domenica 10 novembre 2019

Sarah Si fa sera e il giorno già volge al declino

Clicca per info e acquisti
Sarah: "Celibato, preghiera e dottrina: ecco come usciremo dalla crisi della Chiesa"
A cura di Andrea Zambrano – La Nuova Bussola Quotidiana 10 novembre 2019
"Come siamo arrivati a tanta follia tanto da respingere in modo schiacciante Dio?". Partecipatissima presentazione a Milano del libro del cardinal Robert Sarah nell'evento promosso dalla Nuova Bussola Quotidiana. La crisi della fede, della Chiesa e dell'uomo. "Senza Cristo le nostre riforme sono una rovina". E ancora: il celibato ("nessun bisogno potrà cancellarlo"), la perdita del sacro ("ci sono preti che non credono alla presenza reale dell'Eucarestia), le responsabilità dei vescovi ("Abbiamo decristianizzato l'Occidente), "l'enciclica" di Benedetto XVI e il paganesimo. "Se la Chiesa parla di fenomeni sociali, subisce la pressione per cambiare il

venerdì 8 novembre 2019

Festival Fede & Cultura 2019: il programma


Il Prof. Giovanni Zenone, direttore di Fede & Cultura, presenta il programma del prossimo festival di Fede e Cultura 2019 che si terrà a Verona il 17 novembre 2019. Iscriviti qui

Chi sono i cattolici perseguitati?


Il Prof. Giovanni Zenone, direttore di Fede & Cultura, presenta il prossimo festival di Fede e Cultura 2019 che si terrà a Verona il 17 novembre 2019. Iscriviti qui

lunedì 4 novembre 2019

Domenica XXXII

"Giornata del ringraziamento": ogni Eucaristia domenicale è azione di grazie ma questa seconda domenica di novembre è azione di grazie a Dio al termine della stagione dei raccolti agricoli e industriali

Nella seconda Lettura della Liturgia odierna, l'apostolo Paolo sottolinea l'importanza anche del lavoro unito alla preghiera per la vita veramente vita cioè da risorti, come richiama il Vangelo. Tale speranza è richiamata anche dalla "Giornata del ringraziamento", che si celebra in Italia in questa seconda domenica di novembre come azione di

domenica 3 novembre 2019

Sposati preti in continenza fin dagli apostoli

Venir ordinati preti e vescovi uomini sposati? Sì, ma puntando alla continenza. È il celibato apostolico "conseguente" degli sposati preti fino alla decisione, nel XII secolo, di quello "antecedente" dei preti non sposati
Thomas Michelet, domenicano, Marc Quellet, cardinale, in "Amici dello Sposo. Per una visione rinnovata del celibato sacerdotale" in Sandro magister del 02 ottobre 2019.
Michelet non si dichiara né pro né contro. Ha notato però un vuoto di memoria storica clamoroso nella quasi totalità degli uomini di Chiesa che si accalorano sulla questione.
Quasi tutti dimenticano - o non hanno mai saputo – che nei molti secoli nei quali venivano ordinati preti e vescovi uomini sposati la sacra ordinazione era sempre legata all'impegno di una continenza perfetta tra gli sposi. E tale celibato "conseguente" non era ritenuto un vincolo

giovedì 31 ottobre 2019

Perché deve essere la Chiesa a darsi un volto amazzonico e non l'Amazzonia darsi un volto cattolico

Penso utile offrire la relazione di Stefano Fontana presentata al Convegno internazionale "Sinodo dell'Amazzonia: la posta in gioco". Il centro è: Perché deve essere la Chiesa a darsi un volto amazzonico e non l'Amazzonia a darsi un volto cattolico? Siamo di fronte a due paradigmi teologici

Tre errori nell'approccio al sinodo 
Nell'affrontare il sinodo sull'Amazzonia bisogna porre attenzione a non compiere tre errori.
Il primo errore consiste nel considerare il sinodo, le sue tematiche e l'approccio teologico che emerge dall'Instrumentum laboris (IL), come nati da esigenze di questi nostri tempi, come qualcosa che non ha una storia alle spalle e non risente degli effetti di un lungo periodo di innovazioni teologiche. Il sinodo sarebbe qualcosa di nato dalle esigenze di oggi, come un fungo che nasce nel bosco nel giro di una notte. Andrebbe considerato quindi privo di

martedì 29 ottobre 2019

Domenica XXXI

Gesù per risvegliare in tutti la capacità di conversione è attento a loro, vuole tutti salvi anche il pubblicano, il peccatore Zaccheo disonesto e a servizio di una potenza pagana

Oggi la liturgia presenta alla nostra meditazione il noto episodio evangelico dell'incontro, dello sguardo di Gesù con Zaccheo su di un albero nella città di Gerico. Chi era Zaccheo? Un uomo ricco che di mestiere faceva il "pubblicano", cioè l'esattore delle tasse per conto dell'autorità romana pagana, e proprio per questo, come pure per la disonestà, veniva considerato pubblico peccatore, da evitare. Avendo saputo che Gesù, noto perché non si fermava a

Le tre religioni monoteiste pur nella diversita ci mettono la firma L'eutanasia va vietata

Il 28 ottobre è stata presentata in Vaticano da parte di ebrei, cristiani e musulmani la Dichiarazione congiunta delle religioni monoteiste abramitiche sulla problematica della fine vita.
Il documento è stato proposto dal rabbino Avraham Steinberg, vicepresidente del Consiglio nazionale israeliano di bioetica, a papa Francesco che l'ha affidata alla Pontificia accademia per la vita. La stesura quindi è stata realizzata da un gruppo congiunto interreligioso, formato da ebrei, musulmani, ortodossi e cattolici e coordinato dalla Pontificia accademia. L'elemento comune è il monoteismo abramitico, distinto dal compimento cristologico trinitario per ortodossi e cattolici.
Ho attinto da L.Ber. in La Verità del 29 ottobre 2019. "È netto il "no" all'eutanasia e al suicidio medicalmente assistito, che "sono moralmente e intrinsecamente sbagliati e

Lettera aperta di mons. Schneider a condanna dell'abominio idolatrico

Lettera aperta di mons. Schneider a condanna dell'abominio idolatrico consumatosi al sinodo per l'Amazzonia
In Corrispondenza Romana 28 ottobre 2019
1. «Non avrai altri dei davanti a Me», dice il Signore Iddio, come il primo dei Comandamenti (Es 20, 3). Consegnato originariamente a Mosè e al popolo ebraico, questo comando rimane valido per tutte le persone e tutte le epoche, poiché Dio ci dice: «Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai» (Es 20, 4-5). Nostro Signore Gesù Cristo osservò perfettamente questo comandamento. Quando Gli furono offerti i regni del mondo se solo Egli si

lunedì 28 ottobre 2019

In questo momento i fedeli sono allarmati

Clicca per info e acquisti
I fedeli sono allarmati. "E anche Bergoglio di recente ha riconosciuto che qualcuno sta meditando umo scisma. Cosa che egli comunque dice di non temere" (Vittorio Messori)
Parte dell'intervista di Stefano Filippi a Vittorio Messori per la riedizione di "Ipotesi su Gesù" in LaVerità del 28 ottobre 2019
Il libro "Ipotesi su Gesù" uscì nel 1976, nel pieno degli anni di piombo.
"Era l'anno in cui per la prima volta i voti al Pci superarono quelli della Dc. Il clima non era certo favorevole a un testo sulla storicità dei Vangeli. Ma il mondo cattolico era ancora numeroso. Ora i cattolici sono più che dimezzati. Direi però che i superstiti sono più motivati e più informati di un tempo,

domenica 27 ottobre 2019

È grave l'attuale situazione della Chiesa

Martin Hahnel ha individuato cinque punti nel testo non vincolante offerto a papa Francesco in vista della preparazione dell'apposita esortazione post-sinodale: l'idea di progresso ha sostituito la Provvidenza, una morale senza più il paradigma della verità e della ragione, la mondanizzazione della Chiesa, l'abbandono del sensus fidei e infine ragioni economiche. Un'agenda in cui il Papa rischia di farsi complice e per il quale dobbiamo pregare molto in questo momento
Nico Spuntoni presenta i contenuti del Documento finale del Sinodo in "La Nuova Bussola Quotidiana" 27-10-2019
I 185 padri sinodali aventi diritto hanno votato il documento finale del Sinodo speciale dei Vescovi per la Regione Panamazzonica. Il testo non è vincolante ma sarà offerto a papa Francesco in vista della preparazione dell'apposita

giovedì 24 ottobre 2019

Manipolare il Sinodo sull?Amazzo nia sarebbe un insulto a Dio

«Sono scioccato e indignato per il fatto che il disagio spirituale dei poveri in Amazzonia venga usato come pretesto per sostenere progetti tipici del cristianesimo borghese e mondano», come l'abolizione del celibato e l'ordinazione delle donne. «Il declino della fede nella Presenza reale di Gesù Eucaristia è al centro dell'attuale crisi della Chiesa». «Alla radice di tutte le crisi, antropologiche, politiche, sociali, culturali, geopolitiche, c'è l'oblio del primato di Dio». Oggi siamo

martedì 22 ottobre 2019

Solennità di tutti i santi, memoria dei nostri caridefunti

Sul fondamento della Pasqua di Cristo, celebrata in aprile, della Pasqua di Maria in agosto, la celebrazione della nostra Pasqua nella solennità di tutti i Santi, nella memoria dei nostri cari in Paradiso o nel pre-paradiso cioè nel Purgatorio

Il primo novembre abbiamo la gioia di incontrarci nella solennità di Tutti i Santi e nel pomeriggio con tutti i nostri cari Defunti in Paradiso o nel pre-paradiso del Purgatorio:

Domenica XXX

Umiltà, fiducia e perdono  sono atteggiamenti che dobbiamo sempre coltivare nella preghiera

Nel Vangelo Gesù dà ora molti insegnamenti sulla preghiera, insiste sulla necessità delle preghiere di ogni giorno e della continua preghiera cioè di innalzare mente e cuore continuamente a Lui. In questa domenica richiama le

mercoledì 16 ottobre 2019

Domenica XXIX

Dio è una persona; anzi, sono tre persone nell'unico essere divino che è amore, il Padre, l'eternamente amante, il Figlio, l'eternamente amato, lo Spirito Santo, l'eterno amore che possono storicamente intervenire con esseri liberi se consapevoli e liberamente accoglienti e questo avviene nella preghiera con fede

La liturgia di questa domenica ci offre una consapevolezza significativa, richiamata anche da tutte le riconosciute o presunte apparizioni: la necessità di pregare sempre cioè le preghiere e la preghiera o innalzare continuamente mente a

martedì 15 ottobre 2019

Il primato della verità sulla bontà

Clicca per info e sconti
Due criteri per discernere la presenza di un'autentica voce della coscienza: essa non coincide con i propri desideri e coi propri gusti; essa non si identifica con ciò che è socialmente più vantaggioso, col consenso di gruppo o con le esigenze del potere politico o sociale

Il cardinale Joseph Ratzinger sul Il Sabato del 1991 
[…] A questo punto vorrei fare una breve digressione. Prima di tentare di formulare risposte coerenti alle questioni sulla natura della coscienza, occorre che allarghiamo un po' le basi della riflessione, al di là della dimensione personale da cui abbiamo preso l'avvio. Per la verità non ho l'intenzione di sviluppare qui una dotta trattazione sulla storia delle teorie

domenica 13 ottobre 2019

Newman denuncio gli errori del liberalismo religioso, teologico

Clicca per info e acquisti
Il cardinale John Henry Newman, proclamato santo da Papa Francesco nove anni dopo la beatificazione celebrata da Benedetto XVI a Birmingham, è uno dei pensatori più importanti della Chiesa cattolica degli ultimi due secoli in rapporto al rischio del liberalismo religioso e teologico
Intervista, in LaVerità del 13 ottobre 2010, di Lorenzo Bertocchi al vescovo di Ivrea, monsignor Edoardo Aldo Cerrato, prete dell'Oratorio come Newman fin dalla conversione nel 1845
Monsignor Cerrato, come spiegherebbe la figura di Newman a chi non lo conosce?
"Per spiegargli occorrerebbe un po' di tempo; come qui, nell'intervoista. Allora direi: è un uomo, un sacerdote, uno studioso che ha cercato instancabilmente la verità tar ombre e apparenze, per mezzo delal ragione e del cuore; e incontratala la testimoniò con le sue opere e la sua vita: Uno

sabato 12 ottobre 2019

Un missionario al sinodo Sull'Amazzonia spiega in che cosa la Chiesa sbaglia

Un missionario chiamato dal Papa al Sinodo sull'Amazzonia spiega in che cosa la Chiesa sbaglia e con chiarezza tagliente affronta le questioni cruciali, a cominciare dalla diffusa richiesta – che egli respinge – di ordinare sacerdoti degli uomini sposati.

Padre Martin Lasarte in Sandro Magister 12 ottobre 2019
Si dice che l'ordinazione sacerdotale di laici sposati nelle comunità lontane è necessaria, perché il prete difficilmente le può raggiungere. A mio modo di vedere, l'impostazione del problema in questi termini pecca di un enorme clericalismo. […] Si è creata una Chiesa con poco o nessun protagonismo

venerdì 11 ottobre 2019

Serve gioia, non vacuo ottimismo

Serve gioia, non vacuo ottimismo
Cardinale Luis Antonio Gokim Tagle, arcivescovo di Manila, in "Il Foglio" 12-X-2019
"Il termine "conversione" nel Nuovo Testamento compare nella forma greca di metanoia, che significa letteralmente "cambiare strada". La conversione, nella tradizione cristiana, almeno nella sua accezione comune, ha assunto nel tempo il significato allargato di "cambiare vita", indicando così la decisione di abbandonare atteggiamenti invischiati

giovedì 10 ottobre 2019

Chi è contro il Papa è ipso facto fuori dalla Chiesa. La Provvidenza ci vede benissimo (Sarah)

"Bisogna sempre interpretare le parole di Papa Francesco con l'ermeneutica della continuità con Benedetto XVI. Così come vi era tra Giovanni Paolo II e Paolo VI" (Sarah)
Intervista di Gian Guido Vecchi al cardinale Roberto Sarah in "Roma/Cronaca Corriere della Sera"
Molti hanno letto o leggeranno il suo libro in contrapposizione al pontificato attuale. D'altra parte il testo è dedicato sia a Benedetto XVI sia a Francesco, «figlio fedele di Sant'Ignazio». Dove sta la verità?
«La verità è che tanti scrivono non per testimoniare la verità, ma per opporre le persone le une contro le altre, per danneggiare i rapporti umani. A costoro non importa la verità. La verità è che coloro che mi oppongono al Santo Padre non possono presentare una sola mia parola, una sola mia frase

martedì 8 ottobre 2019

Domenica XXVIII

È la fede, ridonando l'amore, che salva l'uomo, ristabilendolo nella verità del suo ed altrui essere dono del Donatore divino, come di tutto il mondo che lo circonda 
Il Vangelo di questa domenica presenta Gesù che guarisce dieci lebbrosi, dei quali solo uno, samaritano e dunque straniero cioè non appartenente al popolo di Dio, non ebreo, torna a ringraziarlo (Lc 17, 11.19). Al samaritano riconoscente il Signore dice: "Alzati e va'; la tua fede ti ha salvato!" (Lc 17,19). Solo questo samaritano ascolta dalla

lunedì 7 ottobre 2019

Il Motu proprio Aperuit illis sulla Parola di Dio in rapporto al Sinodo

Basterebbe leggere il meraviglioso motu proprio di Papa Francesco sulla Parola di Dio, sulla Rivelazione, Aperuit illis, per trarre utili suggerimenti al fine di coprire le lacune dell'Instrumentum laboris del Sinodo amazzonico
Matteo Matzuzzi pubblica sul "Il Foglio" del 7 ottobre 2019 un'intervista al cardinale Gerhard Ludwig Muller e da quella del giornalista ho preso
Il porporato osserva "che alcuni vogliono usare e strumentalizzare questo Sinodo per promuovere una loro agenda finalizzata a dare il via libera all'ordinazione delle donne, a mettere in discussione il celibato sacerdotale e l'autorità ecclesiastica, vista come un mero potere politico". Il Sinodo dice, "avrà conseguenze sulla chiesa universale,

venerdì 4 ottobre 2019

L'ultimo libro del Card. Robert Sarah disponible!


Card. Robert Sara, Si fa sera e il giorno ormai volge al declino € 24,90 € 22,50

«Alla radice della decadenza dell'Occidente c'è una crisi culturale e identitaria. L'Occidente non sa più chi è perché non sa più, e non vuole sapere, chi lo ha plasmato...». L'affermazione del cardinale Robert Sarah esprime con precisione l'intenzione del suo terzo libro di conversazioni con Nicolas Diat. La conclusione a cui perviene è semplice e insieme impietosa: il nostro mondo è sull'orlo di un abisso. Crisi della fede e della Chiesa, declino dell'Occidente, relativismo morale, mondialismo sfrenato, capitalismo selvaggio, nuove ideologie, inaridimento della politica, derive da totalitarismo islamista... È necessario tentare una diagnosi senza invocare pretestuose attenuanti. Non si tratta però soltanto di prendere in esame il grande cambiamento cui è andata incontro la nostra epoca: richiamando l'attenzione sulla gravità della situazione che stiamo attraversando, il cardinale dimostra che è possibile evitare l'inferno di un mondo senza Dio, di un mondo senza uomo, di un mondo senza speranza. In questa ambiziosa meditazione, il cardinale Sarah si impegna senza riserve nell'analisi delle diverse crisi del mondo contemporaneo.

Le sofferenze dei veri cattolici

Il pastore che svilisce la dottrina cristiana ha scelto di indossare la maschera di Giuda. "Perdonatemi se alcune mie parole vi scandalizzeranno", scrive il cardinale Sarah. "Non voglio anestetizzarvi con propositi rassicuranti e ingannevoli. Non vado in cerca di successo o di popolarità. Questo libro 'Si fa sera e il giorno ormai volge al declino' è il grido della mia anima".  
Robert Sarah da "LaVerità" di venerdì 4 ottobre 2019
"Permettetemi di meditare con voi sulla figura di Giuda. Come tutti gli apostoli lo aveva chiamato Gesù. Egli lo amava! Lo aveva inviato ad annunciare la buona novella. Ma a poco a poco il dubbio si è impadronito del suo cuore. Senza rendersene conto, ha iniziato a giudicare

giovedì 3 ottobre 2019

Noi cattolici siamo, senza eccezione, leali al Papa e ai vescovi in comunione con lui

Noi Cattolici siamo, senza eccezione, leali a Papa Francesco e ai vescovi in comunione con lui. Questa è l'essenza del mandato del Papa, che riunisce ancora e ancora di nuovo i discepoli e che li riunisce nella professione di San Pietro che, quando gli viene chiesto da Gesù cosa la gente pensi Chi io sia, pronuncia la professione della Chiesa di tutte le epoche: "Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente" (Mt 16,16). E disse questo senza prestare attenzione alle opinioni volubili della gente
Riportiamo la traduzione di Corrispondenza Romana (03 ottobre 2019), autorizzata, di un'importante dichiarazione di Sua Eminenza il cardinale Gerhard Ludwig Muller, prefetto emerito della Congregazione per la dottrina della fede. A me, don Gino, sembra un metodo oggi per essere, come Cattolici, leali a Papa Francesco e ai vescovi in comunione con lui. 
L'istanza sulla quale il Sinodo dell'Amazzonia dovrà deliberare, cioè se il Sacramento degli Ordini Sacri – in primo grado, il diaconato – possa essere validamente amministrato anche dalle donne, contiene diversi errori.
Il primo errore consiste nell'opinione che il Magistero possa ergersi al di sopra della Scrittura e che un sinodo di vescovi

8° Festival nazionale di Fede & Cultura


Iscriviti adesso all'8° Festival nazionale di Fede & Cultura che sarà a Verona domenica 17 novembre 2019! Aldo Maria Valli, Mons. Nicola Bux, Don Ernesto Zucchini, Stefano Fontana, Ettore Gotti Tedeschi e molti altri grandi cattolici e apologeti per una giornata di Fede, cultura e spiritualità!!! Prenotazioni da ora stesso! https://associazione.ecwid.com/Contributo-8°-Festival-nazionale-di-Fede-&-Cultura-p121587993

mercoledì 2 ottobre 2019

Il cardinale Marc Quellet denuncia i pericoli dei sinodi d'Amazzonia e Germania

Nel capitolo introduttivo del libro "Amici dello Sposo" il cardinale Marc Ouellet antepone alla questione del celibato del clero un'altra questione ancor più capitale, che è appunto la stessa su cui Giovanni Paolo II e l'allora cardinale Joseph Ratzinger ritennero di dover pubblicare la "Dominus Jesus", non a caso la più contestata e discussa dichiarazione dottrinale della Chiesa dell'ultimo mezzo secolo.
In "Settimo Cielo" di Sandro Magister, 2 ottobre 2019
Scrive il cardinale:
"i nuovi cammini del futuro porteranno frutti evangelici se sono coerenti con un annuncio integrale del Vangelo, 'sine glossa', che nulla sacrifica dei valori permanenti della tradizione cristiana. […] Sotto questa luce, cercare vie nuove per l'evangelizzazione degli autoctoni in Amazzonia significa

martedì 1 ottobre 2019

Peccati carnali, la porta che apre a quelli spirituali

Peccati di natura sessuale meno gravi di quelli più spirituali? Sì, ma la frase del Papa pronunciata ai gesuiti è una mezza verità che contiene un grande rischio pastorale: i peccati carnali non sono mai da soli e sono la porta verso forme di insensibilità che conducono a peccati più alti o spirituali. Il risultato è quello di far abbassare le difese e spianare la strada ai peccati più alti o spirituali. Ecco un po' di documentazione.
Dalla "Bussola Quotidiana" di Riccardo Barile, 30 settembre 2019
«Una delle dimensioni del clericalismo è la fissazione morale esclusiva sul sesto comandamento. Una volta un gesuita, un grande gesuita, mi disse di stare attento nel dare l'assoluzione, perché i peccati più gravi sono quelli che

Domenica XXVII

Tutti i testi della liturgia di questa prima domenica del mese missionario ci parlano della fede: senza la fede non c'è l'amore cristiano, senza la fede non c'è la speranza. Perciò l'enorme importanza per la nostra vita e per la vita di tutti

Gesù ha educato i suoi discepoli a essere convinti dell'importanza della fede, della fiducia in Lui, il Figlio del Padre che per opera dello Spirito Santo ha assunto nel grembo verginale di Maria un volto umano, ha vinto la morte morendo, la sofferenza soffrendo e Risorto alla destra del Padre si fa sacramentalmente presente nel suo corpo che è la Chiesa per la salvezza e la felicità di tutti quelli che

sabato 28 settembre 2019

Come essere fedeli al Papa

"Pietro non ha bisogno della nostra adulazione. Coloro che difendono ciecamente e indiscriminatamente ogni decisione del Sommo Pontefice sono quelli che più minano l'autorità della Santa Sede: distruggono, invece di rafforzare le sue fondamenta" (Melchior Cano)
"La Nuova Bussola Quotidiana"- 24 settembre 2019
Nessuna persona onesta può più negare la confusione dottrinale – quasi generale – che ai nostri giorni regna nella vita della Chiesa. Ciò è dovuto in particolare alle ambiguità riguardanti l'indissolubilità del matrimonio, relativizzata attraverso la pratica dell'ammissione alla Santa Comunione

mercoledì 25 settembre 2019

Manipolare il Sinodo sull'Amazzonia sarebbe un insulto a Dio

"Sono scioccato e indignato per il fatto che il disagio dei poveri in Amazzonia venga usato come pretesto per sostenere progetti tipici del cristianesimo borghese e mondano", come l'abolizione del celibato e l'ordinazione delle donne".  "Il declino della fede nella Presenza reale di Gesù Eucaristia è al centro dell'attuale crisi della Chiesa". "Alla radice di tutte le crisi, antropologiche, politiche, sociali, culturali, geopolitiche, c'è l'oblio del primato di Dio" Oggi siamo tutti vittime di un "ateismo liquido che consiste nell'ammettere, accanto alla fede, modi di pensare o di vivere radicalmente pagani e mondani. Proibire la Messa in rito antico "può essere ispirato solo dal demonio il quale trema davanti a un uomo che prega. Da un'intervista al National Catholic Register del cardinale Robert Sarah
BussolaQuotidiana 25-09-2019
Dall'ateismo «liquido» che ormai è entrato dentro la stessa Chiesa all'egocentrismo nella liturgia, dalle interpretazioni di Amoris Laetitia ai tentativi di manipolare il Sinodo sull'Amazzonia «per sostenere progetti tipici del cristianesimo borghese e mondano», abolizione del celibato inclusa.
In una lunga intervista al National Catholic Register, il cardinale Robert Sarah, prefetto della Congregazione per il Culto Divino, si sofferma sulla crisi di fede nel mondo

Sinodo sull'Amazzonia, c'e un popolo che veglia e prega

Cattolici in fermento in vista dell'imminente Sinodo sull'Amazzonia (6-27 ottobre) e del pericolo che vi si approvino eresie. Alla vigilia, un gruppo di fedeli, laici e consacrati, si riuniranno a pochi passi da san Pietro per pregare il Rosario e chiedere la grazia" che non venga adulterato il depositum fidei". Tra il 4 e il 5 ottobre si terranno anche diversi convegni, con giornalisti e studiosi da ogni parte del mondo, uniti dall'amore per Dio e la Chiesa.
Ermes Dovico in BussolaQuotidiana 22-09-2019
Cattolici in fermento in vista dell'imminente Sinodo sull'Amazzonia (6-27 ottobre) e del pericolo che vi si approvino eresie. Alla vigilia, un gruppo di fedeli, laici e consacrati, si riuniranno a pochi passi da San Pietro per pregare il Rosario e chiedere la grazia «che non venga adulterato il depositum fidei». Tra il 4 e il 5 ottobre si terranno anche diversi convegni, con giornalisti e studiosi da ogni parte del mondo, uniti dall'amore per Dio e la Chiesa.

Mancano solo due settimane all'inizio del Sinodo sull'Amazzonia (6-27 ottobre), il cui documento preparatorio, l'Instrumentum Laboris, desta preoccupazione tra i fedeli per diversi aspetti, sia perché potrebbe essere il veicolo per

La fedeltà al Papa ci impone chiarezza di fede

"Noi, come fratelli del Collegio episcopale, parliamo con rispetto e amore, in modo che il Santo Padre possa inequivocabilmente rifiutare gli evidenti errori dottrinali dell'Istrumentum Laboris" del Sinodo sull'Amazzonia. "La Parola di Dio insegna, attraverso gli Apostoli, ad essere certi e fermi e senza compromessi riguardo alle verità universali e immutabili della nostra fede". Il cardinale Burke e monsignor Schneider scrivono un chiarimento su cosa significhi essere fedeli al Sommo Pontefice
In BussolaQuotidiana 24-09-2019
«Sono scioccato e indignato per il fatto che il disagio spirituale dei poveri in Amazzonia venga usato come pretesto per sostenere progetti tipici del cristianesimo borghese e mondano», come l'abolizione del celibato e l'ordinazione delle donne. «Il declino della fede nella

Sinodo Ong, Onu e climatisti anti Bolsonaro nella lista

Ideologi dei cambiamenti climatici e mondo ecologista-indigenista anti Bolsonaro come tracciato dell'Istrumentum laboris. La lista dei partecipanti del Sinodo sull'Amazzonia fa emergere una precisa linea. A cui si aggiungono uomini Onu come Ban Ki-moon e le Ong della foresta
Nico Spintoni in BussolaQuotidiana 23-09-219
Ideologi dei cambiamenti climatici e mondo ecologista-indigenista anti Bolsonaro come tracciato dall'Instrumentum laboris. La lista dei partecipanti del Sinodo sull'Amazzonia fa emergere una precisa linea. A cui si aggiungono uomini Onu come Ban Ki-moon e le Ong della foresta. 
A poche settimane dall'apertura dell'Assemblea Speciale per la Regione Panamazzonica (leggi il dossier della Bussola), il

martedì 24 settembre 2019

Sinodo sull'Amazzonia

Un incontro preparatorio
In "Corrispondenza Romana", 24 settembre 2019.
LifeSite ha parlato con Loredo in vista di una conferenza del 5 ottobre a Roma intitolata "Amazzonia: la posta in gioco".
Di seguito la nostra intervista con il signor Julio Loredo. Consulta il programma completo della conferenza di Roma del 5 ottobre qui.
Signor Loredo, Lei sarà il moderatore della conferenza "Amazzonia, la posta in gioco", che si terrà a Roma il giorno prima dell'apertura del Sinodo sull'Amazzonia. Qual' è lo scopo della conferenza e quali sono le questioni che verranno discusse?
La nostra conferenza internazionale a Roma ha diversi

Non contrapporre forma ordinaria e forma straordinaria dell'unico rito romano

Il Concilio non desiderava rompere con le forme liturgiche ereditate dalla Tradizione ma valorizzarle migliorando la partecipazione
Da "Messa in Latino", 24 settembre 2019.
Il cardinale Sarah, prefetto della Congregazione per il culto divino, ha concesso un'ampia intervista a Edward Pentin, del National Catholic Register .  

Richiamiamo la vostra attenzione sulle sue parole forti in merito alle manovre di chi vorrebbe vietare la Messa latina tradizionale o sospettare su di essa.
Perché Lei pensa che sempre più giovani sono attratti dalla liturgia tradizionale o nella cosiddetta forma straordinaria? Lo vedo e ne sono testimone: i giovani mi

lunedì 23 settembre 2019

Domenica XXVI

Anche il pensiero del giudizio di Dio è utile per risvegliare la nostra generosità. Ma più efficace ancora è la contemplazione dell'amore nella presenza di Gesù, che ci vuole riempire e, tramite noi, trasformare a poco a poco il mondo in cui viviamo
Nel Vangelo di questa domenica (Lc 16,19-31), Gesù narra la parabola dell'uomo ricco e del povero Lazzaro. Il primo vive nel lusso e nell'egoismo, e quando muore, finisce nell'eterna solitudine infernale. Il povero, invece, che in vita si ciba degli avanzi della mensa del ricco, alla sua morte viene

domenica 22 settembre 2019

Il nuovo umanesimo colpisce il cristianesimo

Il teologo cardinale Giacomo Biffi  richiamò con forza l'attenzione sulla "grande crisi che ha colpito il cristianesimo negli ultimi decenni del Novecento", svuotandone la sostanza in nome di una fraternità universale

L'Anticristo, dice Solovev, […] credeva nel bene e perfino in Dio. […] Dava "altissime dimostrazioni di moderazione, di disinteresse e di attiva beneficenza". […] Il libro che gli aveva procurato fama e consenso universali porta il titolo: "La via aperta verso la pace e la prosperità universale". […]
È vero che alcuni uomini di fede si domandavano perché non vi fosse nominato nemmeno una volta il nome di Cristo. Ma

giovedì 19 settembre 2019

La distinzione reale fra Creatore e Creatura

Unità e diversità dell'universo creato è negata dai sistemi monisti e panteisti, per i quali tutte le cose in fondo sono un'unica realtà divina. Tra questi sistemi spicca lo gnosticismo, ma anche certe visioni ecologiche come quella che sembra soggiacere al recente Documento preparatorio per il Sinodo dei Vescovi sull'Amazzonia
Di Emmanuele Barbieri in Corrispondenza Romana 18 Settembre 2019
Il Trattato su Dio creatore dovrebbe avere un posto eminente nella confusione attuale, ma oggi è raramente approfondito negli studi teologici. Il padre Arturo Ruiz Freites, sacerdote dell'Istituto del Verbo Incarnato (IVE), autore di saggi teologici e spirituali, ci presenta una utile guida allo studio

mercoledì 18 settembre 2019

Il confessore viene a conoscenza dei peccati non come uomo ma come Dio

"Il sacerdote viene a conoscenza dei peccati del penitente "non ut homo, sed ut Deus"
Di Mauro Faverzani in Corrispondenza Romana  18 settembre 2019
 A fare, per così dire, da "apripista" sono gli Stati di Victoria e Tasmania, in Australia: qui si vuole costringere i sacerdoti a violare il segreto confessionale. Per legge. Sono già state approvate, infatti, le norme, che impongono loro l'obbligo civile di denunciare i reati di abuso su minori, appresi

Giustizia sociale, attenzione ai poveri, al creato in Cristo

Giustizia sociale, attenzione ai poveri, al creato nascono dall'instaurare tutto in Cristo, sono conseguenze dell'amore divino, non conquiste umane autonome, nuovo umanesimo senza Cristo

«L'annuncio del Concilio poneva delle domande – come si metteranno le cose, come fare perché vadano per il verso giusto? – ma suscitava anche grandi speranze», ricorda Benedetto XVI. Una posizione già espressa in occasione del discorso rivolto al clero di Roma il 14 febbraio 2013. «Una piccola chiacchierata sul Concilio Vaticano II» che rimarrà nella storia.


«Siamo andati al Concilio non solo con gioia, ma con entusiasmo. C'era un'aspettativa incredibile. Speravamo che

lunedì 16 settembre 2019

Domenica XXV

Ci dice Gesù: siate scaltri nella fede più di tutti. Con il denaro, che di per sé può portarvi alla disonestà e al godimento della vita in modo egoistico donatelo a chi ne ha bisogno procurandovi amici

Oggi Gesù ci presenta una parabola che provoca sempre in noi un certo disagio, perché parla di un amministratore disonesto che viene lodato. Molte persone che ascoltano cioè pregano con questa parabola si sentono sconcertate, vedendo come Gesù lodi un amministratore disonesto. Ma

giovedì 12 settembre 2019

Il modello liberale dopo la cadutadel muro di Berlino

 Il modello liberale dopo la caduta del muro di Berlino sembrava l'approdo definitivo, l'orizzonte ultimo del progresso sociale risultato vincitore. Invece, qualcosa è andato storto e continua a farlo

Lorenzo Bertocchi su il Timone di settembre 2019 N. 187 registra un confronto a tre con il cardinale Gerhard Muller, il professor Marcello Pera e il giornalista Martino Cervo per rispondere alla domanda sul presente e sul futuro sociale, politico ed ecclesiale
"Ci sono due modi di spiegare l'assedio alla democrazia liberale che caratterizza il nostro tempo. Il primo modo punta il dito contro i nemici esterni: orde di barbari illiberali sono assiepati attorno alla cittadella della società e premono per saccheggiare e distruggere mettendo a soqquadro l'ordine

lunedì 9 settembre 2019

Domenica XXIV

Gesù è il Figlio di Dio che ha assunto un volto umano per parlarci oggi del Padre; per farlo conoscere a noi, figli smarriti, e risuscitare nei nostri cuori la gioia di appartenergli, la speranza di essere perdonati e restituiti alla nostra piena dignità battesimale, il desiderio di abitare per sempre nella sua casa, che è anche la nostra casa definitiva

Oggi, la liturgia ripropone alla nostra meditazione il capitolo 15° del Vangelo di Luca, una delle pagine più alte e commoventi di tutta la Sacra Scrittura, il cuore del Vangelo, della lieta notizia. E' commovente pensare che nel mondo intero, dovunque la comunità cristiana si raduna, è Chiesa per celebrare l'Eucaristia domenicale, risuona in questo

L'invito di un gruppo di cattolici a pregare per la Chiesa

Preghiamo per la Chiesa!
5 ottobre 2019, a Roma Largo Giovanni XXIII, ore 14,0
Era il venerdì santo del 2005 e l'allora cardinal Joseph Ratzinger, che di lì a pochissimo sarebbe divenuto papa, pronunciava parole inequivocabili: "Quanta sporcizia c'è nella Chiesa, e proprio anche tra coloro che, nel sacerdozio, dovrebbero appartenere completamente a lui!…".
Divenuto papa, Benedetto XVI si recò a Fatima e l'11 maggio 2010, ai giornalisti che chiedevano lumi riguardo al messaggio della Vergine, disse: "le sofferenze della Chiesa

martedì 3 settembre 2019

Prospettiva antropocentrica e anticristiana

 Siamo di fronte al paradigma di un "nuovo umanesimo antropocentrico" in alternativa all'"umanesimo cristiano teocentrico"

"Molto spesso – Giuseppe Conte nel suo discorso al Quirinale il 29 agosto 2019 -, negli interventi pubblici sin qui pronunciati, ho evocato la formula di un 'nuovo umanesimo'. Non ho mai pensato che fosse l'orizzonte ideale per un intero Paese'. E in quello stesso discorso ha parlato di valori

lunedì 2 settembre 2019

Domenica XXIII

Accogliamo Gesù, il Figlio del Padre nello Spirito Santo che ha assunto un volto umano e risorto si fa sacramentalmente presente e agisce nel suo corpo che è la Chiesa, amando con tutto il cuore, con tutta l'anima e con tutta la mente e solo così saremo pieni di vero amore per noi stessi e per gli altri:  un amore purificato, disinteressato, generoso.

Nel Vangelo di oggi Gesù definisce la volontà di Dio in un modo che per noi è molto sconcertante per cui abbiamo bisogno dello Spirito Santo per comprenderla.
Questa non è l'unica volta in cui Gesù si esprime in modo sconcertante. Così, ad esempio, mentre in un brano del

mercoledì 28 agosto 2019

La critica di mons. Schneider al documento di Abu Dhabi

"Benché Dio, attraverso vie che lui solo conosce, possa portare gli uomini che senza loro colpa ignorano il Vangelo a quella fede "senza la quale è impossibile piacergli" (Eb 11,6), è tuttavia compito imprescindibile della Chiesa (1 Cor 9,1), ed insieme suo sacrosanto diritto, diffondere il Vangelo" (Ad gentes, 7).
Corrispondenza Romana 28 agosto 2019
Riportiamo il testo di un'intervista esclusiva condotta da Diane Montagna di Life Site News il 26 agosto 2019 con S. E. mons. Atanasius Schneider, vescovo ausiliare di Astana, relativa alla promozione, da parte del Vaticano, del documento di Abu Dhabi su "La Fraternità umana per la pace nel mondo e la convivenza". La traduzione è stata autorizzata dallo stesso mons Schneider.
Eccellenza, secondo lei, il chiarimento di Papa Francesco sul documento di Abu Dhabi nell'udienza generale di mercoledì 3 aprile 2019 è sufficiente? E quali sono i suoi pensieri circa le sue osservazioni?
Nell'udienza generale di mercoledì 3 aprile 2019, Papa Francesco ha pronunciato queste parole: «Perché Dio

Domenica XXII

Dal Vangelo di questa domenica due atteggiamenti necessari per il vissuto di fede e di fraternità: umiltà e generosità disinteressata nella pedagogia di Gesù per il vissuto di fede, speranza, carità

Nel Vangelo di questa domenica (Lc 14,1.-14), incontriamo Gesù commensale nella casa di un capo dei farisei e anche in questa fatto memorizzato nei vangeli c'è sempre un annuncio profetico. Notando che gli invitati sceglievano i primi posti a tavola, Egli raccontò una parabola, ambientata in un banchetto nuziale ma valida anche per altre occasioni. "Quando sei invitato a nozze da qualcuno, non metterti al

sabato 24 agosto 2019

Il Male, il Demonio è un essere vivo, spirituale, pervertito e pervertitore (Paolo VI 15-XI-1972)

Clicca per info e acquisti
"Esce  dal quadro dell'insegnamento biblico ed ecclesiastico chi si rifiuta di presentarlo esistente; ovvero che ne fa un principio a se stante, non avente esso pure, come ogni creatura, origine da Dio; oppure lo spiega come una pseudo realtà, una personificazione concettuale e fantastica delle cause ignote dei nostri malanni" (Paolo VI 15-XI-1972)
Da Corrispondenza Romana 24 agosto 2019
Comunicato Stampa dell'Associazione Internazionale Esorcisti
L'Associazione Internazionale Esorcisti (AIE) con il presente comunicato fa seguito alle dichiarazioni rese dal Preposito generale della Compagnia di Gesù padre Arturo Sosa

martedì 20 agosto 2019

Domenica XXI

Il passaggio alla vita eterna è aperto a tutti, ma è "stretto" perché è esigente, richiede impegno, abnegazione, mortificazione del proprio egoismo.

Anche l'odierna liturgia ci propone una parola di Cristo illuminante e al tempo stesso sconcertante. Durante la sua ultima salita verso Gerusalemme, un tale gli chiede: "Signore, sono pochi quelli che si salvano?". E Gesù risponde: "Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché

Parole di fuoco del Card Sarah a Notre Dame

Parole di fuoco del Card Sarah a Notre Dame: "Volete rinnovare la Chiesa? Allora dobbiamo inginocchiarci!"

Le persone qui in Occidente vogliono essere autonome, non dipendenti da nessuno. Molti pensano che sia contro la loro dignità ricevere qualcosa. Si pensa di sapere dove si debba andare. Da qui ora anche le molte richieste di rinnovamento della Chiesa, che corrispondono alle idee d'impronta fortemente secolare dei rappresentanti del Sinodo – una via errata, come il seguente contributo cerca di dimostrare. È un estratto da una lezione che il Cardinal Sarah ha tenuto a Parigi dopo aver visitato la cattedrale di Notre Dame devastata dal rogo.

Questo estratto è stato pubblicato su Kath.net. Eccolo nella traduzione di Alessandra Carboni Riehn.
* * *
Senza esitare anche solo un momento, vi dico: volete rinnovare la Chiesa? Allora dobbiamo inginocchiarci!

Volete ricostruire questa meravigliosa cattedrale che è la Chiesa? Inginocchiatevi! Una cattedrale è anzitutto un luogo dove la gente si inginocchia. Una cattedrale è il luogo dove

sabato 17 agosto 2019

La tensione verso la civilta della verità e dell'amore

La tensione storica verso la civiltà della verità e dell'amore
In Corrispondenza Romana del 17 agosto 2017
(Vito Muschitiello) L'Università d'estate della Fondazione Lepanto, giunta alla VI edizione, si è svolta in un clima di preghiera, studio e fraterna amicizia spirituale, alternando alle conferenze, momenti di preghiera (S. Messa, Confessioni, S. Rosario, imposizione dello Scapolare del Carmelo) e ricreativi (proiezione del film Danton e visite al

domenica 11 agosto 2019

Domenica XX

Ecco l'orientamento da prendere: essere fedeli a Cristo, alla sua legge d'amore – amore verso tutti, anche verso chi ci è nemico – e, d'altra parte, essere pronti ad affrontare le difficoltà, non essere sorpresi o sconcertati se la nostra condotta non ottiene risultati positivi, anzi talvolta provoca ostilità da parte di chi, perfino nella nostra famiglia, non si comporta secondo i nostri principi

C'è un'espressione di Gesù, nel Vangelo di questa domenica, che attira ogni volta la nostra attenzione e richiede di essere ben compresa. Mentre è in cammino verso Gerusalemme, dove lo attende la morte di croce, Cristo confida ai suoi discepoli che si attendevano sempre risultati

Solennità dell'Assunzione della Beata Vergine Maria

L'Assunzione della Beata Vergine Maria rende possibile condividere un giorno anche noi per sempre il suo medesimo destino per l'anima e per il corpo: segno sicuro di speranza e di consolazione imitandola nella sequela di Cristo, nel generoso servizio ai fratelli che incontriamo, pregustando già nel pellegrinaggio terreno la gioia e la pace di chi arriva alla vita veramente vita in Paradiso

Celebriamo quest'oggi la solennità dell'assunzione della Beata Vergine Maria, Madre di Dio, Concepita senza peccato e viva in anima e corpo. Si tratta di una festa antica, che ha il suo fondamento ultimo nella Sacra Scrittura: questa infatti presenta la Vergine Maria strettamente unita al suo Figlio

martedì 6 agosto 2019

L'interpretazione della Amoris laetitia nella continuità teologica di tutto il magistero

"Gli insegnanti dell'Istituto Giovanni Paolo II – dice mons. Camisasca – hanno cercato di comprendere il significato di Amoris laetitia all'interno della continuità del magistero della chiesa"
Matteo Matzuzzi, nel Foglio del 6 agosto 2019, chiede a mons. Massimo Camisasca "Non c'è il rischio di dare l'idea di una rottura della continuità magisteriale?". E la risposta nell'intervista, cui liberamente mio rifaccio, "Nella chiesa non ci sono rivoluzioni"
"Ai lettori de il Foglio voglio far conoscere che io sono stato prima studente, poi docente e infine vicepreside dell'Istituto durante gli ultimi anni della presidenza Caffarra e il primo della presidenza Scola. Ho visto nella comunità dei

Un significativo incontro di Benedetto XVI con mons. Melina

Il Papa emerito Benedetto XVI ha espresso solidarietà al professor Livio Melina: non c'è il rischio di dare l'idea di una rottura della continuità magisteriale?
Riporto un articolo, sempre opinabile, di Lorenzo Bertocchi de La Verità del 6 agosto 2019
"L'opera di "ristrutturazione" del gran Cancelliere Vincenzo Paglia sul fu istituto Giovanni Paolo II per studi su matrimonio e famiglia si arricchisce di un particolare. E'una foto (di Benedetto XVI con mons. Melina) che si commenta da sola. Il giorno prima dell'intervista che don