Post

Visualizzazione dei post da 2024

San Luigi Gonzaga, il patrono dei giovani spiegato da don Bosco

In uno dei suoi scritti più noti ,  Il giovane provveduto,  don Bosco indica ai ragazzi un programma di vita per farsi santi , proponendo come modello san Luigi Gonzaga. Il quale, in Paradiso gode di una gloria così   gr a nde che stupì  una mistica come santa Maddalena de' Pazzi Antonio  Tarallo nella "Nuova Bussola" – 21 giugno 2024 Santi e giovani si può. A confermarlo è la testimonianza di vita di san Luigi Gonzaga (1568-1591) di cui oggi ricorre la memoria liturgica. Il santo, religioso della Compagnia di Gesù, conosciuto da tutti come patrono della gioventù cattolica, ci offre lo spunto per riflettere sulla santità giovanile. La sequela di santi giovani è lunga e tutta colma di biografie davvero straordinarie: a cominciare dagli albori del cristianesimo, passando per il religioso gesuita, fino ad arrivare al futuro san Carlo Acutis (1991-2006), la cui data di canonizzazione verrà resa nota nel concistoro del prossimo  1 luglio .   E se guardiamo alla santità tra i g

'I Sacro Cuore, una devozione che unisce affetto e ragione'

Il mondo offre "una visione superficiale e illusoria dell'amore", dove il sacrificio non è contemplato. "Ma l'amore cristiano è più profondo e significa imitare Cristo" . Nella spiritualità del Sacro Cuore, affetto, intelletto e volontà lavorano insieme . La Bussola intervista il cardinale Collins. Nico Spuntoni in "La Nuova Bussola" – 20 giugno 2024 Il mondo offre «una visione superficiale e illusoria dell'amore», dove il sacrificio non è contemplato. «Ma l'amore cristiano è più profondo e significa imitare Cristo». Nella spiritualità del Sacro Cuore, affetto, intelletto e volontà lavorano insieme. La Bussola intervista il cardinale Collins.   ECCLESIA 19_06_2024 English  Español   Giugno è il mese dedicato al Sacro Cuore di Gesù. Un culto che ha portato grandi frutti di santità alla Chiesa e la cui diffusione si deve particolarmente a santa Margherita Maria  Alacoque  (1647-1690). Benedetto XVI ricordava che «nel cuore del Redentore noi a

Ruini e la Ciesa confusa che voleva salvare il salvabile. Fu questa anche la linea'Esiste una cultura cristiana' del centro diocesano di Verona Giuseppe Toniolo

Il progetto di Ruini e del  C entro diocesano  di Verona  Giuseppe T oniolo "Esiste una cultura cristiana"  voleva raccogliere in una unità culturale  pre -politica  in modo che ognuno di essi la applicasse coerentemente nei diversi partiti. Era un progetto di un a  Chiesa confusa che cercava di salvare il salva b ile . Ma era un sogno irrealizzabile Stefano Fontana nella  "Nuova Bussola" – 19 giugno 2024 Lunga intervista del cardinale Camillo Ruini concessa a Francesco  Verderami  sul Corriere di domenica 16 giugno. L'analisi ha riguardato un lungo periodo, dal 1994 a quando nel 2007 Ruini lasciò la presidenza dei vescovi italiani. Crisi della DC, Tangentopoli, fallimento del nuovo Partito popolare, Berlusconi, Scalfaro, il convegno CEI di Palermo, la presenza dei cattolici nella cultura e poi tutti liberi in politica, la Margherita e Rutelli, il referendum del 2005 sulla fecondazione artificiale, il Family Day del 2007. Questi i temi dell'intervista, quest

Il papa al G7, un'ocasione persa

L'intervento sull'Intelligenza Artificiale è stato ricco di inutili tecnicismi e povero di fondamenti per le auspicate scelte etiche. Nessun riferimento a Dio e a Gesù, né alla legge naturale. Ma la persona, la morale e la politica non reggono senza Dio creatore Stefano Fontana nella "Nuova Bussola" – 16 giugno 2024 Il Papa al G7 Ieri a Borgo Egnazia papa Francesco ha parlato di Intelligenza Artificiale (IA) ai Grandi del G7. Il suo discorso, con aggiunte a braccio, è stato più breve del testo che è stato distribuito. Questo infatti è corposo e articolato, con lunghe incursioni analitiche molto tecniche dentro i meandri della problematica dell'IA. Per il papa l'intelligenza artificiale nasce dallo slancio proprio dell'uomo verso l'"oltre", come è già avvenuto per le altre invenzioni tecniche lungo la sua storia.   Questa volta però c'è qualcosa di radicalmente nuovo: lo strumento è fortemente ambivalente ("affascinante e tremendo ad

Il ministero del Capo (i papi) e quello del Corpo nell'Ordo episcoporum si compomgono in quella complementarietà che volle il Signore stesso e che sempre fu creduta e vissuta dalla Chiesa

La definizione del primato romano ha suscitato e suscita nel suo esercizio reazioni prevedibili, ma erronee nell'intendere nel modo equilibrato il rapporto del Papa con i Vescovi Don Enrico Finotti nel suo libro "IL MUNUS DOCENDI nell'ordinazione episcopale" da pag. 47 a pag. 49  Infatti non fu indolore la definizione conciliare del primato e dell'infallibilità pontificia. Lo scisma dei  Vetero  cattolici, pur contenuto numericamente, ne fu infelice esito che ancor oggi perdura. Anche giudizi importanti come quello del cancelliere tedesco Bismark che non contribuirono a intendere rettamente l< dottrina appena definita e imposero delle risposte competenti ed efficaci. Fu appunto la Conferenza dei Vescovi tedeschi che scrissero con intelligenza su tale questione dirimendo in modo inoppugnabile ogni falsa interpretazione. La loro lettera va segnalata perché argomenta con lucida conoscenza e coerenza espositiva. Non è conforme a verità quindi ritenere il Sommo Pont

Il cuore eucaristico, la pienezza dell'amore di Gesù

Nel giovedì dell'Ottava del Sacro Cuore, ricorre la festa del Cuore eucaristico di Gesù, istituita da Benedetto XV per commemorare l'amore di Nostro Signore "nel mistero dell'Eucaristia". Un mistero, una presenza, una promessa e un invito al nostro libero arbitrio Pubblichiamo di seguito una riflessione inviataci da un anonimo monaco benedettino.   ***   Il 9 novembre 1921, Papa Benedetto XV istituiva la festa del Cuore Eucaristico di Gesù da celebrarsi il Giovedì dell'Ottava del Sacro Cuore con una Messa propria e un Ufficio. Nell'istituire la festa, Benedetto XV scrisse: «Il motivo principale di questa festa è commemorare l'amore di Nostro Signore Gesù Cristo nel mistero dell'Eucaristia. Con questo mezzo la Chiesa desidera infiammare più ferventemente i cuori dei fedeli del fuoco dell'amore divino con il quale il Nostro Signore Gesù Cristo, infiammato di infinita carità nel suo Cuore, istituì la santissima Eucarestia, custodisce e ama i suoi

Muller, migliorare il mondo è cosa buona, ma non è la salvezza

Perseverare in mezzo alla confusione, nel mondo e nella Chiesa.  "Solo  la Rivelazione salva, non le chiacchere dei giornali mainstream ", dice il prefetto emerito della Dottrina della Fede,  intervistato dal direttore Riccardo Cascioli Stefano Chiappalone nella "Nuova Bussola" -15 giugno 2024 Perseverare sino alla fine... e guardando al fine, che si trova al di là e al di sopra delle confusioni e tribolazioni di questo mondo. Solo questo permette di non arrendersi e andare avanti fino alla meta, che è la Persona di Gesù Cristo. Con il cardinale Gerhard Ludwig Müller, la nuova serie dei Venerdì della Bussola entra nel vivo del tema che fa da filo conduttore alla nostra campagna estiva di raccolta fondi: Perseverare nella fede – tema fondamentale in tempi di grande disorientamento, ha spiegato in apertura il direttore Riccardo Cascioli (richiamando Mt 24,11-13: «Molti falsi profeti sorgeranno e sedurranno molti... l'amore dei più si raffredderà»). Anche il cardin

Riforma del Papato, il banco di prova sarà il Sinodo

Nulla di nuovo nel documento di studio sull'esercizio "ecumenico" del primato petrino , ma per il card. Grech sarà il processo sinodale la "grande occasione" per innescare i cambiamenti . Che chiamano in causa l'essenza della Chiesa Luisella Scrosati in "La Nuova Bussola" – 14 giugno 2024 Nulla di nuovo nel documento di studio sull'esercizio "ecumenico" del primato petrino, ma per il card. Grech sarà il processo sinodale la "grande occasione" per innescare i cambiamenti. Che chiamano in causa l'essenza della Chi esa. Il Vescovo di Roma. Primato e sinodalità nei dialoghi ecumenici e nelle risposte all'enciclica Ut unum sint, è il documento frutto del lavoro del Dicastero per la Promozione dell'Unità dei Cristiani, presentato ieri, giovedì 13 giugno, durante una conferenza stampa presso la Sala Stampa della Santa Sede.   Il Prefetto del Dicastero, cardinale Kurt Koch, ha subito precisato che si tratta di un documen