domenica 28 dicembre 2014

Preghiera 53

13 gennaio 2015
Preghiera di liberazione, di guarigione, di consolazione
Dopo l’incontro di liberazione di Natale non  sottometterti di nuovo alla schiavitù del demonio, vigilando con Cristo e pregando liberaci dal Maligno
Liturgia della terza messa di Natale
(165) Gloria nel ciel
(342) Tu scendi dalle stelle
(354) per l’esposizione, più strofe Venite fedeli

Omelia
Vorrei rifarmi al “Discorso” di san Leone Magno, papa, nel giorno di Natale dal tema “Riconosci cristiano la tua dignità” e come allora sono parte integrante  della liturgia le due ultime

martedì 23 dicembre 2014

Gli auguri del Papa alla Curia


La Curia Romana e il Corpo di Cristo

“Tu sei sopra i cherubini, tu che hai cambiato la miserabile condizione del mondo quando ti sei fatto come noi” (Sant'Atanasio)
 
Cari fratelli,
Al termine dell’Avvento ci incontriamo per i tradizionali saluti. Tra qualche giorno avremo la gioia di celebrare il Natale del Signore; l’evento di Dio che si fa uomo per salvare gli uomini; la manifestazione dell’amore di Dio che non si limita a darci qualcosa o a inviarci qualche messaggio o taluni messaggeri ma dona a noi sé stesso; il mistero di Dio che prende su di

venerdì 12 dicembre 2014

Fratelli convertendosi liberamentre a Cristo


Fratelli non si nasce ma lo si diventa sempre più convertendosi, lasciandosi assimilare sempre più a Cristo

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO PER LA CELEBRAZIONE DELLA XLVIII GIORNATA MONDIALE DELLA PACE 

 
1. All’inizio di un nuovo anno, che accogliamo come una grazia e un dono di Dio all’umanità, desidero rivolgere, ad ogni uomo e donna, così come ad ogni popolo e nazione del mondo, ai capi di Stato e di Governo e ai responsabili delle diverse religioni, i miei fervidi auguri di pace, che accompagno con la mia preghiera affinché cessino le guerre, i conflitti e le tante sofferenze provocate sia dalla

giovedì 11 dicembre 2014

Sui sacramenti si gioca anche il futuro della società

di Stefano Fontana
Gli approfondimenti e le discussioni circa il tema del Sinodo sulla famiglia, che nel suo momento straordinario si è tenuto lo scorso ottobre e in quello ordinario si svolgerà nell’autunno del 2015, non hanno riguardato direttamente la Dottrina sociale della Chiesa. Certamente le problematiche del matrimonio, dei sacramenti in genere e dell’accesso alla Santa Comunione sono centrali nelle riflessioni sinodali e meritano il primato. Non è inutile, però, riflettere anche sulla

lunedì 8 dicembre 2014

Articolo corretto del Prof. Joseph Ratzinger

L’ articolo  del 1972 fu la prima e ultima volta in cui il prof. Ratzinger “aprì” alla comunione ai divorziati risposati. In seguito non solo aderì in pieno al divieto della comunione riaffermata dal magistero di Giovanni Paolo II, ma contribuì in misura determinante anche all’argomentazione di tale divieto, come Prefetto della Congregazione per la Dottrina della fede. Senza contare che successivamente, da papa, riconfermò e motivò più volte il divieto della comunione, nel quadro della pastorale per i divorziati risposati.
Non stupisce, quindi, che Ratzinger abbia ritenuta inappropriata la citazione di quel suo articolo del 1972 fatta lo scorso febbraio da Kasper a sostegno delle sue tesi. Da qui la decisione presa da Ratzinger, nel ripubblicare nell’Opera Omnia l’articolo del 1972, di riscriverne e ampliarne la parte conclusiva, mettendola in linea   con il suo successivo e attuale pensiero. Sandro Magister il 3 dicembre ha pubblicato la traduzione della nuova parte finale dell’articolo o ritrattazione, come appare nel volume dell’Opera Omnia, consegnato alla stampa dal papa emerito Benedetto XVI nel marzo 2014. Subito dopo la riproduzione della parte sostituita, quella citata da Kasper a proprio sostegno nel concistoro dello scorso febbraio.

1. LA "RETRACTATIO"


La nuova conclusione dell'articolo del 1972, riscritta da Joseph Ratzinger nel 2014

La Chiesa è Chiesa della Nuova Alleanza, ma vive in un mondo nel quale continua ad esistere immutata quella "durezza del [...] cuore" (Mt 19, 8) che ha spinto Mosé a

sabato 6 dicembre 2014

Più donne nella riflessione teologica

Il magistero difende la fede apostolica comune, in cui non vi è differenza di classe tra dotti e semplici, tra uomini e donne. La Chiesa con il suo ministero gerarchico pastorale è abilitata all’annuncio e non all’insegnamento della teologia scientifica, ma il ministero dell’annuncio si impone anche per la teologia

Cari fratelli e sorelle,
vi incontro con piacere all’inizio di un nuovo quinquennio – il nono – della Commissione Teologica Internazionale. Ringrazio il Presidente, Cardinale Müller, per le parole che mi

In favore delle Sentinelle in piedi

Reggio, il vescovo in campo a favore delle Sentinelle in piedi


di Andrea Zambrano 05-12-2014
 
REGGIO EMILIA - Con una forte presa di posizione a favore delle Sentinelle in piedi il vescovo di Reggio Massimo Camisasca è intervenuto sulla polemica nata a seguito della cancellazione di un incontro sul gender nella parrocchia di Regina Pacis (clicca qui). Camisasca è intervenuto per sedare una situazione diventata ormai esplosiva dopo che il vice parroco

mercoledì 3 dicembre 2014

Viaggio Apostolico in Turchia

Rapporti con i cittadini musulmani ed ecumenismo con il mondo ortodosso


Cari fratelli e sorelle, buongiorno. Ma, non sembra tanto buona la giornata, è un po’ bruttina… Ma voi siete coraggiosi e a brutta giornata buona faccia, e andiamo avanti! Questa udienza si svolge in due posti diversi, come facciamo quando piove: qui in piazza e poi ci sono gli ammalati in Aula Paolo VI. Io li ho già incontrati, li ho salutati, e loro seguono

martedì 2 dicembre 2014

Interventi di Papa Francecso con i giornalisti

La Dottrina sociale viene dal Vangelo e dalla tradizione della Chiesa

Magistero sono state le meravigliose omelie, soprattutto quella sullo Spirito Santo, già pubblicate. Il dialogo con i giornalisti rientra nell’opinione che si può contestare. L’invito, per coglierne tutta la parte positiva, è accostarle con quella simpatia di fede nell’orizzonte che si tratta del Successore di Pietro, del Risorto che sacramentalmente guida la Chiesa e attraverso la Chiesa la storia, anche se non interviene come magistero. Obiettivamente, soprattutto quella di ritorno dalla Turchia così ampia e dove ha mostrato una presenza su tutto, senza alcun imbarazzo. 

Di ritorno da Strasburgo
(Renaud Bernard) Questa mattina, davanti al Parlamento Europeo, lei ha tenuto un discorso con parole pastorali ma con parole che si possono sentire come parole politiche, e che si possono accostare – secondo me – a un sentimento socialdemocratico. Posso prendere un esempio breve,