 luglio 2018

Sinodo dei Vescovi: I Giovani, la Fede e il Discernimento vocazionale

Una risposta al documento finale del pre-sinodo 2018

Parte I
Prefazione: Siamo un gruppo di giovani cattolici, di età compresa tra i 16 e i 29 anni, che praticano e vivono in modo appassionato la fede, nell’adesione al Magistero e al Catechismo della Chiesa Cattolica. Alla luce del processo e delle discussioni del Gruppo Facebook di lingua inglese per il “Pre-Synod Meeting on the Youth”, ci siamo formati in modo naturale e spontaneo riscontrando non rappresentati o insufficientemente rappresentati i nostri appelli ad una

Lo gnosticismo oggi

Clicca per info
Di Thomas Gr. Weinandy, OFM, Cap. in “Messainlatino” 13/luglio/2018.

Si discute molto oggi sulla presenza di un nuovo gnosticismo all'interno della Chiesa cattolica. Un po’ di quello che è stato scritto è utile, ma molto di ciò che è stato descritto come un "revival" di questa eresia ha poco a che fare con il suo antico antecedente. Inoltre, le attribuzioni di questa antica eresia a varie correnti all'interno del cattolicesimo contemporaneo

Le coneseguenze morali della svolta antropologica antimetafisica

Dalla svolta antropologica antimetafisica alla duplice dimensione della persona umana ovvero umana e cristiana, individuale e collettiva, privata e pubblica e dunque alla dottrina dei due ordini morali, a uno sdoppiamento della morale tra dottrina e prassi, una schizofrenia etica della gradualità della legge

Com’è attuale il richiamo alle conseguenze delle teorie opposte al magistero da parte di san Giovanni Paolo II insegnando con la Veritatis Splendor già 25 anni fa, quasi in modo profetico, come se avesse visto il nostro presente con

martedì 10 luglio 2018

Domenica XV anno B

Tutta la storia, anche nell’attuale crisi del secolarismo, ha come centro Cristo, il quale garantisce anche novità e rinnovamento in ogni epoca

Oggi, 15 luglio, nel calendario liturgico è la memoria di san Bonaventura da Bagnoreggio, francescano, Dottore della Chiesa, successore di San Francesco d’Assisi alla guida dell’Ordine dei Frati Minori. Egli scrisse la prima biografia ufficiale del Poverello, e alla fine della vita fu anche Vescovo

venerdì 6 luglio 2018

L'opzione Benedetto

Clicca per info
L’Opzione Benedetto di Rod Dreher perché la vita della Chiesa locale nelle Unità Pastorali conservi una presenza capillare in mezzo alla gente di ogni età e condizione in un mondo culturalmente post-cristiano
Quando Benedetto XVI nel 2006 venne a Verona per il IV Convegno Ecclesiale Nazionale affermò: “L’Italia … costituisce ancora un terreno assai favorevole per la testimonianza cristiana. La Chiesa, infatti, qui attraverso le parrocchie è una realtà molto viva, che conserva una presenza capillare in mezzo alla gente di ogni età e condizione”. Come far sì che ciò

mercoledì 4 luglio 2018

Domenica XIV anno B

Maria, mamma come tutte le mamme, non si scandalizza di suo Figlio: la sua meraviglia per Lui è piena di fede, è piena di amore e di gioia, nel vederlo così umano come tutti i bambini e insieme così divino
Ritengo utile soffermarmi brevemente sul brano del Vangelo di questa domenica, un testo da cui è  tratto il celebre detto, cioè nessuno è bene accetto tra la sua gente, che lo ha visto

L'Europa ha dimenticato le sue radici cristiane

L’Europa ha dimenticato le sue radici cristiane. Ratzinger lo aveva preannunciato già nel 1969 quando, in qualche modo profetizzando il futuro della Chiesa cattolica, aveva parlato dell’irrilevanza cui sarebbe destinata la nostra religione. Costretta a ripartire da piccoli gruppi e da una posizione minoritaria

Il primo atteggiamento di fronte a questo momento storico è suggerito da Benedetto XVI: “Fa parte del divenire cristiani l’uscire dall’ambito di ciò che tutti pensano e vogliono, dai criteri dominanti, per entrare nella luce della verità sul nostro e altrui essere dono, di tutto il mondo che ci circonda e, con

Comunione sacramentale

La Comunione? Chiunque voglia ricevere sacramentalmente il Corpo e il Sangue di Cristo deve essere già inserito nel corpo di Cristo, che è la Chiesa, attraverso la confessione della fede e il battesimo sacramentale
Di Gerhard Muller in La Nuova Bussola 30-04-2018
Secondo il Cardinale Reinhard Marx, i vescovi tedeschi hanno di recente preparato delle linee guida che contemplano la possibilità di ammettere alla Santa Comunione dei protestanti che sono sposati con un coniuge

giovedì 28 giugno 2018

Lo splendore della Verità in Humanae Vitae

“La battaglia decisiva fra il regno di Cristo e Satana avverrà intorno al Matrimonio e alla Famiglia” (Suor Lucia)
Lettera pastorale del reverendissimo Samuel J. Aquila, S.T.L.
Arcidiocesi di Denver
In Messa in Latino 28 giugno 2018

Sommario
Introduzione (1-7)
L’insegnamento della Chiesa è una luce nell’oscurità che porta gioia a quelli che lo vivono a pieno.

Parte 1 (8-18)
Luce e oscurità attraverso gli ultimi 50 anni
Gli ultimi 50 anni dalla pubblicazione della Humanae Vitae hanno portato con sé sviluppi sia positivi sia negativi circa la comprensione della sessualità umana e del matrimonio.

Parte 2 (19-39)
La virtù della sessualità: la dignità della persona
Dio ha permeato la nostra sessualità con verità che sono meravigliose e quando queste sono osservate esse ci permettono di servire come riflessi dell’amore stesso di Dio, conferendoci una grande dignità.

Parte 3 (40-48)
Proclamare lo splendore dell’amore di Dio
Ogni cattolico è chiamato a condividere la verità liberatrice del piano di Dio sulla sessualità, indipendentemente dalla propria condizione sociale o professione. Il mondo e le famiglie necessitano di questa testimonianza per trovare felicità duratura.

Conclusione (49-50)
Il 50° anniversario della Humanae Vitae è un’occasione per celebrare il dono dell’insegnamento del Beato Paolo VI e un’opportunità per rinnovare il nostro impegno a condividere questa verità liberatrice con un mondo che è sempre più confuso riguardo alla sessualità.

Introduzione

1. Lo splendore dell’amore risplende nel mondo dalla nascita di Cristo. Le voci dei profeti si  sono compiute e

Domenica XIII anno B

“Dio non ha creato la morte”. Questa non viene da Dio, ma è “entrata nel mondo per invidia del diavolo” e  la fede in Lui ricrea la vita veramente vita

Oggi la liturgia ci propone nella prima lettura, tratta dal libro della Sapienza, un prospettiva generale sulla morte e sulla vita, sul bene e sul male. Il Vangelo mostra Gesù come sorgente di vita: egli non soltanto guarisce con un semplice contatto una donna che soffre emorragia e considerata