giovedì 27 luglio 2017

La Chiesa si regge e cade con la Liturgia

Oggi, nella Sacra Liturgia noi abbiamo il privilegio ineguagliabile di incontrare il Cristo risorto come lo ha avuto San Tommaso otto giorni dopo la risurrezione
“LA SACRA LITURGIA – IL NOSTRO INCONTRO CON DIO ONNIPOTENTE: UNA PROSPETTIVA CRISTOLOGICA ED ECCLESIOLOGICA”, intervento di Sua Eminenza Robert Sarah in occasione della Conferenza “Sacra Liturgia Milano2017”, 6 giugno 2017.
Introduzione

«La Chiesa si regge e cade con la Liturgia». Queste parole suonano come una forte provocazione. Infatti, nel contesto delle importanti e giuste preoccupazione della Chiesa nei nostri giorni – dal nostro dovere quotidiano di testimoniare la

martedì 25 luglio 2017

Domenica XVII anno A

Domandiamo un “cuore” perfettamente “docile” cioè una coscienza sempre aperta alla verità e sensibile alla giustizia per il bene di tutti per servire il Regno di Dio

Quest’oggi, nella Liturgia, ci soffermeremo sulla Lettura dell’Antico Testamento che ci presenta la figura del re Salomone, figlio e successore di Davide. Ce lo presenta all’inizio del suo regno, quando era ancora

lunedì 24 luglio 2017

Salvezza delle anime e benessere sociale

Il vero “progresso”: aumento della fede, della speranza e dell’amore
Bozza di discorso per la CX congregazione generale del 27 ottobre 1964 sullo Schema XIII in Joseph Ratzinger Opera Omnia L’insegnamento del Concilio Vaticano II pp.271-277.
Nel secondo e terzo capitolo del nostro schema senza dubbio si dicono molte cose buone e utili. Ciò nonostante, permangono difficoltà di non poco conto, in particolare modo

Brani sul Ministero dell’Eucarestia dalla “Forza del Silenzio”

Clicca per info e acquisti
Di Robert Sarah (La forza del silenzio)
Oggi, certi preti trattano l'eucaristia con sovrano disprezzo. Vedono la messa come un rumoroso banchetto nel quale i cristiani fedeli all'insegnamento di Gesù, i divorziati risposati, gli uomini e le donne in situazione di adulterio, i turisti non battezzati che partecipano alle celebrazioni eucaristiche delle grandi folle anonime possono avere accesso al corpo e al sangue del Cristo, senza distinzioni.
La Chiesa deve esaminare con urgenza l'opportunità ecclesiale e pastorale di queste immense celebrazioni eucaristiche composte da migliaia e migliaia di

Sulla bellezza della Messa “Tridentina”

Clicca per info e acquisti
Nella Messa del Vecchio Rito il sacerdote celebra ai piedi di un altare che è rialzato rispetto al piano dei fedeli perché esso deve rappresentare la collina del Calvario. Dunque, già questo fa chiaramente capire ciò che è davvero la Messa. 
Il sacerdote è rivolto verso Dio, con le spalle al popolo, perché agisce come altro-Cristo (in persona Christi) offrendo il Sacrificio all’Eterno Padre. 
I fedeli sono più in basso in quanto impersonano (in un certo senso) Maria e san Giovanni ai piedi della Croce. 
Tutta la celebrazione si rivolge dunque in maniera verticale, dal basso verso l’alto, dall’uomo a Dio; tutto

martedì 18 luglio 2017

Domenica XVI anno A

La liturgia di oggi ci invita a condividere la pazienza di Dio dando prova di grande speranza

Le parabole evangeliche sono brevi narrazioni che Gesù utilizza per annunciare i misteri del Regno dei cieli, del regno di Dio che non è un aldilà immaginario, posto in un futuro che non arriva mai. Utilizzando immagini e situazioni della vita quotidiana, il Signore vuole indicarci il vero fondamento di tutte le cose. Egli ci mostra il Dio che agisce, che entra nella

lunedì 17 luglio 2017

La barca è sul punto di naufragare

Benedetto XVI in morte del cardinale Meisner: “Con la certezza che il Signore non abbandona la sua Chiesa..”
In L’Espresso Settimo Cielo di Sandro Magister del 17/07/2017
Ecco il testo integrale del messaggio – originariamente in tedesco – inviato il 15 luglio dal "papa emerito" Benedetto XVI all'arcidiocesi di Colonia, in Germania, in occasione dei funerali del cardinale Joachim Meisner, uno dei firmatari dei "dubia" sottoposti lo scorso anno a papa Francesco e tuttora rimasti senza risposta.
*
"… ANCHE SE A VOLTE LA BARCA È SUL PUNTO DI NAUFRAGARE"
In questa ora, in cui la Chiesa di Colonia e i suoi fedeli danno l’addio al Cardinale Joachim Meisner, sono con loro con il

sabato 15 luglio 2017

Pastori di cui la Chiesa oggi ha bisogno

“La certezza profonda che il Signore non abbandona la sua Chiesa, anche se a volte la barca è stata riempita fino quasi a capovolgersi..” (Benedetto XVI)

Pubblichiamo qualche stralcio delle parole che Benedetto XVI ha scritto in ricordo del cardinaleJoachim Meisner, suo grande amico e sostenitore, in occasione delle esequie. La traduzione è nostra. Il testo originale è QUI.
“Quando ho appreso mercoledì scorso da una telefonata della morte del card. Meisner in un primo momento non ci credevo. Il giorno prima avevamo parlato al telefono. La sua voce era piena di gratitudine perché era ormai arrivato in vacanza..
Quello che mi ha colpito particolarmente nei recenti colloqui con il cardinale defunto sono state la serenità, la gioia interiore e la fiducia che aveva trovato. Sappiamo che era un pastore appassionato, e l’ufficio di pastore è difficile, proprio in un momento in cui la Chiesa ha bisogno di pastori che sappiano resistere alla dittatura dello spirito del tempo.
Ma la cosa che più mi ha commosso  è che ha vissuto in questo ultimo periodo della sua vita… sempre di più la certezza profonda che il Signore non

Papi ciarlieri e vescovi pretenziosi

Clicca per info e acquisti
del Card. Robert Sarah
Dopo la sua rinuncia, Benedetto XVI è simile ai monaci, ritirato nel silenzio di un monastero nei giardini del Vaticano. Come i contemplativi, è a servizio della Chiesa consacrando le sue ultime forze e l'amore del suo cuore a pregare, contemplare e adorare Dio. Il Papa Emerito rimane davanti al Signore per la salvezza delle anime e per la gloria solo di Dio. Tuttavia, dopo due millenni, che paradosso sorprendente vedere tanti teologi ciarlieri, tanti papi rumorosi, tanti successori degli apostoli pretenziosi ed infatuati dei propri ragionamenti. Ma la Chiesa è incrollabile, fondata su "Pietro" e sulla roccia del Golgota.
(Card. Robert Sarah, La forza del silenzio, p. 51)

“C’è un grande turbamento in questo momento nel mondo e nella Chiesa…” (Paolo VI)

Clicca per info e acquisti
Stiamo constatando la realtà delle parole profetiche di Paolo VI, citate da Jean Guitton nel suo libero Paolo VI segreto: “C’è un grande turbamento in questo momento nel mondo e nella Chiesa e ciò che è in questione è la fede (…) Ciò che mi colpisce, quando considero il mondo cattolico, è che all’interno del cattolicesimo sembra talvolta predominare un pensiero di tipo non cattolico, e può avvenire che questo pensiero non cattolico all’interno del cattolicesimo diventi domani il più forte. Ma esso non rappresenta mai il pensiero della Chiesa. Bisogna che sussista un piccolo gregge, per quanto piccolo esso sia”.
Questo non meraviglia perché la vigilanza ci viene già da san Paolo: “Noi non siamo infatti come quei molti che

venerdì 14 luglio 2017

Domenica XV anno A

Dio non ci costringe a credere in Lui, ma ci attira a Sé con la verità e la bontà del Figlio incarnato: l’amore non può accadere senza verità e libertà

Nel Vangelo dell’odierna Domenica (Mt 13, 1-23), Gesù si rivolge alla folla con la celebre parabola del seminatore. E’ una pagina in qualche modo “autobiografica”, perché riflette l’esperienza stessa di Gesù, della sua predicazione: Egli si identifica con il seminatore, che sparge il buon seme della

Sul bimbo Charlie Gard

Un’intervista di Don Francesco Giordano a proposito della vicenda del piccolo Charlie Gard insieme alla sua famiglia

CL: Reverendo, oltre ad essere un docente di teologia lei è anche Direttore di Vita Umana Internazionale Italia. Approfittando della sua grande esperienza in questo campo vorremmo cogliere l'occasione per capire meglio la vicenda

mercoledì 5 luglio 2017

Domenica XIV ordinario

Il vero rimedio alle ferite dell’umanità è una regola di vita basata sull’amore fraterno, che ha la sua sorgente nell’amore di Dio
Oggi, nel Vangelo, il Signore Gesù ci ripete quelle parole che conosciamo così bene, ma che sempre ci commuovono soprattutto in momenti difficili, drammatici: “Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che

Maria, Stella dell’Evangelizzazione Madre della Chiesa

Esercizi spirituali attingendo molto e liberamente da LA STRANIERA Meditazioni sulla Chiesa di Massimo Camisasca (Ed. San Paolo)

Non può mancare in un incontro di Esercizi spirituali la forza del silenzio che è il clima interiore, l’atteggiamento interiore, la disponibilità interiore che consente la preghiera cioè l’ascolto, soprattutto personale, della Parola di Dio che è come una spada affilata. Ed è la stessa immagine che la Lettera agli Ebrei utilizza per definire la Parola, che, come