Post

Visualizzazione dei post da 2021

Terza Domenica di Quaresima

Lo zelo di Gesù per il Padre e la sua casa e di chi vuole assimilarsi a Lui  è lo zelo dell'amore che paga di persona, non quello che vorrebbe servire Dio mediante l'imposizione, addirittura la violenza   Il Vangelo di questa terza domenica di Quaresima riferisce – nella redazione di Giovanni – il celebre episodio di Gesù che scaccia dal tempio di Gerusalemme i venditori di animali e cambiavalute (Gv 2,13-25). Non si tratta dell'edificio del tempio (santuario), ma dei cortili. Il tempio di Gerusalemme, infatti, comprendeva un edificio sacro e grandi cortili, nei quali si poteva insegnare e fare diverse attività di commercio, di vendita, e nei quali c'erano anche le abitazioni dei sacerdoti. Invece il santuario era l'edificio sacro, che comprendeva due parti. Il Santo e il Santo dei Santi, in cui non si poteva entrare liberamente. Nel Santo potevano entrare solo i sacerdoti; nel Santo dei Santi poteva entrare solo il sommo s

Il Papa chiede pieni diritti per i cristiani in Iraq

Lasciando la Cattedrale, il Pontefice ha scritto nel Libro d'Onore, firmandosi come "penitente e pellegrino di fede e di pace in Iraq" ed invocando "da Dio per questo popolo, con l'intercessione della Vergine Maria, la forza di ricostruire insieme il Paese nella fraternità" Nico Spuntoni, da "La Nuova Bussola" 6 Marzo 2021   Nel corso della sua prima giornata in Iraq, il Papa ha esortato le autorità civili e religiose a promuovere la partecipazione alla vita pubblica dei cristiani, da cittadini che godano pienamente di diritti, libertà e responsabilità. Ieri, prima di imbarcarsi per il viaggio più difficile del suo pontificato, Francesco ha voluto salutare alcuni profughi iracheni arrivati in Italia attraverso i corridoi umanitari organizzati dalla Comunità di Sant'Egidio. Al Papa è stato fatto dono della stola di don Ragheed Ganni, sacerdote caldeo originario di Karemlesh ucciso dall'Isis nel 2007. Dura

Clero, seminaristi, religiosi e religiose

Ogni cristiano è chiamato a testimoniare in Cristo l'amore fraterno per tutti, ovunque e in ogni tempo Bagdad 6 Marzo 2021 Beatitudini, Eccellenze, Cari Sacerdoti e Religiosi, Care Suore, cari fratelli e sorelle!   Vi abbraccio tutti con affetto paterno. Sono grato al Signore che nella sua provvidenza ci ha permesso di incontrarci oggi. Ringrazio Sua Beatitudine il Patriarca Ignace Youssif Younan e Sua Beatitudine il Cardinale Louis Sako per le parole di benvenuto. Siamo riuniti in questa Cattedrale di Nostra Signora della Salvezza, benedetti dal sangue dei nostri fratelli e sorelle che qui hanno pagato il prezzo estremo della loro fedeltà al Signore e alla sua Chiesa. Possa il ricordo del loro sacrificio ispirarci a rinnovare la nostra fiducia nella forza della Croce e del suo messaggio salvifico di perdono, riconciliazione e rinascita. Il cristiano infatti è chiamato a testimoniare l'amore di Cristo ovunque e in ogni tempo. Questo è il