Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2021

Bergoglio è Papa

Bergoglio è papa? Storicamente, per il singolo, può essere Dubbio; Teologicamente, per la Chiesa, è certo. Don Curzio Nitoglia, "Accademia Adriatica di Filosofia", 27 Aprile 2021 Prologo   Verso la fine del Trecento vi fu uno scisma in Europa, che turbò la pace della Chiesa e si ebbe, allora, la coesistenza di un Papa con uno o persino due antipapi.   Infatti, dopo il Pontificato di Gregorio XI (1370 – 1378), fu eletto Urbano VI (1378 – 1389), al quale fu contrapposto un antipapa: Clemente VII, che fu eletto da molti Cardinali francesi a Fondi vicino a Latina, il 20 settembre del 1378.   Dubbio storico, certezza canonico/teologica   A – "Storicamente"   Il grande studioso germanico vissuto verso la fine dell'Ottocento, Franz Xaver Funk, ha scritto che a) dal punto di vista storico non è certo, ed è ancora disputabile, se il Papa validamente eletto fosse stato Urbano VI (dell'obbedienza romana/urbaniana) oppure Clemente VII

San Luigi Maria Grignon di Monfort

Fu autore di grandi testi di spiritualità come il Trattato della vera devozione alla Santa Vergine. E, due secoli dopo, San Pio X non solo raccomandò di leggere l'opera ma accordò per iscritto la Benedizione Apostolica "a tutti quelli che leggeranno questo Trattato" Ermes Dovico, da "La Nuova Bussola" – 28 Aprile 2021 San Pio X non solo raccomandò di leggere il Trattato della vera devozione alla Santa Vergine, uno dei capolavori di san Luigi Maria Grignion di Montfort (1673-1716), ma accordò per iscritto la benedizione apostolica "a tutti quelli che leggeranno questo Trattato". Negli anni Quaranta il giovane Karol Wojtyla, allora operaio nelle cave di pietra della Solvay, portava sempre con sé il libriccino del Montfort, da cui imparò il significato dell'autentica devozione alla Madonna: "Mentre prima mi trattenevo nel timore che la devozione mariana facesse da schermo a Cristo invece di aprirgli la strada

Liberalismo e Cattolicesimo, un confronto per capire

Liberalismo e Cattolicesimo, un confronto per capire Giulia Tanel, da "La Nuova Bussola" – 28 Aprile 2021 I princìpi del liberalismo sono diffusi e sostenuti da forze politiche ed economiche. Le origini di questo pensiero sono complesse, ma l'ultimo libro di Roberto Marchesini - Liberalismo e cattolicesimo - conclude che esso «è il padre di ogni altra rivoluzione: quella protestante, quella illuminista, quella marxista». E anche nel Magistero c'è prevalentemente un giudizio negativo.     Il prolifico Roberto Marchesini, psicologo e psicoterapeuta, torna in libreria con un testo che tratta un argomento "lontano" dalla sua specializzazione: Liberalismo e cattolicesimo - I mercanti nel tempio (Sugarco, 2021, 18 euro). E infatti, fin dalla prefazione, l'autore chiarisce che il suo intento è semplicemente quello di offrire qualche riflessione, senza velleità di improvvisarsi economista o filosofo, bensì semplicemente port