Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2021

Criterio verità

Urge riscoprire il criterio oggettivo della verità cioè l'uomo della "logica aleatica" o "senso comune", via della ragione con la via della fede per accogliere la Verità, Cristo, la salvezza. In un Convegno a Venezia, per ricordare il grande filosofo Antonio Livi, Francesco Lamendola ha svolto una relazione sul "senso comune" che pubblichiamo.  30 Maggio 2021 La logica classica è certamente una bellissima cosa e uno strumento irrinunciabile per conoscere il reale, vale a dire per fare filosofia. Ha tuttavia un grosso limite: ci permette solamente di stabilire se una proposizione è vera o falsa, ma senza dirci nulla, o molto poco, sulle modalità con le quali una proposizione può essere vera o falsa. In particolare, la logica classica non contempla la categoria della possibilità: strumento rigido, dice se un enunciato è vero o non è vero, ma si ferma davanti a un enunciato che contempli la possibilità che una cosa sia o non sia, che avvenga o non avv

Trinità

Tutto l'universo, per chi ha fede, parla di Dio Uno e trino -Amante, Amato e Amore, per riecheggiare sant'Agostino nel dire l'intimità di Dio Padre, Figlio, Spirito Santo, "Dio che è "Amore" (1 Gv 4,8.16). In questo amore ogni essere umano, ogni persona umana libera e ragionevole, trova la sua verità e la sua felicità.   Grazie allo Spirito Santo, che aiuta a comprendere le parole di Gesù e guida alla verità tutta intera (Gv 14,26; 16,13), i credenti possono conoscere, per così dire, l'intimità di Dio stesso, scoprendo che Egli non è solitudine infinita, cui può giungere la ragione, ma comunione di luce e di amore, vita donata e ricevuta in un eterno dialogo tra il Padre e il Figlio nello Spirito Santo – Amante, Amato e Amore, per riecheggiare sant'Agostino. In questo mondo nessuno può vedere l'intimità di Dio, ma Egli stesso si è fatto conoscere così che, con l'apostolo Giovanni, possiamo affermare: &q

Mons. Suetta

Alla X marcia per la Vita intervento di S.E. mons. Antonio Suetta, vescovo di San Remo-Ventimiglia 26 Maggio 2021 Un cordiale e affettuoso saluto a tutti i presenti, a chi condivide questo momento da lontano e ai sostenitori di questa iniziativa.   Nella persona del Presidente Virginia Coda Nunziante saluto e ringrazio gli organizzatori di questa Marcia per la Vita e tutti coloro che hanno fattivamente collaborato per questa edizione 2021.   Sono qui innanzitutto per condividere con tutti voi la gioia e la festa della vita e per testimoniare l'impegno della Chiesa, dei credenti e di tante persone di buona coscienza a favore, a servizio e a tutela della vita umana dal suo sorgere fino al suo naturale chiudersi, in tutta la varietà delle sue espressioni, soprattutto di quelle maggiormente segnate da fragilità, sofferenza e fatica.   Sono qui per offrire la forza della mia voce e del mio cuore a tutte quelle persone che, anche in condizione di e