lunedì 20 settembre 2010

Ecumenismo

Ciò che noi condividiamo in Cristo è più grande di ciò che continua a dividerci: abbiamolo sempre ecumenicamente presente, senza dimenticare la nostra identità di cattolici per tutti!

“Ringrazio il Signore per questa opportunità di unirmi a voi, rappresentanti delle confessioni cristiane presenti in Gran Bretagna, in questa magnifica Abbazia dedicata a San Pietro, la cui architettura e la cui storia parlano in maniera tanto eloquente della nostra comune eredità di fede. In questo luogo non possiamo non essere richiamati a come la fede cristiana abbia plasmato in modo così profondo l’unità e la cultura dell’Europa ed il cuore e lo spirito del popolo inglese. Qui, inoltre, siamo necessariamente richiamati al fatto che ciò che noi condividiamo in Cristo è più grande di ciò che continua a dividerci.

domenica 19 settembre 2010

L'amore di Cristo

“L’amore di Cristo che supera ogni conoscenza” (Ef 3,14 – 21)

“E’ magnifica la preghiera con la quale san Paolo chiede che ci sia dato di conoscere “l’amore di Cristo che supera ogni conoscenza” (Ef 3, 14-21). L’Apostolo prega affinché Cristo dimori nei nostri cuori mediante la fede (Ef 3,17) e perché possiamo giungere a “comprendere con tutti i santi quale sia l’ampiezza, la larghezza, l’altezza e la profondità” di quell’amore. Mediante la fede giungiamo a vedere la parola di Dio come una lampada per i nostri passi e luce del nostro cammino (Sal 119, 105). Come innumerevoli santi che lo precedettero sulla via del discepolato cristiano,

Cor ad cor

Il cuore parla al cuore

“Il motto del Cardinale Newman, Cor ad cor loquitur, “il cuore parla al cuore”, ci permette di penetrare nella sua comprensione della vita cristiana come chiamata alla santità, sperimentata come l’intenso desiderio di ogni cuore umano di entrare in intima comunione con il Cuore di Dio. Egli ci rammenta che la fedeltà alla preghiera ci trasforma gradualmente nell’immagine divina. Come scrisse in uno dei suoi più forbiti sermoni: “l’abitudine alla preghiera, che è pratica di rivolgersi a Dio e al mondo invisibile in ogni stagione, in ogni luogo, in ogni emergenza, la

La verità mediante una dinamica spirituale

La coscienza nel vasto orizzonte del piano di Dio cresce in comunione con la Chiesa di ogni tempo e di ogni luogo

“Questa è una serata di gioia, di immensa gioia spirituale per tutti noi. Siamo qui riuniti in questa veglia di preghiera per prepararci alla Messa di domani, durante la quale un grande figlio di questa Nazione, il Cardinale John Henry Newman, sarà dichiarato Beato. Quante persone, in Inghilterra e in tutto il mondo, hanno atteso questo momento! Anche per me personalmente è una grande gioia

Sacrificio eucaristico

La realtà del sacrificio Eucaristico è sempre stata al cuore della fede cattolica

“Sono particolarmente lieto che il nostro incontro abbia luogo in questa Cattedrale dedicata al Preziosissimo sangue, che è il segno della misericordia redentrice di Dio riversatasi sul mondo mediante la passione, morte e risurrezione del suo Figlio, il Signore nostro Gesù Cristo.
Il visitatore di questa cattedrale non può non rimanere colpito dal grande crocifisso che domina la navata, vittima innocente la cui morte ci ha riconciliati con il Padre e ci ha donato di partecipare alla vita stessa di Dio. Le braccia spalancate del Signore sembrano abbracciare questa chiesa intera,

Senso religioso

La ricerca del significato ultimo dell’esistenza umana cioè il senso religioso è l’unica cosa necessaria, prioritariamente l’unica a soddisfare le aspettative di ogni cuore umano

“Sono lieto di avere l’odierna opportunità di incontrarvi, voi che rappresentate le varie comunità religiose in Gran Bretagna. Saluto sia i ministri religiosi, sia quanti di voi svolgono attività nella politica, negli affari e nell’industria…
Desidero iniziare le mie parole esprimendo l’apprezzamento della Chiesa cattolica per l’importante testimonianza che voi tutti apportate quali uomini e donne dello spirito, in un tempo nel quale le convinzioni religiose non sono sempre comprese o apprezzate. La presenza di credenti impegnati nei campi della vita sociale ed economica parla eloquentemente del fatto che la

sabato 18 settembre 2010

Fede & Cultura in diretta TV su Rai International

Domenica 19 settembre potrete vedere il Direttore di Fede & Cultura  Prof. Giovanni Zenone Ph.D.  in diretta Tv su Rai International dalle ore 10,30 alle 13,30 al programma "Cristianità" diretto da Suor Myriam Castelli in occasione della beatificazione del Card. Newman prima, durante e dopo la Santa Messa di beatificazione celebrata da Papa Benedetto XVI. Con l'occasione sarà presentato il volume edito da Fede & Cultura "Nello specchio del Cardinale John Henry Newman" di Cristina Siccardi.

venerdì 17 settembre 2010

Diventare santi

Una buona scuola cattolica aiuta i suoi studenti a diventare santi

“Non capita spesso ad un Papa – in verità nemmeno a qualsiasi altra persona – l’opportunità di parlare contemporaneamente agli studenti di tutte le scuole cattoliche d’Inghilterra, del Galles e della Scozia. E dal momento che ora io ho questa possibilità, c’è qualcosa che mi sta davvero a cuore di dirvi. Ho la speranza che fra voi che oggi siete qui ad ascoltarmi vi siano alcuni futuri santi del ventunesimo secolo. La cosa che Dio desidera maggiormente per ciascuno di  voi è che diventiate santi. Egli vi ama molto di più di quanto voi possiate immaginare e desidera per voi il massimo. E la cosa migliore di tutte per voi è di gran luna crescere in santità.

Scuola Cattolica

Nelle scuole cattoliche il carattere cattolico è necessario che permei ogni aspetto della vita scolastica

“Il compito dell’insegnante non è solo quello di impartire informazioni o di provvedere ad una preparazione tecnica per portare benefici economici alla società: l’educazione non è e non deve essere mai considerata come puramente utilitaristica. Riguarda piuttosto formare la persona umana, preparare lui o lei a vivere la vita in pienezza – in poche parole riguarda educare alla saggezza. E la vera saggezza è inseparabile dalla conoscenza del Creatore perché “nelle sue mani siamo noi e le nostre parole, ogni sorta di conoscenza e ogni capacità operativa” (Sap. 7,16).

Evangelizzazione della cultura

I fedeli laici, per la loro vocazione e missione battesimale, possono essere esempio pubblico di fede e avvocati nella sfera pubblica della promozione della sapienza e della visione del mondo che derivano dalla fede

“Tra i diversi doni che S. Paolo elenca per l’edificazione della Chiesa vi è quello dell’insegnamento (Rm 12,7). La predicazione del Vangelo è sempre accompagnata da una preoccupazione per la parola: la parola ispirata di Dio e la cultura nella quale quella parola mette radici e si sviluppa. Qui in Scozia, penso alle tre università medioevali fondate dai pontefici, compresa quella si S. Andrea, che sta per celebrare il sesto centenario della sua fondazione. Negli

mercoledì 15 settembre 2010

Chiara

E’ bello poter amare sulla terra come si ama in cielo, e imparare a volersi bene in questo mondo come faremo eternamente nell’altro

“Una delle Sante più amate è senz’altro santa Chiara, vissuta nel XIII secolo, contemporanea di san Francesco. La sua testimonianza ci mostra quanto la Chiesa tutta sia debitrice a donne coraggiose e ricche di fede come lei, capace di dare un decisivo impulso per il rinnovamento della Chiesa…
Nata nel 1193, Chiara apparteneva ad una famiglia aristocratica e ricca. Rinunciò a nobiltà e

I due livelli di coscienza

Come comprendere correttamente il brindisi di Newman prima per la coscienza e solo dopo per il Papa?  La coscienza è un dialogo permanente tra l’interiorità e l’esteriorità

“La tradizione medioevale aveva giustamente individuato due livelli del concetto di coscienza, che si devono distinguere accuratamente, ma anche mettere sempre in rapporto uno con l’altro. Molte tesi inaccettabili sul problema della coscienza mi sembrano dipendere dal fatto che si è trascurata o la distinzione o la correlazione tra i due elementi (interiorità ed esteriorità).
La corrente principale della scolastica ha espresso i due livelli della coscienza con i concetti di sinderesi e di coscienza. Il termine sinderesi confluì nella tradizione medioevale sulla coscienza dalla dottrina stoica sul microcosmo. Rimase però non chiaro nel suo significato e venne così a

martedì 14 settembre 2010

Vescovo

Per il Sacramento ricevuto grandi sono le responsabilità di un Vescovo per il bene della diocesi, ma anche della società

“Secondo una consuetudine molto significativa, avete compiuto innanzitutto un pellegrinaggio sulla tomba dell’Apostolo Pietro, il quale si è conformato a Cristo Maestro e Pastore, fino alla morte di croce. A questo proposito, illuminanti sono alcune espressioni di san Tommaso d’Aquino, che possono costituire un vero e proprio programma di vita per ogni Vescovo. Commentando l’espressione di Gesù nel Vangelo di Giovanni: “Il Buon Pastore offre la vita per le sue pecore”,

domenica 12 settembre 2010

Coscienza

“Prima alla Coscienza, poi al Papa”

“Se fossi obbligato – scrive Newman a Gladstone – a introdurre la religione nei brindisi dopo un pranzo (il che in verità non mi sembra proprio la cosa migliore), brinderò prima alla Coscienza, poi al Papa. Se il vicario di Cristo parlasse contro la coscienza, nell’autentico significato del termine, commetterebbe un suicidio; toglierebbe la base su cui poggiano i suoi piedi. Sua autentica missione è proclamare la legge morale; proteggere e rafforzare quella ‘luce che illumina ogni uomo che viene in questo mondo ’. Sulla legge e sulla santità della coscienza sono fondati tanto la sua

sabato 11 settembre 2010

Newman

“Per trenta, quaranta, cinquant’anni ho cercato di contrastare con tutte le mie forze lo spirito del liberalismo nella religione” (Newman)

“Mai la santa Chiesa ha avuto maggiore necessità di qualcuno che  si opponesse (allo spirito del liberalismo nella religione) più di oggi, quando, ahimé! Si tratta ormai di un errore che si estende come trappola mortale su tutta la terra; e nella presente occasione, così grande per me, quando è naturale che io estenda lo sguardo a tutto il mondo, alla santa Chiesa e al suo futuro, non sarà spero ritenuto inopportuno che io rinnovi quella condanna che già così spesso ho pronunciato. Il liberalismo in campo religioso è  la dottrina secondo cui non c’è alcuna verità positiva nella

mercoledì 8 settembre 2010

Ildegarda

La teologia può ricevere un contributo peculiare dalle donne, perché esse sono capaci di parlare di Dio e dei misteri della fede con la loro peculiare intelligenza e sensibilità

“Le visioni mistiche di Ildegarda sono ricche di contenuti teologici. Fanno riferimento agli avvenimenti principali della storia della salvezza, e adoperano un linguaggio principalmente poetico e simbolico. Per esempio, nella sua opera più nota Scivias,  cioè “Conosci le vie”, ella riassume in trentacinque visioni gli eventi della storia della salvezza, dalla creazione del mondo alla fine dei tempi. Con i tratti caratteristici della sensibilità femminile, Ildegarda, proprio nella sezione

lunedì 6 settembre 2010

Leone XIII

Con la fantasia della carità sono accadute le molteplici strade per attuare il messaggio evangelico all’interno delle nuove realtà sociali

“Dal primato di Dio e di Cristo si riscontra l’azione pubblica di ogni Pastore della Chiesa, in particolare di ogni Sommo Pontefice, con le caratteristiche proprie della personalità di ciascuno. Direi che proprio il concetto di “sapienza cristiana” ci offre la sintesi  di questa impostazione secondo Leone XIII – non a caso è anche l’incipit di una sua Enciclica. Ogni Pastore è chiamato a

Alle sorgenti

Il desiderio della vita più grande è un segno del fatto che ci ha creati Lui, che portiamo la sua “impronta”

“Vi invito alla prossima Giornata Mondiale della Gioventù, che avrà luogo a Madrid nell’agosto del 2011, con il tema “Radicati e fondati in Cristo, saldi nella fede”(Col 2,7), evento così importante per la Chiesa in Europa e per la Chiesa universale. E vorrei che tutti i giovani, sia coloro che condividono la nostra fede in Gesù Cristo, sia quanti esitano, o non credono in Lui, potessero vivere questa esperienza, che può essere decisiva per la vita: l’esperienza del Signore Gesù risorto e vivo e del suo amore per ciascuno di noi (e dell’umanità nel suo insieme).

mercoledì 1 settembre 2010

Rito

La liturgia è divina e non si può disporne a proprio piacimento

“La liturgia non è paragonabile ad un’apparecchiatura tecnica che si può produrre,ma ad una pianta, a qualcosa, cioè, di organico, che cresce e le cui leggi di crescita determinano la possibilità di ulteriore sviluppo.
In Occidente, però, si è aggiunto il fatto che il Papa con l’autorità petrina, ha sempre più chiaramente rivendicato a sé anche la legislazione liturgica, e ne è risultato un’istanza giuridica per la successiva formazione della liturgia. Quanto più fortemente si affermava il primato, tanto più