mercoledì 20 giugno 2018

Natività di Giovanni Battista

Il Battista è la persona in cui l’Antico Testamento, l’Antica Storia di Amore di Dio per noi attraverso un popolo raggiunge il suo culmine

Oggi la Chiesa celebra la Natività di san Giovanni Battista, il precursore del Signore. E’ una festa grande, proprio perché il Battista è la persona in cui l’Antico Testamento cioè la rivelazione della storia di amore di Dio per noi attraverso il popolo ebraico raggiunge il suo culmine.
Il brano evangelico di oggi ci fa rivivere la nascita di Giovanni e come gli è stato dato questo nome, scelto da Dio. Le altre

Ratzinger custode della memoria cristiana

Ratzinger custode della memoria cristiana: per far emergere il ricordo del vero e del bene la Chiesa opera una memoria attraverso la parola-sacramento, la tradizione, il discernimento

È in libreria il volume Ratzinger –La rivoluzione interrotta (La Vela editore, 15 euro) scritto dal giornalista Francesco Boezi. LaVerità del 13 giugno 2018 ha pubblicato stralci del colloquio con il sociologo Marco Luscia incentrato sul binomio fede e ragione.
+Si dice che Ratzinger sia stato “il papa teologo”. Spesso e volentieri – però – il pontefice ha utilizzato anche la filosofia,

lunedì 18 giugno 2018

Non c'è politica senza religione

“Immutata freschezza e vitalità del pensiero di Joseph Ratzinger/Benedetto XVI…solido fondamento per il futuro…fonte di ispirazione per un’azione politica” (Papa Francesco)

Il cristianesimo ha ancora molto da dire su Europa, giustizia, legge e potere: di che cosa ha bisogno per tornare a farlo davvero? La libertà secondo Benedetto XVI in un articolo di Ubaldo Casotto, Il Foglio Quotidiano di martedì 12 giugno 2018

“Chiediamo un rinnovato impegno dei cattolici alla politica”. E’ il ripetuto appello del cardinale Gualtiero Bassetti, presidente dei vescovi italiani. Un impegno per che cosa? Orientato da quali criteri? Con quali contenuti? In difesa di quali diritti? In

Urge il contributo dei cattolici nella politica italiana

Ci sono cattolici, movimenti che a titolo personale portano avanti il messaggio cristiano. Ma resta, pur fondamentale, una posizione individuale nell’attuale individualismo culturale egemone, manca un contributo organico, culturale dei cattolici che in politica sono un po’ scomparsi.

Il reiterato appello del cardinale Gualtiero Bassetti, presidente dei vescovi italiani, ai cattolici perché “non abbiano paura della responsabilità politica” si fa sempre più insistente. “Abbiamo rischiato di farci contagiare dal clima di paura e ci siamo chiusi nei nostri ambienti. Abbiamo avuto paura anche della politica, come qualcosa che ci sporcava”.

Anche Papa Francesco invita a “scendere dal balcone” del fondamentale momento personale di una fede pienamente accolta che va comunitariamente vissuta e pensata per divenire cultura cattolica per poter mediare con altre culture e quindi poter dare un contributo laico in politica. Papa Francesco ha

giovedì 14 giugno 2018

Il grave problema del gay pride

Fare chiarezza sul problema educativo del “gay pride”
cioè
dell’”orgoglio omosessuale”
In Corrispondenza romana 14 giugno 2018
(Elisabetta Frezza, Riscossa Cristiana – 8 giugno 2018) Per tutto il mese di giugno si susseguiranno numerosi eventi di tipo omosessualista in tutta Italia, dai vari “gay pride”, “pride village”, manifestazioni “contro l’omofobia”, queste ultime talvolta promosse addirittura da ambienti cattolici. Urge fare un po’ di chiarezza su un fenomeno che, se da un lato è pervasivo e onnipresente (specie nei media), dall’altro sembra innominabile. Lo facciamo con la professoressa Giorgia Brambilla, bioeticista, teologa moralista, specializzata in morale sessuale e famigliare.
L’omosessualità esiste, professoressa?
Partiamo subito dall’utilizzo dei termini: le parole hanno un significato e usare certi termini piuttosto che altri non è affatto indifferente, anzi è ciò che nel tempo modifica la concezione

Domenica XI anno B

Ogni cristiano è consapevole di puntare a fare tutto quello che può sapendo che Lui porterà a compimento: questa consapevolezza di fede, speranza, carità lo sostiene nella fatica del presente, anche difficile

Oggi nell’incontro con Lui virtuale della Parola e reale nel Sacramento ci offre fiducia e coraggio nel vissuto concreto. Il Vangelo ci dice che il Regno di Dio cioè l’esperienza del suo amore e dell’amare non solo come si ama se stessi ma come Lui ci ma è una forza che avanza tentando e ritentando,

martedì 12 giugno 2018

Il Rito degli esorcismi di nuovo disponibile


Il rito degli esorcismi che era scomparso da anni ora è di nuovo disponibile. l Rito degli esorcismi e preghiere per circostanze particolari (in latino: De exorcismis et supplicationibus quibusdam, abbreviato: DESQ) è un testo del Rituale romano per l'esorcismo nella Chiesa cattolica. Riformato a norma dei decreti del Concilio Ecumenico Vaticano II fu approvato dal pontefice Giovanni Paolo II che ne autorizzò la promulgazione avvenuta con decreto della Sacra Congregazione per il culto divino, il 22 novembre 1998. Era introvabile da oltre dieci anni. Questa è la versione italiana.

lunedì 11 giugno 2018

Humanae Vitae, lo Splendore della Verità

Con la contraccezione intenzionalmente è in gioco l’uomo stesso nella sua dignità fondamentale: “scompaiono le figure fondamentali dell’esistenza umana: il padre, la madre, il figlio” (Benedetto XVI)

L'enciclica Humanae Vitae non riguarda solo la sfera privata della sessualità, ma anche la dimensione sociale e pubblica della vita. La rottura tra atto coniugale e procreazione ha avuto conseguenze drammatiche nelle relazioni sociali, tra cui la crisi demografica che viviamo. E chi è a favore della contraccezione non ha argomenti per oipporsi ai rapporti

sabato 9 giugno 2018

Il successore di Pietro manca nel mantenere e trasmettere fedelmente e in unità il deposito della fede

Dopo l'incontro sull'intercomunione con i luterani esce allo scoperto il cardinale Arcivescovo di Utrecht: «No a comunione ai protestanti, anche se sposati con un cattolico. La prassi della Chiesa Cattolica, fondata sulla sua fede, non si cambia a maggioranza o all'unanimità. Vedo che i vescovi e soprattutto il successore di Pietro mancano nel mantenere e trasmettere fedelmente e in unità il deposito della fede e penso alla prova finale che dovrà attraversare la Chiesa»
Intervento del Cardinale Arcivescovo di Utrecht,
Willem Jacobus Eijk, 09 giugno 2018

“La Conferenza Episcopale Tedesca ha votato a grande maggioranza a favore di direttive che implicano che un protestante sposato con un cattolico possa ricevere l’Eucaristia dopo aver sodisfatto una serie di condizioni: deve aver effettuato un esame di coscienza con un sacerdote o con un’altra persona con responsabilità pastorali; deve aver affermato la fede della Chiesa Cattolica, oltre ad aver “desiderato di porre fine a “gravi disagi spirituali” e deve avere un “desiderio di soddisfare la brama per l’Eucaristia.”
Sette membri della Conferenza Episcopale Tedesca hanno votato contro queste direttive e hanno chiesto il parere di alcuni dicasteri della Curia Romana. La conseguenza è stata l'invio di una delegazione della Conferenza Episcopale Tedesca che ha parlato a Roma con una delegazione della Curia Romana, fra cui il prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede.
La risposta del Santo Padre, data tramite il prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede alla delegazione della Conferenza Tedesca, e cioè che la Conferenza deve

giovedì 7 giugno 2018

Domenica X anno B

Gesù, oggi risorto e presente nella e attraverso il suo corpo che è la Chiesa, diffonde la verità con una dedizione contro l’opposizione del Maligno 

Il Vangelo di questa domenica ci mostra che la vita pubblica di Gesù non è stata un periodo solo di tranquillità e di progresso senza ostacoli: al contrario, egli ha dovuto affrontare opposizioni, critiche anche molto aspre, ed è stato contrastato anche dai suoi familiari. A questo ci prepara la prima lettura che ci parla di ciò che è accaduto dopo il