Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2021

1º gennaio

   Maria Madre di Dio (Lc 2, 16-21) "I pastori trovarono Maria e Giuseppe e il bambino. Dopo otto giorni gli fu messo il nome Gesù"   L'odierna liturgia contempla, come in un mosaico, diversi fatti e realtà messianiche, ma l'attenzione  si concentra particolarmente su Maria, Madre di Dio, su Gesù, Figlio del Padre, e per la natura umana nato "da una donna" mostrando come questa donna sia inserita nelle relazioni trinitarie. Otto giorni dopo la nascita verginale di Gesù, ricordiamo, nella celebrazione liturgica, la Madre, la  Theotòkos,  colei che "ha dato alla luce il Re che governa il cielo e la terra per i secoli in eterno (Antifona d'ingresso). La liturgia medita oggi sul Verbo fatto uomo, e ripete che è nato dalla Vergine. Riflette sulla circoncisione di Gesù come rito di aggregazione alla comunità ebraica, e contempla Dio che ha dato il suo Unigenito Figlio come capo del "nuovo popolo" per mezzo di Maria. Ricorda il nome dato al Messi

Messaggio oer la pace e visioni di parte

I Messaggi per la Giornata mondiale della pace vogliono parlare a tutti, e quindi si diffondono sulla panoramica dei bisogni attuali più che sui fondamenti. Così facendo, però, quanto viene detto si relativizza e ottiene l'effetto opposto: non tutti vi si riconoscono appunto perché gravato da scelte di parte Stefano Fontana, in "La Nuova Bussola" – 30 Dicembre 2021 Il Messaggio per la Giornata mondiale della pace del 1 gennaio 2022 è dedicato da Francesco a tre argomenti in sé molto importanti: il dialogo tra le generazioni, l'educazione/istruzione, e il lavoro.  Tutti e tre i soggetti sono "attualizzati" dal Messaggio nel contesto della pandemia da Covid-19 e nella crisi più generale da questa generata. Nel testo ritornano le consuete frasi/immagine: il grido dei poveri e della terra, il cambiamento climatico e il degrado ambientale, il tutto interconnesso, il patto sociale, la cura della casa comune, abbattere le barriere e costruire ponti, un patto che pr

Il cattolico del ma ...

Concilia gli opposti, trova sempre eccezioni "misericordiose". Si dice contrario a contraccezione, divorzio, Aborto, eutanasia, fecondazione artificiale, unioni civili, ma non sempre …Persegue fini buoni, ma compiendo azioni malvagie e dimenticando gli assoluti morali. Eppure, su altre questioni è intransigente. L'identikit del cattolico del ma … Tommaso Scandroglio, in "La Nuova Bussola" – 29 Dicembre 2021 Dopo il cattolico ombra, il cattolico omissivo, il cattolico adulto e il cattolico benaltrista eccoci arrivati a fare un rapido identikit di un altro credente a modo suo, il cattolico del ma … Costui con abilità riesce a conciliare in modo armonico gli opposti, a trovare sempre eccezioni misericordiose alla regola, ad individuare il famigerato spirito evangelico anche nell'errore e nel male. È un ossimoro vivente.   E così è contrario all'aborto, ma, in caso di stupro, misericordia comanda di scrivere un bel licet

Cardinale Muller 'Senza Dio l'uomo va incontro a disastri'

I papi come guardiani della dignità umana "Duc in altum" – 27 Dicembre 202 Il mese scorso l'ex prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, cardinale Gerhard Müller, ha tenuto una conferenza all'Università di Notre Dame, negli Stati Uniti, sul tema I papi come guardiani della dignità umana. Una conferenza che ha preso in esame il modo in cui i cattolici potrebbero proporre e difendere un'autentica antropologia cristiana in un mondo secolarizzato.   Per parlare di felicità, diritti umani e dell'autentica dignità di ogni persona il cardinale ha incontrato Charlie Camosy di The Pillar.   *   Charlie Camosy – Eminenza, lei il mese scorso a Notre Dame ha tenuto una riflessione su I papi come guardiani della dignità umana. Che cosa desiderava trasmettere con la conferenza?   Gerhard Müller – L'occasione è stata la presentazione del mio libro The Pope: His Mission and his Task [Il papa: la sua missione e il suo co