mercoledì 20 aprile 2016

L'anno liturgico - di Dom Prosper Guéranger

Dopo 60 anni di assenza dalle librerie italiane!
Le più sublimi meditazioni spirituali sulla liturgia da Pasqua a prima dell'Avvento nella riproposizione del capolavoro dell’abate di Solesmes.
Quando la preghiera e un’intensa meditazione sulla Sacra Scrittura si incontrano con un amore sincero e appassionato per la divina liturgia, non possono che nascere opere dal respiro universale ed eterno come L’Anno liturgico dell’abate Guéranger. Scritto e pubblicato tra il 1841 e il 1866, non era più disponibile in italiano. Questa edizione rinnovata nella forma e nella traduzione ha il merito di colmare questo vuoto

Non basta applicare la dottrina, la legge

La “Amoris laetitia” ci ricorda che non basta pastoralmente  rifarci alla dottrina, alle leggi, occorre accompagnare le persone in cammino. In nessuna parte Papa Francesco dice che i divorziati uniti civilmente possono accedere all’Eucarestia senza il requisito di vivere come fratello e sorella 

Juan José Perez Soba, professore ordinario di Teologia pastorale del matrimonio e della famiglia al Pontificio Istituto Giovanni Paolo II di Roma: "Semplicemente il Papa ricorda che non basta applicare leggi, ma c’è bisogno di accompagnare le persone. E' una lettera alle chiese, non ai media”
di Matteo Matzuzzi | 11 Aprile 2016 ore 15:55
Roma. “E’ del tutto chiaro che la proposta del cardinale Walter Kasper di indicare una soluzione condivisa secondo la quale i divorziati che danno vita a una nuova unione possono

lunedì 18 aprile 2016

25 anni della Centesimus Annus

Centesimus Annus, non  c’è umanesimo senza il Dio che possiede un volto umano, Gesù Cristo, che ci ha amato sino alla fine come umanità e singoli, senza il suo corpo sociale di crocefisso - risorto cioè la Chiesa, via sacramentale alla verità alla vita e all’amore anche sociale

Di fronte alle guerre tra le confessioni cristiane del XVI e XVII secolo l’ideologia illuminista ha proposto un taglio radicale e profondo soprattutto con la Chiesa cattolica e non solo con il cristianesimo  ma più in generale con le tradizioni religiose e morali dell’umanità rivendicando una centralità con la sola ragione dei valori cristiani di libertà, uguaglianza e libertà

venerdì 15 aprile 2016

Domenica IV di Pasqua

L’icona più bella che, sin dai primi secoli della Chiesa, hanno raffigurato la presenza e l’azione del Crocefisso Risorto in essa è quella del Buon Pastore

La liturgia della IV Domenica di Pasqua ci presenta una delle icone più belle che, sin dai primi secoli della Chiesa, hanno raffigurato in essa la presenza e l’azione sacramentale del Signore crocefisso risorto: quella del Buon Pastore.
Il Vangelo di san Giovanni, al capitolo decimo, ci descrive i tratti peculiari del rapporto tra Cristo Pastore e il suo gregge,

Materia e forma dell'Amoris laetitia

Gli atti del Romano Pontefice hanno un valore e una portata diversi, a seconda delle materia della quale trattano e della forma prescelta per rivolgersi al suo popolo. Gli insegnamenti del Papa, quando egli intende confermare o sviluppare le verità della fede cattolica, vanno accolti da tutti i fedeli con ossequio esteriore ed interiore della mente e del cuore

Antonio Livi
da La nuova Bussola Quotidiana del 13-04-2016
Un documento come l’Esortazione apostolica post-sinodaleAmoris laetitia, per la sua lunghezza e per il particolare momento della storia della Chiesa nel quale è stato redatto e promulgato, richiede un commento quanto mai responsabile e prudente, che io qui faccio avvalendomi

sabato 9 aprile 2016

Innovazione non rottura

In Amoris laetitia c’è innovazione, lo slancio pastorale e misericordioso di papa Francesco, premura per tutte le famiglie, da accompagnare nella Chiesa, nell’educazione dei figli cui pastoralmente convertirsi, non rottura con la grande tradizione pastorale, prudenziale della Chiesa

Riccardo Cascioli in La nuova Bussola del 09-04-2016
«La peculiarità della Amoris Laetitia va cercata nello slancio pastorale e misericordioso di papa Francesco, nella premura per tutte le famiglie, da accompagnare nella Chiesa, nell’educazione dei figli. Ma per quanto riguarda l’ammissione dei divorziati risposati all’Eucaristia non ci sono

venerdì 8 aprile 2016

Amoris laetitia

La visione cristiana del matrimonio e della famiglia ha anche oggi un’immutata forza di attrazione: Amoris laetitia offre le grandi linee di una “conversione pastorale”

Presentazione dell’Esortazione Apostolica post-sinodale del Santo Padre “Amoris laetitia”, sull’amore nella famiglia da parte del Card. Christoph Schonbom
La sera del 13 marzo 2013, le prime parole che il nuovo Papa eletto Francesco rivolse alle persone in piazza San Pietro e in tutto il mondo sono state: “Buona sera!” Semplici come questo saluto sono il linguaggio e lo stile del nuovo

giovedì 7 aprile 2016

I Principi non negoziabili in Joseph Ratzinger

I principi non negoziabili sul rispetto di ogni vita umana all’interno della cellula familiare e del bene comune si pongono in tensione rispetto alla tradizione culturale in senso lato “democratica”, ovvero al potere delle maggioranze.

Panebianco, di impostazione teoretica liberale, ha proposto questi principi che definisce “non negoziabili” come anima dell’Europa, principi di garanzia, propriamente non “democratici”, in quanto afferiscono alla tutela dell’individuo e non alla partecipazione del popolo alla direzione della cosa pubblica:
- “la laicità, a sua volta fondata sulla capacità di distinguere fra il scaro e il profano, fra il regno di Dio e il regno di Cesare”;
- “l’uguaglianza giuridica fra gli individui a prescindere da sesso, religione o altro;
- Il principio della libertà individuale”.
   Benedetto XVI, nel memorabile discorso al parlamento federale di Berlino, il 22 settembre 2011, fondò i principi non

Domenica III di Pasqua

Il Risorto si fa presente per coinvolgere tutti gli uomini nel suo amore, in particolare l’umanità di Simon Pietro

Facendosi in continuità presente da risorto Gesù Cristo attira tutti a sé, affinché nel mondo si accenda continuamente il suo stesso desiderio di amore, di perdono. L’attrazione che Gesù opera sacramentalmente per mezzo del suo

lunedì 4 aprile 2016

Essere liberi è possibile solo in Cristo

Essere liberi è possibile solo in Cristo, nel Dio che possiede un volto umano, che ci ha amati sino alla fine, l’umanità,  ogni singolo e il cosmo con la croce e la risurrezione

L'Occidentale, intervista di Lorenza Formicola al card. Sarah 
in “La Nuova Bussola quotidiana” del 4 Aprile 2016

“'Sono la Via, la Verità, e la Vita'. È questo che è stabile. È questo che io cerco di testimoniare”. L'Occidentale ospita una intervista al Cardinale Robert Sarah, uomo dalla fede ardente, prefetto della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti, e autore del libro "Dio o niente".

Il Cardinale Burke, tempo fa ha detto: “Se per fondamentalista si intende qualcuno che insiste sulle cose fondamentali, sono un fondamentalista.” Rispondeva ad una

Per il messaggio cristiano la risurrezione di Cristo

Clicca per info e acquisti
Se Gesù sia soltanto esistito nel passato o invece esista anche nel presente, lo si possa incontrare e agisca sacramentalmente attraverso il suo corpo cioè la Chiesa – tutto dipende dalla risurrezione

“La risurrezione di Cristo – Benedetto XVI a Verona nel Convegno ecclesiale 2006 – è un fatto avvenuto nella storia, di cui gli Apostoli sono sati testimoni e non certo creatori. Nello stesso tempo essa non è affatto un semplice ritorno alla nostra vita terrena; è invece la più grande “mutazione” mai accaduta, il ”salto” decisivo verso una dimensione di vita