Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2020

P. Serafino Lanzetta. Un collasso della teologia morale alla radice della crisi

Gli appunti scritti da Benedetto XVI sulle radici della crisi morale nella Chiesa Cattolica in vista dell'incontro vaticano sugli abusi dello scorso febbraio hanno destato costernazione tra alcuni e speranza tra altri  P. Serafino Lanzetta "Chiesa e post concilio" 31 ottobre 2020  Dove sta andando la Chiesa cattolica? La Chiesa Una Santa è viva e immacolata nel Suo Sposo; ma una parte di quella visibile rischia di subire una 'mutazione genetica' o questa è già avvenuta nostro malgrado e ne stiamo vedendo gli effetti? Ci confrontiamo per "resistere", nella fedeltà Gli appunti scritti da Benedetto XVI [qui] sulle radici della crisi morale nella Chiesa Cattolica in vista dell'incontro vaticano sugli abusi dello scorso febbraio (1) hanno destato costernazione tra alcuni e speranza tra altri. Costernazione tra chi ha letto la "mossa" di Ratzinger come un attentato alla libertà magisteriale di Francesco, rispondendo così indirettamente ai d

Solennità di Tutti i Santi

Celebriamo oggi con grande gioia, pur in una situazione drammatica , la festa di Tutti i Santi, la meta eterna di tutti noi. Visitando un vivaio botanico, si rimane stupefatti dinnanzi alla varietà di piante di fiori, e viene spontaneo pensare alla fantasia del Creatore che ha reso la terra un meraviglioso giardino. Analogo sentimento di fronte allo spettacolo di una moltitudine di santi e di sante, di ogni età e condizione, di ogni lingua, popolo e cultura Ognuno dei santi è diverso dall'altro, on la singolarità della propria personalità umana e del tempo del proprio carisma spirituale. Tutti però recano impresso il  "sigillo" di Gesù (Ap 7,3), cioè l''impronta del suo amore, testimoniato attraverso la Croce e ogni modalità di morire è Croce. Sono tutti nella gioia, in una festa senza fine, ma, come Gesù, questo traguardo l'hanno conquistato passando con fede e speranza attraverso la fatica e la prova (Apo 7,14), affrontando ciascuno la propria parte di

Dopo la morte, l'anima separata dal corpo incontra Cristo Giudice (non un notaio)

Il Catechismo ricorda l'urgenza di attendere alla Salvezza finché si è in terra di fronte ad un amore che arriva fino al perdono. È verissimo che "chi pecca, danneggia se stesso"  (Sir 19,4), ma il Signorenelle Sacre Scritture non è un mero notaio, bensì un Giudice. Ciò, insieme al perdono in vita fino al termine se chiesto insieme all'immutabilità per l'anima dopo la morte, ha delle ricadute su Paradiso e Inferno Riccardo Barile in "La Nuova Bussola" 31ottobre 2020 Dopo la morte incontriamo Cristo Giudice (non un notaio) Il Catechismo ricorda l'urgenza di attendere alla Salvezza finché si è in terra. Oggi c'è chi dice che Dio si limiti a ratificare la nostra volontà. È verissimo che «chi pecca, danneggia se stesso» (Sir 19,4), ma il Signore nelle Sacre Scritture non è un mero notaio, bensì Giudice. Ciò, insieme all'immutabilità dopo la morte, ha delle ricadute su Inferno e Paradiso. Vediamole Per i giorni dedicati ai Santi e ai

Eutanasia sui bambini - fermatevi

L'annuncio di un nuovo regolamento che consentirà l'eutanasia anche per i bambini sa 1 a 12 anni rappresenta la chiusura del cerchio, perché finora questa era l'unica fascia di età risparmiata da legislazioni mortifere, frutto di una ideologia che nega la vita come valore fondamentale. E robabilmente non finirà qui. Cardinale Willem Jacobus Eijk in "La nuova Bussola" 31 ottobre 2020 Eutanasia sui bambini: fermatevi L'annuncio di un nuovo regolamento che consentirà l'eutanasia anche per i bambini da 1 a 12 anni rappresenta la chiusura del cerchio, perché finora questa era l'unica fascia di età risparmiata da legislazioni mortifere, frutto di una ideologia che nega la vita come valore fondamentale. E probabilmente non finirà qui. La legge sull'eutanasia in Olanda stabilisce che un medico che esegue l'eutanasia, o che assiste al suicidio, non può essere perseguito e punito se soddisfa una serie di condizioni di accuratezza. Deve cioè v

La vita dei martiri di Nizza e ciò che può salvare oggi l'Europa

Le lacrime e la rabbia di fronte ad una mamma uccisa mentre pregava, ad una anziana decapitata, ad un uomo accoltellato mentre serviva Dio con amore, servono a comprendere che tacere le differenze fra il Dio cristiano della vita e il Dio della morte islamico è fonte di conflitto. Solo la proclamazione della fede testimoniata da questi martiri può portare pace al mondo. Come scriveva uno di loro poco prima di morire: "Lo salverò, perché a me si è affidato; lo esalterò, perché ha conosciuto il mio nome…e gli mostrerò la mia salvezza!" Benedetta Frigerio in "La Nuova Bussola" 31 ottobre 2020 Sembra di vederla camminare per i vicoli di Nizza zoppicando aggrappata ad una stampella mentre, nonostante il semi-lockdown francese e l'impazzimento di paura da coronavirus, raggiunge la cattedrale di Notre Dame. Lei, settantenne disabile appartenente alla categoria più fragile (ma spesso più coraggiosa e affidata) degli anziani, aveva pensato che andare a pregare il suo

Appello urgente per resistere al tradimento e alla rovina dell'Occidente, frutto delal civiltà

Premessa al manifesto: l'Occidente, frutto più alto della civiltà cristiana, sembra trovarsi in un momento cruciale della sua storia. La crisi del Covid-19, le misure sanitarie che irrimediabilmente colpiranno la sua economia, i crescenti disordini sociali anarchici come quelli degli Stati Uniti e di altri luoghi, gli attacchi e le profanazioni dei luoghi di culto, l'indebolimento della famiglia naturale e dell'austerità dei costumi morali, il risorgere dell'islamismo radicale  all'interno dei suoi confini, la crescita esponenziale dell'impero capital-comunista cinese sono tutti avvenimenti che contribuiscono a delineare un panorama tendente ad un "nuovo ordine mondiale", in cui i valori e i principi cristiani e di legge naturale che costituiscono la colonna portante della civiltà occidentale rischiano seriamente di sparire per sempre. Aldo Maria Valli in "Duc in altum" 30 ottobre 2020 I fedeli alzano gli occhi alla Suprema Autorità Ecc