Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2017

Per andare a Fatima!

Immagine
Gentili amici, mons. Gino Oliosi ha scritto un breve libro per accompagnare chi andrà a Fatima insieme a lui lunedì prossimo 4 settembre 2017. Per i pellegrini don Gino il libro in formato eBook dal sito di Fede & Cultura dopo essersi registrati alla pagina http://shop.fedecultura.com/Fatima_eBook-p90868709.

-25% Fede & Cultura

Immagine
Puoi ancora usare solo per due giorni , fino al 31 agosto alle ore 23,59, il coupon 8ER1I6RXFCQ4 per avere la riduzione del prezzo del 25% sui nostri libri, eBook, video e corsi valida fino a fine agosto. Il coupon di riduzione del prezzo del 25% vale per tutto agosto 2017 e poi non si potrà più usare. Ma fino a quel momento usa il coupon sconto 8ER1I6RXFCQ4 tutte le volte che vuoi dopo aver messo tutti i libri F&C e Gondolin che desideri nel carrello su shop.fedecultura.com e avrai questa riduzione straordinaria!

Domenica XXII anno A

Solo perdendo liberamente cioè per amore la vita Cristo la riceverà nuova ed eterna per Lui, per noi e per il cosmo Anche oggi, nel Vangelo, compare in primo piano l’apostolo Pietro. Ma, mentre domenica scorsa l’abbiamo ammirato per la sua fede schietta in Gesù, da lui proclamato Messia e Figlio di Dio in un volto umano, questa volta, nell’episodio immediatamente seguente, mostra una fede ancora immatura e troppo legata alla “mentalità di questo mondo”

Il Card. Sarah alla settimana liturgica

Verso un nuovo rito comune per una riconciliazione liturgicaDa l’espresso Settimo Cielo di Sandro Magister 29 agosto 2017 "La liturgia della Chiesa è stata per me l'attività centrale della mia vita, è divenuta il centro del mio lavoro teologico", afferma Benedetto XVI. Le sue omelie rimarranno documenti insuperabili per generazioni. Ma bisogna anche sottolineare la grande importanza del motu proprio "Summorum

Una liturgia viva per una Chiesa viva

di Riccardo Barile in La nuova Bussola Quotidiana 27-08-2017 Il 24 agosto scorso nell’Aula Paolo VI Papa Francesco ha ricevuto i partecipanti alla 68.ma Settimana Liturgica Nazionale organizzata dal CAL (Centro di Azione Liturgica). Alcune espressioni hanno suscitato perplessità, disagi, forse anche paure. E ovazioni. È necessaria una analisi più approfondita per evitare reazioni emozionali. IL DISCORSO COME TALE È un discorso/saluto molto classico e documentato, senza frasi a braccio e con molte citazioni pertinenti. Quasi tutte le questioni formali hanno spazio equilibrato: si parla della liturgia ma anche del suo prolungamento nei «pii esercizi e

Magia, occultismo, yoga

del Card. Joseph Ratzinger dall'intervista realizzata da Ignazio Artizzu (tratta dalla rivista “Una voce grida…” n°9 – marzo1999)
Eminenza, cosa è la magia ? E’ l’uso di forze apparentemente misteriose per avere un dominio sulla realtà fisica e anche psicologica. Il tentativo, cioè, di strumentalizzare le potenze soprannaturali per il proprio uso. Con la magia si esce dal campo della razionalità e dell’utilizzo delle forze fisiche insegnate dalla scienza. Si cerca – e a volte anche si trova – un modo di impadronirsi

Domenica XXI anno A

La gente, uomini e donne oggi, chi dicono che sia il Figlio dell’uomo? La liturgia di questa domenica rivolge a noi cristiani innanzitutto, ma al tempo stesso ad ogni uomo e ad ogni donna, la duplice domanda che Gesù pose un giorno ai suoi discepoli. Dapprima chiese loro: “La gente chi dice che sia il Figlio dell’uomo?”. Essi gli risposero che per alcuni del

Domenica XX anno A

Dio vuole la nostra gioia. Gesù afferma: “Questo vi ho detto perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena” (Gv 15,11) Oggi Gesù continua a parlarci con il discorso delle parabole, proponendocene altre tre: il tesoro nascosto, la perla preziosa e la rete gettata nel mare che raccoglie ogni specie di pesci. Poi fa una riflessione generale sulle parabole. Le prime due parabole mettono in risalto la gioia di scoprire i

In Cielo in anima e corpo

“Terminato il corso della vita terrena, fu assunta alla gloria celeste in anima e corpo”
Il 1°novembre 1950, Papa Pio XII proclamava come dogma che la Vergine Maria “terminato il corso della vita terrena, fu assunta alla gloria celeste in anima e corpo”. Questa verità di fede, era conosciuta dalla Tradizione, affermata dai Padri della Chiesa, ed era soprattutto un aspetto rilevante del culto

Secondo il Cuore di Maria

32° 'Church Teaches Forum' «Il Messaggio di Fatima: Pace per il mondo» Galt House, Louisville, Kentucky 22 luglio 2017 Sviluppare vite di pace secondo il Cuore di Maria

del Card. Raymond Leo Burke Recentemente ho partecipato a una conferenza di tre giorni sulla Sacra Liturgia [qui - qui] in cui erano presenti anche molti giovani sacerdoti. Ci sono state diverse occasioni per rivedere insieme il loro ministero sacerdotale. Secondo la mia esperienza nella maggior parte dei luoghi che ho

Assunzione della Beata Vergine Maria

L’Assunzione o celebrazione in cui Maria uscì dalla scena di questo mondo glorificata in anima e corpo in Cielo, in Dio,  è una realtà che tocca anche ciascuno di noi, perché ci indica in modo luminoso il nostro destino, quello dell’umanità e della sua storia
Nel cuore del mese di agosto la Chiesa in Oriente e in Occidente celebra la Solennità dell’Assunzione di Maria Santissima al Cielo in anima e corpo. Nella Chiesa Cattolica, il dogma dell’Assunzione fu proclamato durante l’Anno Santo

Domenica XIX

La necessità di pregare anche in solitudine, nel silenzio, al riparo dalla dittatura dei tumulti del mondo
Nel Vangelo di questa domenica, incontriamo Gesù che, ritiratosi sul monte, prega per tutta la notte in dialogo con il Padre. Il Signore, in disparte sia dalla gente che dai discepoli, manifesta la sua intimità umana con il Padre e la

Trasfigurazione

La Trasfigurazione, l’annuncio profetico della Risurrezione cioèdella più grande“mutazione” mai accaduta, il “salto”decisivo verso una dimensione  di vita profondamente nuova, l’ingresso in un ordine decisamente diverso, che riguarda anzitutto Gesù di Nazareth, ma con lui anche noi, tutta la famiglia umana, la stoia e l’intero universo Nell’odierna domenica riviviamo nell’attualizzazione liturgica della Celebrazione eucaristica Gesù che condusse con sé Pietro,  Giacomo e Giovanni su un alto monte e davanti a loro si trasfigurò, anticipando profeticamente per qualche minuto quello che sarebbe avvenuto nella Risurrezione di cui gli Apostoli sono stati testimoni e non certo creatori. Essa non è stata un semplice ritorno alla nostra vita terrena, come per Lazzaro; è invece la più grande “mutazione” mai accaduta a cui tutti siamo destinati, il