domenica 28 dicembre 2014

Preghiera 53

13 gennaio 2015
Preghiera di liberazione, di guarigione, di consolazione
Dopo l’incontro di liberazione di Natale non  sottometterti di nuovo alla schiavitù del demonio, vigilando con Cristo e pregando liberaci dal Maligno
Liturgia della terza messa di Natale
(165) Gloria nel ciel
(342) Tu scendi dalle stelle
(354) per l’esposizione, più strofe Venite fedeli

Omelia
Vorrei rifarmi al “Discorso” di san Leone Magno, papa, nel giorno di Natale dal tema “Riconosci cristiano la tua dignità” e come allora sono parte integrante  della liturgia le due ultime

martedì 23 dicembre 2014

Gli auguri del Papa alla Curia


La Curia Romana e il Corpo di Cristo

“Tu sei sopra i cherubini, tu che hai cambiato la miserabile condizione del mondo quando ti sei fatto come noi” (Sant'Atanasio)
 
Cari fratelli,
Al termine dell’Avvento ci incontriamo per i tradizionali saluti. Tra qualche giorno avremo la gioia di celebrare il Natale del Signore; l’evento di Dio che si fa uomo per salvare gli uomini; la manifestazione dell’amore di Dio che non si limita a darci qualcosa o a inviarci qualche messaggio o taluni messaggeri ma dona a noi sé stesso; il mistero di Dio che prende su di

venerdì 12 dicembre 2014

Fratelli convertendosi liberamentre a Cristo


Fratelli non si nasce ma lo si diventa sempre più convertendosi, lasciandosi assimilare sempre più a Cristo

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO PER LA CELEBRAZIONE DELLA XLVIII GIORNATA MONDIALE DELLA PACE 

 
1. All’inizio di un nuovo anno, che accogliamo come una grazia e un dono di Dio all’umanità, desidero rivolgere, ad ogni uomo e donna, così come ad ogni popolo e nazione del mondo, ai capi di Stato e di Governo e ai responsabili delle diverse religioni, i miei fervidi auguri di pace, che accompagno con la mia preghiera affinché cessino le guerre, i conflitti e le tante sofferenze provocate sia dalla

giovedì 11 dicembre 2014

Sui sacramenti si gioca anche il futuro della società

di Stefano Fontana
Gli approfondimenti e le discussioni circa il tema del Sinodo sulla famiglia, che nel suo momento straordinario si è tenuto lo scorso ottobre e in quello ordinario si svolgerà nell’autunno del 2015, non hanno riguardato direttamente la Dottrina sociale della Chiesa. Certamente le problematiche del matrimonio, dei sacramenti in genere e dell’accesso alla Santa Comunione sono centrali nelle riflessioni sinodali e meritano il primato. Non è inutile, però, riflettere anche sulla

lunedì 8 dicembre 2014

Articolo corretto del Prof. Joseph Ratzinger

L’ articolo  del 1972 fu la prima e ultima volta in cui il prof. Ratzinger “aprì” alla comunione ai divorziati risposati. In seguito non solo aderì in pieno al divieto della comunione riaffermata dal magistero di Giovanni Paolo II, ma contribuì in misura determinante anche all’argomentazione di tale divieto, come Prefetto della Congregazione per la Dottrina della fede. Senza contare che successivamente, da papa, riconfermò e motivò più volte il divieto della comunione, nel quadro della pastorale per i divorziati risposati.
Non stupisce, quindi, che Ratzinger abbia ritenuta inappropriata la citazione di quel suo articolo del 1972 fatta lo scorso febbraio da Kasper a sostegno delle sue tesi. Da qui la decisione presa da Ratzinger, nel ripubblicare nell’Opera Omnia l’articolo del 1972, di riscriverne e ampliarne la parte conclusiva, mettendola in linea   con il suo successivo e attuale pensiero. Sandro Magister il 3 dicembre ha pubblicato la traduzione della nuova parte finale dell’articolo o ritrattazione, come appare nel volume dell’Opera Omnia, consegnato alla stampa dal papa emerito Benedetto XVI nel marzo 2014. Subito dopo la riproduzione della parte sostituita, quella citata da Kasper a proprio sostegno nel concistoro dello scorso febbraio.

1. LA "RETRACTATIO"


La nuova conclusione dell'articolo del 1972, riscritta da Joseph Ratzinger nel 2014

La Chiesa è Chiesa della Nuova Alleanza, ma vive in un mondo nel quale continua ad esistere immutata quella "durezza del [...] cuore" (Mt 19, 8) che ha spinto Mosé a

sabato 6 dicembre 2014

Più donne nella riflessione teologica

Il magistero difende la fede apostolica comune, in cui non vi è differenza di classe tra dotti e semplici, tra uomini e donne. La Chiesa con il suo ministero gerarchico pastorale è abilitata all’annuncio e non all’insegnamento della teologia scientifica, ma il ministero dell’annuncio si impone anche per la teologia

Cari fratelli e sorelle,
vi incontro con piacere all’inizio di un nuovo quinquennio – il nono – della Commissione Teologica Internazionale. Ringrazio il Presidente, Cardinale Müller, per le parole che mi

In favore delle Sentinelle in piedi

Reggio, il vescovo in campo a favore delle Sentinelle in piedi


di Andrea Zambrano 05-12-2014
 
REGGIO EMILIA - Con una forte presa di posizione a favore delle Sentinelle in piedi il vescovo di Reggio Massimo Camisasca è intervenuto sulla polemica nata a seguito della cancellazione di un incontro sul gender nella parrocchia di Regina Pacis (clicca qui). Camisasca è intervenuto per sedare una situazione diventata ormai esplosiva dopo che il vice parroco

mercoledì 3 dicembre 2014

Viaggio Apostolico in Turchia

Rapporti con i cittadini musulmani ed ecumenismo con il mondo ortodosso


Cari fratelli e sorelle, buongiorno. Ma, non sembra tanto buona la giornata, è un po’ bruttina… Ma voi siete coraggiosi e a brutta giornata buona faccia, e andiamo avanti! Questa udienza si svolge in due posti diversi, come facciamo quando piove: qui in piazza e poi ci sono gli ammalati in Aula Paolo VI. Io li ho già incontrati, li ho salutati, e loro seguono

martedì 2 dicembre 2014

Interventi di Papa Francecso con i giornalisti

La Dottrina sociale viene dal Vangelo e dalla tradizione della Chiesa

Magistero sono state le meravigliose omelie, soprattutto quella sullo Spirito Santo, già pubblicate. Il dialogo con i giornalisti rientra nell’opinione che si può contestare. L’invito, per coglierne tutta la parte positiva, è accostarle con quella simpatia di fede nell’orizzonte che si tratta del Successore di Pietro, del Risorto che sacramentalmente guida la Chiesa e attraverso la Chiesa la storia, anche se non interviene come magistero. Obiettivamente, soprattutto quella di ritorno dalla Turchia così ampia e dove ha mostrato una presenza su tutto, senza alcun imbarazzo. 

Di ritorno da Strasburgo
(Renaud Bernard) Questa mattina, davanti al Parlamento Europeo, lei ha tenuto un discorso con parole pastorali ma con parole che si possono sentire come parole politiche, e che si possono accostare – secondo me – a un sentimento socialdemocratico. Posso prendere un esempio breve,

domenica 30 novembre 2014

Lo Spirito Santo crea l'unità fra i credenti

La Spirito Santo è l’anima della Chiesa. Egli dà vita, suscita i differenti carismi che arricchiscono il popolo di Dio e, soprattutto, crea l’unità tra i credenti: di molti fa un corpo solo, il corpo di Cristo. Tutta la vita e la missione della Chiesa dipendono dallo Spirito Santo; Lui realizza ogni cosa.


“All’uomo assetato di salvezza, Gesù nel Vangelo si presenta come la fonte a cui attingere, la roccia da cui il Padre fa scaturire fiumi di acqua viva per tutti coloro che credono in Lui (cfr Gv 7,38). Con questa profezia, proclamata pubblicamente a Gerusalemme, Gesù preannuncia il dono

I movimenti in comunione con la Chiesa

Preservare la freschezza originaria del carisma integrandosi nella comunione più grande della Santa Madre Chiesa Gerarchica, concretamente nella globalità dei carismi nella concretezza della Chiesa locale cioè nella parrocchia, della Chiesa particolare cioè nella Diocesi.


Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Vi accolgo con piacere in occasione del Congresso che state celebrando con il sostegno del Pontificio Consiglio per i Laici. Ringrazio il Cardinale Ryłko, anche per le sue parole, e Mons. Clemens. Al centro della vostra attenzione in questi giorni ci sono due elementi essenziali della vita cristiana: la

giovedì 27 novembre 2014

Europa, riscopri la verità e le radici cristiane

Europa, riscopri la verità e le radici cristiane

1 AL PARLAMENTO EUROPEO

Signor Presidente, Signore e Signori Vice Presidenti,
Onorevoli Eurodeputati,
Persone che lavorano a titoli diversi in quest’emiciclo,
Cari amici,
vi ringrazio per l'invito a prendere la parola dinanzi a questa istituzione fondamentale della vita dell'Unione Europea e per l'opportunità che mi offrite di rivolgermi, attraverso di voi, agli

Preghiera 55

9 dicembre 2014
Preghiera di liberazione, di guarigione, di consolazione

“Non osare più, astuto serpente, di ingannare il genere umano, di perseguitare la chiesa di Dio, di scuotere e setacciare come il grano gli eletti di Dio (…). Te lo ordina l’eccelsa Madre di Dio, la Vergine Maria, che dal primo istante della sua immacolata concezione, con la sua umiltà, ha schiacciato il tuo capo superbo” (Rituale Romanum del 52) e tu con Lei non hai potuto nulla e non puoi nulla

Liturgia solennità Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria
Canti: -  all’inizio (186) Immacolata
                Comunione (251) Mira il tuo popolo
                 Esposizione (196) Inni e canti 

Omelia
Abbiamo celebrato ieri una delle più belle e significative feste della Beata Vergine Maria anche per la preghiera di

martedì 25 novembre 2014

Cafè teologico

Una lotta bellissima quando constatiamo che il Signore vince il Maligno in ogni tentazione della nostra vita, questo ci dà gioia, una felicità grande da farne notizia cioè evangelizzare.
Ma il Demonio come agisce ordinariamente e straordinariamente? Poteri e limiti
1.    Una lotta bellissima in ogni tentazione ordinaria
La vita del cristiano – prendo dalla meditazione mattutina di Papa Francesco del 30 ottobre, suo magistero petrino ordinario – “è una milizia” e ci vogliono “forza e coraggio” per “resistere” all’azione ordinaria, quotidiana del diavolo, per essere sempre pronti anche di fronte all’azione straordinaria cioè possessioni, ossessioni, vessazioni, infestazioni su persone e cose,  quindi “annunciare” la verità del farsi presente del Risorto con cui poter vincere il principe di questo mondo.
Ma questa “lotta è bellissima”, perché “quando il Signore vince in ogni passo, in ogni tentazione della nostra vita, ci dà

l Sinodo Straordinario sulla Famiglia: quali novità

Il Sinodo, di cui ne è stata celebrata la prima fase e che vedrà tra un anno la continuazione nel Sinodo Ordinario e alla fine tutto verrà consegnato nelle mani del Santo Padre e al suo Ministero petrino, può essere considerato sotto molti punti di vista. Ritengo utile considerarne due:
- il primo, il fenomeno Sinodo Straordinario non magisteriale in vista di quello Ordinario del 2015 magisteriale, cioè la manifestazione esterna prodotta da alcuni membri e da parte della stampa, da comunicati,

martedì 18 novembre 2014

Il Papa condanna la devastazione del gender

“Crescere in una famiglia, con un papà e una mamma”, uomo - donna lo creò: così Papa Francesco condanna la devastazione di tutte le ideologie su matrimonio e famiglia, quella del  gender in particolare

“Cari fratelli e sorelle,
vi saluto cordialmente e ringrazio il Cardinale Müller per le parole con cui ha introdotto questo nostro incontro.
1. Vorrei anzitutto condividere una riflessione sul titolo del vostro colloquio. “Complementarietà”: è una parola preziosa, con molteplici valenze. Si può riferire a diverse situazioni in cui un elemento completa l’altro o supplisce a una sua

lunedì 17 novembre 2014

Responsum della Congregazione per la Fede

La Congregazione per la Dottrina della Fede ha risposto il 22 OTTOBRE 2014
 «Non possiamo escludere a priori i fedeli divorziati risposati dalla confessione penitenziale che porterebbe alla riconciliazione sacramentale con Dio e quindi alla comunione eucaristica. Papa Giovanni Paolo II nella sua Esortazione Apostolica Familiaris Consortio (n. 84), ha ritenuto questa possibilità e ne ha precisato le condizioni: "La riconciliazione attraverso il sacramento della penitenza - aprendo la strada

Il Papa su aborto, eutanasia, uccisione degli embrioni e procreazione artificiale

Il Papa ha ridetto il giudizio della Chiesa su aborto, eutanasia, uccisione degli embrioni e ogni tipo di procreazione artificiale

“ … Non c’è dubbio che, ai nostri giorni, a motivo dei progressi scientifici e tecnici, sono notevolmente aumentate le possibilità di guarigione fisica; e tuttavia, per alcuni aspetti sembra diminuire la capacità di “prendersi cura” della persona, soprattutto quando è sofferente, fragile e indifesa. In effetti, le conquiste della scienza e della medicina possono contribuire al miglioramento della vita umana nella misura in

La teologia di Rahner

La teologia di Rahner spiega la resa davanti al mondo 

di Stefano Fontana
Una delle domande più interessanti in questo clima da sinodo permanente è se la completa vittoria di Karl Rahner nella teologia cattolica sia già avvenuta. Nessuno può nutrire dubbi sull’enorme influenza avuta dal famoso teologo tedesco sul decorso della teologia postconciliare. È rimasta famosa una inchiesta tra gli studenti della Lateranense subito dopo il Concilio. Alla domanda «Chi è il principale teologo cattolico di tutti i tempi?», gli studenti non risposero né Sant’Agostino, né San Tommaso d’Aquino, ma Karl Rahner. 
Ora, cosa c’entra Rahner con l’attuale sinodo permanente? Non si riesce a respingere l’impressione che molte

lunedì 10 novembre 2014

Tutti sono Chiesa, ma la guida è del Papa con i vescovi

Tutti nella Chiesa sono sotto l’azione dello Spirito Santo  ma la guida è del  Papa con i vescovi uniti a lui: la prassi cioè la pastorale, la liturgia, la morale sono dinamicamente distinte dal dogma, dalla dottrina, ma inseparabili.

“Abbiamo sentito le cose che l’apostolo Paolo dice al vescovo Tito. Ma quante virtù dobbiamo avere, noi vescovi? Abbiamo sentito tutti, no? Non è facile, non è facile, perché noi siamo peccatori. Ma ci affidiamo alla vostra preghiera, perché almeno ci avviciniamo a queste cose che l’apostolo Paolo consiglia a tutti i vescovi. D’accordo? Pregherete per noi?
Abbiamo già avuto modo di sottolineare, nelle catechesi precedenti, come lo Spirito Santo ricolmi sempre la Chiesa

martedì 4 novembre 2014

La roccia della fede è l'incontro oggi col Risorto

La risurrezione di Cristo è un fatto avvenuto nella storia, di cui gli Apostoli sono stati  testimoni e non certo creatori

“Questa celebrazione, grazie alla Parola di Dio, è tutta illuminata dalla fede nella Risurrezione. Una verità che si è fatta strada a fatica nell’Antico Testamento, e che emerge in maniera esplicita proprio nell’episodio che abbiamo ascoltato, la colletta per il sacrificio espiatorio in favore dei defunti (2 Mac 12,43-46).
Tutta la divina Rivelazione è frutto del dialogo tra Dio e il suo popolo, e anche la fede nella Risurrezione è legata a questo

La rinuncia alla verità è letale per la fede

di Benedetto XVI, papa emerito
“Vorrei in primo luogo esprimere il mio più cordiale ringraziamento al Rettore Magnifico e alle autorità accademiche della Pontificia Università Urbaniana, agli Ufficiali Maggiori e ai Rappresentanti degli Studenti, per la loro proposta di intitolare al mio nome l’Aula Magna ristrutturata. Vorrei ringraziare in modo del tutto particolare il Gran Cancelliere dell’Università, il Cardinale Fernando Filoni, per avere accolto questa iniziativa. È motivo di

All’Europa serve una “rivoluzione”

del Cardinale Walter Brandmüller
Da quando - avviato dai grandi europeisti e cattolici Adenauer, De Gasperi e Schumann - si è messo in moto il processo di unificazione europea, nelle conferenze, nelle pubblicazioni e così via, si evocano le radici cristiane dell'Europa, di quell'Europa la cui identità spirituale e culturale, cresciuta in questi due millenni, risale a un'eredità garantita dai nomi Atene, Gerusalemme e Roma. Di Mecca e Medina non si parlerà nel presente contesto.
Ma non è di questo che ci occuperemo oggi. Il nostro sguardo si volge piuttosto verso il futuro e domandiamo: che

venerdì 31 ottobre 2014

Incontro mondiale dei movimenti popolari

“L’incontro dei Movimenti Popolari è un segno, è un grande segno: “siete venuti a mettere alla presenza  di Dio, della Chiesa, dei popoli, una realtà spesso passata sotto silenzio. I poveri non solo subiscono l’ingiustizia ma lottano anche contro di essa! (…). È strano ma se parlo di questo per alcuni risulta che il Papa è comunista”. Ma il Papa non parte da ideologie: “Questi sono i temi del Vangelo” come, nella loro essenzialità, vengono proposti dal “Compendio della Dottrina sociale della Chiesa” e dall’esortazione apostolica “Evangelii Gaudium”, con un taglio culturale tipico della Chiesa particolare dell’America latina che suona provocatorio per lo stile occidentale, europeo delle Chiese particolari ma che può promuovere una nuova efficacia, un nuovo passo avanti per tutti.

Buongiorno di nuovo,
sono contento di stare tra voi, inoltre vi faccio una confidenza: è la prima volta che scendo qui, non c’ero mai venuto. Come vi dicevo, provo grande gioia e vi do un caloroso benvenuto.
Grazie per aver accettato questo invito per dibattere i tanti gravi problemi sociali che affliggono il mondo di oggi, voi che vivete sulla vostra pelle la disuguaglianza e

martedì 28 ottobre 2014

Fede nel Signore vincitore del maligno


“Sostenuti sempre dalla speranza e dalla fede nel Signore vincitore del Maligno” (Papa Francesco)

Ho partecipato, dal 20 al 25 nella casa Fraterna Domus Sacrofano (Roma), al Convegno Associazione Internazionale Esorcisti, il primo dopo il riconoscimento di Associazione  privata con personalità giuridica. E’ stato un Convegno ecclesiale di esorcisti insieme agli ausiliari veramente riuscito nella preghiera e nelle relazioni, nelle testimonianze. Veramente provvidenziale di quella di mons. Giovanni d’Ercole sulla spiritualità dell’esorcista. Magistrale poi l’omelia del Card. Mauro Piacenza a cui mi rifaccio insieme agli scritti di Padre Francesco Baamonte e del libro di Sante Babolin L’esorcista ( pp.53-74).
Il Card. Piacenza ha ringraziato la divina provvidenza di poter convenire e concelebrare con i quasi trecento esercisti, raccogliersi ecclesialmente insieme agli ausiliari attorno

sabato 25 ottobre 2014

Lettera al Papa e sua risposta

Verona, 5 ottobre 2014
Padre Francesco,
da dodici anni, per mandato del mio Vescovo di Verona, sono esorcista.
La ringrazio, Padre Francesco, del richiamo continuo all'azione ordinaria del Maligno e soprattutto del sano ottimismo fondato sulla fede che "io ho vinto il principe di questo mondo", "le porte degli inferi non prevarranno", "io sono con voi sempre", per cui occorre non lasciarsi mai rubare la speranza.
Riconoscendo l'Associazione Internazionale Esorcisti, cui appartengo da diversi anni, richiama anche l'azione straordinaria di Satana che nell'immaginario della gente comune rischia di nascondere l'attività ordinaria dell'azione demoniaca. Ma pur non essendo l'attività primaria dell'azione demonica, straziare e tormentare i corpi è una realtà sconvolgente e drammatica cui noi esorcisti siamo chiamati, un ministero di grande amore che fa crescere nella fede.
Mi permetto, Padre Francesco, nella gerarchia tra azione ordinaria, quotidiana, generale, e azione straordinaria, di chiedere qualche suo intervento anche sull'azione straordinaria alla luce degli interventi esorcistici richiamati nei Vangeli.

Con il grazie più cordiale e la preghiera continua, filialmente
sac. Gino Oliosi

   

Reverendo Signore,

Dal Vaticano, 15 ottobre 2014


con cortese lettera del 5 ottobre corrente, Ella ha voluto indirizzare al Santo Padre Francesco espressioni di devoto ossequio e, informandoLo circa l'attività pastorale specifica, svolta a servizio dei fratelli bisognosi, ha manifestato alcune considerazioni personali ed ha chiesto un segno della Sua vicinanza spirituale.
Nell'accogliere con animo riconoscente il confidente gesto, Sua Santità, Che con paterno affetto è vicino a quanti sono provati dalle difficoltà e dalle prove della vita, incoraggia ad affrontare ogni circostanza con fortezza cristiana, sostenuti sempre dalla speranza e dalla fede nel Signore vincitore del Maligno, e, mentre assicura il Suo ricordo nella preghiera, imparte di cuore a Lei ed a quanti sono affidati alle sue cure pastorali la Benedizione Apostolica, che estende volentieri ai familiari ed alle persone care.
Profitto della circostanza per confermarmi con sensi di distinta
stima

dev.mo nel Signore

lunedì 20 ottobre 2014

Discorso conclusivo del Sinodo di Papa Francesco

A sorpresa, Papa Francesco ha concluso il Sinodo con un discorso importante e impegnativo, che contiene una vigorosa messa in guardia contro deviazioni dottrinali sia “tradizionaliste” sia “progressiste” e un fortissimo – non consueto per Papa Bergoglio – richiamo a riconoscere con obbedienza l’autorità del Papa nella sua direzione ordinaria e quotidiana della Chiesa e non solo nel Magistero straordinario

Eminenze, Beatitudini, Eccellenze, fratelli e sorelle,
Con un cuore pieno di riconoscenza e di gratitudine vorrei ringraziare, assieme a voi, il Signore che ci ha accompagnato e ci ha guidato nei giorni passati, con la

sabato 18 ottobre 2014

Attualità del magistero di Paolo VI

Il Concilio, la modernità e i “cattolici inquieti” nel terribile Sessantotto. Ne ha parlato in diverse occasioni Paolo VI che domenica verrà proclamato beato da Papa Francesco.  La celebrazione a San Pietro coinciderà proprio con la fine dell'assemblea straordinaria del Sinodo dei Vescovi sulla famiglia. Per l’occasione, pubblichiamo alcuni interventi che meglio ne chiariscono il magistero su questi temi, anche oggi di grande attualità. 

Dal discorso Ai vescovi dell’America Latina, Bogotà, 24 agosto 1968.
«La fede è la base, è la radice, è la fonte, è la prima ragione d’essere della Chiesa, ben lo sappiamo. E sappiamo anche quanto essa è oggi insidiata dalle correnti più eversive del pensiero moderno. La diffidenza, che, anche negli ambienti

martedì 14 ottobre 2014

Preghiera 53

Martedì 14  ottobre 2014

La nostra madre Chiesa ci dà la capacità di difenderci dalla presenza e dall’azione di Satana nel mondo.   San Michele, gli Angeli invocati ci difendono                                

Canti per la Liturgia eucaristica di san Michele, san Gabriele, san Raffaele:
- Inizio: 222 lodate Dio
- Comunione: 343 Sei tu Signore
- Alla fine, per l’esposizione: 196 Inni e canti 
Omelia

La Chiesa è soprannaturalmente madre per il Figlio di Dio che ha assunto un volto umano nel grembo verginale di Maria, sua madre. La maternità di Maria è certamente unica, singolare, e si è compiuta nella pienezza dei tempi, proprio quando diede alla luce il Figlio di Dio, concepito per opera

lunedì 13 ottobre 2014

Clemenza, misericordia pastorale per i singoli casi difficili

Può la Chiesa consentire l’accesso ai sacramenti, con riferimento alla clemenza pastorale misericordiosa (oikonomia), ai fedeli divorziati risposati senza colpire nei fatti l’indissolubilità del matrimonio voluta da Dio con la Sua parola attraverso la testimonianza biblica e sempre insegnata dal magistero? E’ l’interrogativo pastorale comune nel Sinodo Straordinario con uno sguardo ampio su tutta la famiglia: come far portare il peso del conflitto matrimoniale sulle spalle

martedì 7 ottobre 2014

Sinodo sulla famiglia

Il tema della misericordia, tanto sottolineato nel magistero di Papa Francesco, è emerso come un punto di vista importante nell’annuncio del Vangelo  e quindi nell’attuale Sinodo.

Con la relazione introduttiva del cardinale Peter Erdo è iniziato il Sinodo Straordinario: “Gesù Cristo è il nostro primo Maestro ed il nostro unico Signore. Solo in Lui si trovano “parole di vita eterna” (Gv 6,68). Questo vale anche riguardo alla vocazione umana e alla famiglia. Il messaggio di Cristo non è comodo, ma esigente: richiede la conversione dei cuori. Eppure esso è una verità che ci libera. L’obiettivo

lunedì 6 ottobre 2014

Sinodo: Collezione Famiglia


Clicca per info
Sinodo sulla famiglia. Tre volumi di tre grandi scrittori in difesa della famiglia in quest'epoca che calpesta la sua sacralità. Una collezione imperdibile di tre volumi scontati del 50%. Uno strumento indispensabile ai padri sinodali per orientarsi in mezzo alle eresie che giornali cardinali spacciano per Vangelo. Disponibili anche in Kindle in super-offerta!
Per avere questa collezione super-scontata in formato Kindle clicca i banner Amazon Kindle qui sotto. Sono scontati solo per la durata del Sinodo sulla Famiglia.

Fede eucaristica

La spiritualità del Presbitero guida di una comunità chiamata a generare la fede eucaristica.

Confratelli, nella meditazione-riflessione che vi propongo in questo ritiro spirituale che fa da avvio anche formale all’anno pastorale, vorrei che ci aiutassimo a sintonizzarci tutti, come ordinati di un medesimo Presbiterio, con lo spirito del progetto pastorale diocesano incentrato su “L’Eucaristia celebrata e adorata luogo privilegiato della generazione della fede”.
A tal fine, è quanto mai opportuno che ravviviamo la

Avvio del Sinodo

Sinodo Straordinario chiamato “a proporre con credibilità la buona notizia sulla famiglia” e a “prestare orecchio ai dibattiti di questo tempo e percepire l’odore degli uomini di oggi”

Care famiglie, buonasera!
scende ormai la sera sulla nostra assemblea. È l’ora in cui si fa volentieri ritorno a casa per ritrovarsi alla stessa mensa, nello spessore degli affetti, del bene compiuto e ricevuto, degli incontri che scaldano il cuore e lo fanno crescere, vino buono che anticipa nei giorni dell’uomo la festa senza tramonto.
È anche l’ora più pesante per chi si ritrova a tu per tu con la propria solitudine, nel crepuscolo amaro di sogni e di progetti

L'evangelizzazione nel sociale

La Caritas in veritate e la Evangelium gaudium sono, oggi, documenti fondamentali per l’Evangelizzazione nel sociale. Si tratta di indicazioni magisteriali  per la presenza dei cattolici nella società, nelle istituzioni, nell’economia, nella finanza e nella politica.

Vi saluto tutti con affetto e ringrazio il Cardinale Peter Turkson per le parole con cui ha introdotto questo incontro. La vostra Plenaria coincide con il quinto anniversario della promulgazione dell’Enciclica Caritas in veritate. Un documento fondamentale per l’evangelizzazione del sociale, che offre preziose indicazioni per la presenza dei cattolici

giovedì 2 ottobre 2014

Unità di carismi e ministeri nella Chiesa

La multiformità e l’unità dei carismi e ministeri sono inseparabili nella vita e nell’azione pastorale della Chiesa

Fin dall’inizio, il Signore ha ricolmato la Chiesa dei doni del suo Spirito, rendendola così sempre viva e feconda con i doni dello Spirito Santo. Tra questi doni, se ne distinguono alcuni che risultano particolarmente preziosi per l’edificazione e il cammino della comunità cristiana: si tratta dei carismi. In questa catechesi vogliamo chiederci: che cos’è esattamente un carisma? Come possiamo riconoscerlo e accoglierlo? E soprattutto: il fatto che nella Chiesa ci sia una

mercoledì 1 ottobre 2014

Alvaro Del Portillo toccato dall'amore di Dio nella sua umiltà

Grazie, perdono, aiutami! In queste parole si esprime la santità del Beato Alfaro Del Portillo cioè la tensione di una vita centrata in Dio. Di chi è stato toccato, nella sua umiltà, dall’Amore più grande e quell’amore vive totalmente. Di chi, pur avendo l’esperienza delle debolezze e dei limiti umani, confida nella misericordia del Signore e vuole che tutti gli uomini, suoi fratelli, ne facciano anch’essi esperienza 

Lettera di Papa Francesco a S. E. Mons. Javier Echevarrìa, Prelato dell’OPUS  DEI, in occasione della Beatificazione di Alvaro Del Portillo.

Caro fratello:
La beatificazione del servo di Dio Álvaro del Portillo, collaboratore fedele e primo successore di san Josemaría Escrivá alla guida dell'Opus Dei, è un momento di gioia

lunedì 29 settembre 2014

La barca di Pietro sballottata dalle onde

Di fronte a reazioni provocate dalla coerenza e trasparenza di questo pontefice Papa Francesco non sembra esserne più di tanto spaventato. “La notte e il potere delle tenebre sono sempre vicini”, anche “la barca di Pietro può essere sballottata dalle onde”. Esattamente come lo fu la Compagnia di Gesù quando venne soppressa tre secoli fa. Nella Chiesa di Gesù il Papa, davanti alla tomba di Sant’Ignazio, traccia un paragone tra ieri e oggi. “Costa fatica remare” dice. Ma anche lui “rema insieme a tutti gli altri” e col “vento contrario”. Poi rivolto ai gesuiti che si trovano lì per celebrare il 200esimo anniversario della ricostituzione dell’ordine religioso, ma anche a tutta la Chiesa cattolica, incalza: i gesuiti devono essere rematori esperti. “Remate dunque. Remate, siate forti”. Ma poi, soprattutto: “dobbiamo pregare tanto” perché Dio possa storicamente intervenire col dono soprannaturale del suo aiuto.

Cari fratelli e amici nel Signore,
la Compagnia insignita del nome di Gesù ha vissuto tempi difficili, di persecuzione. Durante il generalato del p. Lorenzo Ricci «i nemici della Chiesa giunsero ad ottenere la

Vescovi secondo Evangelii gaudium

Cari Fratelli,
vi do il mio cordiale benvenuto, insieme ai responsabili del Dicastero Missionario, guidati dal Cardinale Fernando Filoni, che ringrazio per le parole con le quali ha introdotto il nostro incontro. Vi auguro che questo Seminario di aggiornamento sia fruttuoso per ciascuno sia spiritualmente sia pastoralmente. Voi avete risposto con fede e generosità alla chiamata del Signore, che vi ha scelti per essere Pastori del

Humanae Vitae

Siamo ormai prossimi al Sinodo straordinario sulla Evangelizzazione della Famiglia, che si concluderà il 19 ottobre con la beatificazione di Paolo VI che ha avuto il coraggio e la lungimiranza dell’Humanae Vitae.
E’ uscito uno dei migliori libri sul tema, scritto dal dott. Enzo Puccetti, “I veleni della contraccezione”, pubblicato dalle Edizioni Studio Domenicano. Frutto di tre anni di lavoro è un libro di 400 pagine che può aiutare in questo momento. Zenit l’ha intervistato e noi riteniamo pubblicarla:
Nel libro pubblicato dalla ESD lei racconta quanto accadde al Concilio in merito all’utilizzo o meno delle pillole contraccettive. Può dirci quale era il pensiero di Paolo VI in proposito?
Il Santo Padre aveva aperto la porta alla verità. In fin dei conti la pillola aveva fatto la sua comparsa nelle farmacie americane e inglesi soltanto nel 1957, la soppressione

giovedì 25 settembre 2014

Dialogo interreligioso che rifugge dal relativismo

La pacifica e fruttuosa convivenza tra persone e comunità appartenenti a religioni diverse è non solo auspicabile, ma concretamente possibile come l’Albania testimonia oggi in Europa. Rifuggendo dal relativismo e tenendo conto delle identità di ciascuno aperte, però, all’amore rispettoso ed efficace verso il prossimo; ogni comunità  si esprime con l’amore e non con la violenza, non ci si vergogna della bontà! Il bene è premio a se stesso e ci avvicina a Dio, Sommo Bene.
“Oggi vorrei parlare del Viaggio Apostolico che ho compiuto in Albania domenica scorsa…Questa Visita è nata dal desiderio di recarmi in un Paese che, dopo essere stato a

mercoledì 24 settembre 2014

Chi è sicuro delle proprie convinzioni

Incontro con i bambini del centro Betania: chi è sicuro delle proprie convinzioni non ha bisogno di imporsi, di esercitare pressioni sull’altro: sa che verità e amore hanno una propria forza di irradiazione

Cari amici del Centro Betania,
vi ringrazio di cuore per la vostra gioiosa accoglienza! E soprattutto vi ringrazio per l’accoglienza che qui ogni giorno si offre a tanti bambini e ragazzi bisognosi di cura, di tenerezza, di un ambiente sereno e di persone amiche che siano anche veri educatori, un esempio di vita e un sostegno.
In luoghi come questo siamo tutti confermati nella fede, tutti

lunedì 15 settembre 2014

Questo è il matrimonio

L’amore di Gesù, che ha benedetto e consacrato l’unione degli sposi, è in grado di mantenere il loro amore e di rinnovarlo quando umanamente si perde, si lacera, si esaurisce. L’amore di Cristo può restituire agli sposi la gioia di camminare insieme, perché questo è il matrimonio: il cammino insieme di un uomo e di una donna, in cui l’uomo ha il compito di aiutare la moglie ad essere più donna, e la donna ha il compito di aiutare il marito ad essere più uomo.
“La prima Lettura ci parla del cammino del popolo nel deserto (Numeri 21,4b – 9). Pensiamo a quella gente in marcia, guidata da Mosè; erano soprattutto famiglie: padri, madri, figli, nonni; uomini e donne di ogni

Ideologia e peccato radici delle guerre

“La cupidigia, l’intolleranza, l’ambizione al potere” – ma nell’epoca moderna “questi motivi sono spesso giustificati da un’ideologia” perfino religiosa che serve da “giustificazione” per “la passione” e “l’impulso distorto”, il peccato. Ma perché ideologie e peccati riescono a fare proseliti, a distruggere, a sconvolgere il Mondo? Perché nessuno le ferma? La risposta è perché continua l’originale tendenza al male

giovedì 11 settembre 2014

Preghiera Liturgica e Opere di Misericordia

Essenziale del Vangelo è la misericordia e quindi l’incontro liturgico, sacramentale con Gesù Cristo è inscindibile con le opere di misericordia
Nel nostro itinerario di catechesi sulla Chiesa, ci stiamo soffermando a considerare che la Chiesa è madre. La volta scorsa abbiamo sottolineato come la Chiesa ci fa crescere e, con la luce e la forza della Parola di Dio, ci indica la strada

mercoledì 10 settembre 2014

Il cristiano non può mancare di gioia Paolo VI e Francesco

Un cristiano può mancare di tutto; ma se è il cristiano unito a Dio che possiede un volto umano, Gesù, e si lascia da Lui risorto ecclesialmente presente, amare nella fede e nella carità, non può mai mancare di gioia (Paolo VI e Papa Francesco)
Nella modalità dell’esercizio del ministero petrino si constata una sintonia  esistenziale, pastorale tra Papa Francesco e il servo di Dio Paolo VI che il 19 ottobre beatificherà. Tra il dono sacramentale del lasciarsi amare cioè tra la