venerdì 17 maggio 2019

Card. Eijk Ho chiesto al Papa di fare chiarezza

Cardinale Eijk: "Ho chiesto al Papa di fare chiarezza …Il Papa è il principio dell'unità di tutta la Chiesa; il Vescovo è il principio del modo in cui la fede è vissuta nella propria diocesi. E' qui che bisogna operare prima attraverso il Papa e i vescovi. Noi vescovi guidiamo i nostri sacerdoti"
Sabino Paciolla in MiL 16 maggio 2019
Il cardinale Willem Eijk, arcivescovo di Utrecht, è attualmente uno dei più espliciti difensori dell'insegnamento cattolico perenne nella Chiesa. Egli ha ripetutamente chiesto "chiarezza" a Roma e soprattutto al Papa, sia per quanto riguarda l'interpretazione di Amoris laetitia o altri punti come

Iota unum, una lettura cristallina della situazione della Chiesa

Cari amici,
vi ripropongo questo mio video dell'anno scorso sulla più chiara analisi della situazione della Chiesa dal dopo Concilio in avanti fatta dal grande pensatore cattolico Romano Amerio. Un libro che da solo dà gli strumenti per capire da dove viene lo sbandamento dottrinale e di fede e come resistervi. Senza bisogno di polemiche, ma con la chiarezza e la fermezza della verità. Quella che non cambia, quella cattolica, quella che salva. Da oggi è tornato disponibile questo capolavoro nella collana dei Classici della Tradizione. 
Lo puoi avere per pochi giorni in offerta speciale col 15% di sconto inserendo il codice sconto DPUH2C4STDQ0 dopo averlo messo nel carrello e prima di pagare alla pagina https://www.fedecultura.com/Iota-unum-p78868771

Romano Amerio, Iota unum, pp 608, € 39,00

Mysterium iniquitatis dal Nuovo ordine mondiale al caos globale

Pubblichiamo il testo, da Corrispondenza Romana del 16 maggio 2019, della relazione svolta dal prof. Roberto de Mattei il 16 maggio 2019 al Rome Life Forum, che si è tenuto presso la pontificia Università San Tommaso d'Aquino (Angelicum)
Il Mysterium iniquitatis secondo Leone XIII
Per cercare di fare un poco di luce sul mysterium iniquitatis, bisogna risalire ai primi momenti della storia universale. 
Nella sua enciclica Humanum genus del 20 aprile 1884 contro la massoneria Leone XIII  afferma:
"Il genere umano, dopo che "per l'invidia di Lucifero" si ribellò sventuratamente a Dio creatore e largitore de' doni soprannaturali, si divise come in due campi diversi e nemici tra loro; l'uno dei quali combatte senza posa per il trionfo della verità e del bene, l'altro per il trionfo del male e dell'errore. Il primo è il regno di Dio sulla terra, cioè la vera

mercoledì 15 maggio 2019

Per le europee un voto secondo coscienza

Domenica 26 maggio un vero e proprio esercizio di sovranità tramite un voto: messaggio di Mons. Antonio Suetta, Vescovo di Ventimiglia
14 maggio 2019
Domenica 26 maggio p.v. saremo chiamati alle urne per il rinnovo del Parlamento europeo; tale appuntamento rappresenta un significativo momento di partecipazione politica, un vero e proprio "esercizio di sovranità" tramite un voto, che non coinvolge soltanto aspetti tecnici o amministrativi, ma mette in campo importanti temi di vita

martedì 14 maggio 2019

Domenica V di Pasqua

 Vi do un comandamento nuovo: nuovo quello dell'amore reciproco nel praticarlo, con il dono del suo Spirito, come Lui l'ha praticato ed è l'Amore del Padre con il Figlio, lo Spirito Santo
Siamo nel tempo pasquale, tempo della glorificazione di Gesù. Il Vangelo ci ricorda che questa glorificazione è avvenuta, prodotta nella passione, non soltanto dopo. Nel

giovedì 9 maggio 2019

Del Noce a Ratzinger sulla sessualità

L'Arcivescovo di Filadelfia Chaput commenta il saggio di Benedetto XVI sugli abusi nella Chiesa
In MiL del 9 maggio 2019:traduzione Sabino Paciolla
Scrivendo quasi mezzo secolo fa (1970), il filosofo cattolico italiano Augusto Del Noce ha osservato che

Spesso mi ritrovo a invidiare i non credenti: La storia contemporanea non fornisce abbondanti prove che i cattolici sono una specie mentalmente inferiore? La loro fretta di conformarsi all'opinione sul cattolicesimo dei laicisti razionalisti laici è sbalorditiva.
Queste parole del suo saggio "The Ascendance of Eroticism" aprono le brillanti riflessioni di Del Noce – in parte analisi, in

Omelia pasquale di Joseph Ratzinger

"Sono risorto e ora sono sempre con te"
Omelia di Joseph Ratzinger del 15 aprile 1990 in Sandro Magister 9 maggio 2019
"Questo è il giorno fatto dal Signore: rallegriamoci ed esultiamo in esso" (Sal 118, 24). Queste luminose parole pasquali, con le quali oggi la Chiesa risponde al lieto annuncio della Risurrezione, sono tratte da una liturgia di ringraziamento antico-testamentaria celebrata alla porta del Tempio e tramandataci in un Salmo totalmente illuminato dal Mistero di Cristo. È il Salmo dal quale è tratto anche il

mercoledì 8 maggio 2019

Domenica IV di Pasqua

Oggi,  IV Domenica di Pasqua, Domenica del "Buon Pastore", Giornata di Preghiera per le vocazioni sacerdotali e di consacrazione
Tutti i fedeli sono esortati a pregare  in modo particolare per le vocazioni al sacerdozio e alla vita consacrata non solo per la necessità pastorale ma anche per la bellezza umana di queste vocazioni. Mentre salutiamo i neo-diaconi e i neo-presbiteri insieme con i loro familiari e amici, ricordiamo quanti il Signore, anche per le nostre preghiere e attenzioni, continua a chiamare per nome, come fece un giorno con gli Apostoli sulla riva del Lago di Galilea, perché diventino

martedì 7 maggio 2019

Il contenuto del Vangelo e lo sviluppo sociale

"Si è diffusa l'idea che il contenuto del Vangelo sarebbe lo sviluppo sociale. Ne vediamo le conseguenze" (Joseph Ratzinger).
Inedito di Joseph Ratzinger nel Foglio di Sabato 4 e Domenica 5 Maggio
"San Luca (Gen 18, 1-33;Lc 10,38-42) lega il Vangelo di domenica scorsa del buon samaritano e il Vangelo odierno di Marta e Maria attraverso la piccola parola greca poréuestai, "essere in cammino". Il Vangelo del buon Samaritano finisce con la parola "va'!" (Lc 10,37). Il Vangelo di Marta e Maria inizia con: "Mentre erano in cammino" (Lc 10,38). E dunque questi due Vangeli sono legati dall'idea dell'essere in

giovedì 2 maggio 2019

Il significato dei valori religiosi e morali nella società pluralistica

Non è la prassi a "creare" la verità, la dottrina, ma è la verità, la dottrina sociale che rende possibile un'autentica prassi anche politica
Di Joseph Ratzinger in Communio,
anno 21, quaderno n.6, 1992
Libertà, democrazia e relativismo
"Nel corso di questa riflessione si sono fatte avanti, accanto all'idea di libertà, due altre nozioni: quella di diritto e quella di bene. Tutte e tre insieme, cioè la libertà come struttura esistenziale tipica della democrazia, e il bene e il diritto come contenuti della libertà medesima, si dispongono

martedì 30 aprile 2019

Domenica III di Pasqua

"Simone di Giovanni, mi ami (agapao) più di costoro?" "Signore, tu lo sai che ti voglio bene (fileo)". "Pasci le mie pecorelle". Gesù aggiunge: "Seguimi!"
In questa terza domenica del ritmo settimanale della Pasqua la liturgia ci ripropone, come ogni Domenica, l'incontro con il Risorto, nel suo vero corpo. La risurrezione di Cristo è un fatto avvenuto nella storia, di cui gli Apostoli sono testimoni e non certo creatori. Nello stesso tempo essa non è affatto un semplice ritorno alla nostra vita terrena, come per Lazzaro; è

giovedì 25 aprile 2019

Le illusioni di una conversione alla fe de senza la conversione alla verità

Alla ricerca di senso e del senso ultimo che è il Dio di Gesù Cristo nel capitolo V   del  "Il cammino verso il Logos" di Stefano Peretti
All'interno di un pensiero non più cattolico nei cattolici si ritiene di poter proporre un'evangelizzazione e un amore pastorale di Cristo indipendentemente dalla verità, dalla dottrina, entro "categorie puramente filantropiche, estranee all'autenticità, alla profondità e anche alla durezza esigente del suo messaggio" (p.97). E' questa la conseguenza

martedì 23 aprile 2019

Domenica II di Pasqua

La luce della Divina Misericordia, che il Signore ha voluto quasi riconsegnare al mondo attraverso il carisma di Suor Faustina ci illumina
L'odierna domenica conclude l'Ottava di Pasqua, come un unico giorno "fatto Dal Signore", contrassegnato con il distintivo della Risurrezione e della gioia dei discepoli nel vedere Gesù non come era prima ma con una "mutazione" mai accaduta, nel "salto" decisivo verso una dimensione di vita profondamente nuova e con l'annuncio che avrebbe

sabato 20 aprile 2019

La risurrezione è un salto in un ordine completamente nuovo

"La risurrezione di Cristo è un fatto avvenuto nella storia, di cui gli Apostoli sono stati testimoni e non certo creatori. Non è un semplice ritorno alla nostra vita terrena; è invece la più grande "mutazione" mai accaduta, il "salto" decisivo verso una dimensione di vita profondamente nuova, l'ingresso in un ordine decisamente diverso, che riguarda Gesù di Nazareth, ma con Lui anche noi, tutta la famiglia umana, la storia e l'intero universo".
Omelia di Benedetto XVI nella Veglia di Pasqua del 15 aprile 2006
"Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. È risorto, non è qui" (Mc 16, 6). Così il messaggero di Dio, vestito di luce, parla alle donne che cercano il corpo di Gesù nella tomba. Ma la stessa cosa dice l'evangelista in questa notte santa

giovedì 18 aprile 2019

Il cardinale Ruini torna per la possibilità dell’obiezione di coscienza sulla DAT

Politicamente si dovrebbe tentare almeno di introdurre la possibilità dell'obiezione di coscienza sulla legge del testamento biologico. Un mondo senza Dio "non può essere altro che un mondo senza senso, come Papa Benedetto non si è mai stancato di sottolineare, da ultimo negli 'appunti' che ha reso pubblici pochi giorni fa (Ruini)
Camillo Ruini in La Nuova Bussola Quotidiana 18-04-2019
La presentazione del libro di Eugenia Roccella sul caso di Eluana Englaro è l'occasione per il ritorno in pubblico dell'ex presidente della Conferenza Episcopale Italiana, cardinale Camillo Ruini, che critica i cattolici che hanno difeso la legge sul testamento biologico con la quale è stata introdotta l'eutanasia in Italia. Pone come obiettivo

martedì 16 aprile 2019

Domenica di Pasqua Messa del giorno

Oggi celebriamo la risurrezione del Signore che ha inaugurato una nuova dimensione della vita e della realtà, dalla quale emerge un mondo nuovo, che penetra continuamente nel nostro mondo, lo trasforma e lo attira a sé
Il Vangelo ci riferisce gli eventi del mattino della domenica di Pasqua. Il giorno dopo il sabato, Maria di Magdala si reca al sepolcro di buon mattino, quando è ancora buio. Di sabato non ci si può muovere, secondo un precetto molto rigido della legge. Il giorno però finisce con la sera; pertanto, quando è ancora buio, Maria si muove per andare al sepolcro.
Maria è piena di amore, ma anche piena di dolore. Quando

Domenica di Pasqua Veglia pasquale

 In questa santa notte di Pasqua la Chiesa ci fa rivivere la gioia battesimale di figli nel Figlio offrendoci un cibo abbondante dalla Sacra Scrittura e soprattutto dall'Eucaristia pasquale
Tutta una  serie di letture – a partire dal racconto della creazione fino a una splendida profezia di Ezechiele – scandisce il tempo di questa veglia pasquale. Come epistola ci viene proposto un brano della Lettera ai Romani sul battesimo, che è partecipazione al mistero pasquale di Cristo

lunedì 15 aprile 2019

Venerdì Santo Celebrazione della Passione del Signore

Gesù audacemente chiede di essere glorificato. Ma sa bene che questa glorificazione passa attraverso le sofferenze della passione. Anche noi con Lui chiediamo la vita veramente vita sapendo di dover passare (Pasqua) attraverso le sofferenze e la morte
Siamo nel venerdì santo, un giorno tenebroso e luminoso. Tutta la Chiesa ricorda la passione, la morte e la sepoltura di Gesù. La liturgia ci offre testi splendidi, che possono nutrire molte ore di meditazione nel silenzio del Venerdì Santo. Li presentiamo attingendo da Albert Vanhoye Letture bibliche delle Domeniche Anno C (pp.104-109).
La prima lettura, tratta dal libro del profeta Isaia, è il canto del Servo sofferente, una profezia stupenda. La seconda

Vogliono far tacere Benedetto XVI perché dice la verità

L'intervento di Benedetto XVI è molto importante in questa ora della Chiesa, perché costringe ad affrontare le radici di questa crisi profonda
Intervista al Card. Müller di Riccardo Cascioli 15-04-2019
Il cardinale Müller sugli "appunti" del papa emerito sul tema degli abusi sessuali: «Intervento importante perché costringe ad andare alle radici della crisi attuale». «Di pari passo con la rivoluzione sessuale la teologia morale ha iniziato a negare l'esistenza di atti intrinsecamente malvagi, indebolendo la coscienza di ciò che è bene e ciò che è male. Le conseguenze sono state devastanti». «Il pastoralismo è figlio dell'etica "caso per caso", ma una pastorale che non poggia sui fondamenti della moralità umana è falsa». «Chi dice che il papa emerito non dovrebbe parlare è l'esempio più evidente della mondanizzazione della Chiesa. Costoro non sanno nulla della missione dei vescovi. Il papa emerito non ha solo il diritto ma anche il dovere di parlare per difendere la fede». «Trattano Scalfari come autorevole interprete del Papa e vorrebbero far tacere Ratzinger. Ma dove siamo?»

«L'intervento di Benedetto XVI è molto importante in questa ora della Chiesa, perché costringe ad affrontare le radici di questa crisi profonda… Chi vuole far tacere il papa emerito è gente che ragiona secondo il mondo, e non sa nulla della

domenica 14 aprile 2019

Giovedì Santo Messa in Cena Domini

La nostra vocazione è una vocazione a divenire perfetti come il Padre cioè amare fino al perdono e servire rimodellati dal Signore Gesù nella Nuova Alleanza, nella Nuova Storia di amore ricevendolo nella Comunione eucaristica di questo giovedì santo
In questo giorno tutta la Chiesa rievoca l'Ultima Cena di Gesù, che viene resa presente nell'Eucaristia che attualizza con Lui risorto nel dono del Suo Spirito in anticipo il sacrificio della Croce, la Nuova Alleanza, la Nuova Storia di amore fino al perdono, come ci ama perfettamente il Padre.
Secondo i Sinottici, l'Ultima Cena è avvenuta nella ricorrenza della Pasqua ebraica il 14 di Nisan. Perciò la

Ció che rimarrà sarà  la Chiesa di Gesù Cristo

Ciò che rimarrà sarà al Chiesa di Gesù Cristo, la Chiesa che crede nel Dio che è diventato uomo e ci promette la vita veramente vita dopo la morte
Benedetto XVI nella Chiesa di Santa Giustina Martire, Auronzo di Cadore, 24 luglio 2007
"Il tipo di sacerdote che non è altro che un operatore sociale può essere sostituito dallo psicoterapeuta e da altri specialisti, ma il sacerdote che non è uno specialista, che non sta sugli spalti a guardare il gioco, a dare consigli ufficiali, ma si mette a disposizione di Dio a disposizione

venerdì 12 aprile 2019

Dobbiamo tornare a Dio e a rimetterlo come unico criterio di misura

L'allarme di Benedetto XVI: "Chiesa al collasso spirituale"
Nico Spuntoni in La Nuova Bussola Quotidiana 12-04-2019
Le radici del decadimento morale della Chiesa fin dal '68, le contestazioni alla dottrina, il conciliarismo, i club gay nei seminari: Benedetto XVI torna con un testo poderoso sulle cause degli abusi che è una denuncia impietosa del lassismo morale e del rifiuto di Dio dagli anni '60 ad oggi. Con le chiavi per la salvezza: dall'Eucarestia alle minoranze creative. «Dobbiamo tornare a ubbidire a Dio e a rimetterlo come unico criterio di misura».
Benedetto XVI torna ad impugnare la penna e lo fa con la consueta chiarezza in un testo che rimarrà nella storia.
Il risultato è una riflessione di 18 pagine pubblicata sul periodico bavarese "Klerusblatt" e rilanciata in italiano dal Corriere della Sera e da Aci Stampa. Il papa emerito rivela di

giovedì 11 aprile 2019

Benedetto XVI ecco la sua testimonianza inedita sulla crisi drammatica della Chiesa

Dal 21 al 24 febbraio 2019, su invito di Papa Francesco, si sono riuniti in Vaticano i presidenti di tutte le conferenze episcopali del mondo per riflettere insieme sulla crisi della fede e della Chiesa avvertita in tutto il mondo a seguito della diffusione delle sconvolgenti notizie di abusi commessi da chierici su minori. La mole e la gravità delle informazioni su tali episodi hanno profondamente scosso sacerdoti e laici e non pochi di loro hanno determinato la messa in discussione della fede della Chiesa come tale. Si doveva dare un segnale

La crisi dell'Europa è conseguenza del rifiuto del Dio di Gesù Cristo

"Cristo non ha mai promesso ai suoi fedeli che sarebbero stati in maggioranza" (p. 34). "Nonostante i più grandi sforzi missionari, la Chiesa non ha mai dominato il mondo. Perché la missione della Chiesa è una missione di amore, e l'amore non domina" (p.35). "E' stata quella "piccola minoranza" che ha salvato la fede e questa piccola minoranza esiste anche in un mondo ostile alla fede: come riuscire a mantenerla?
Intervista a Sarah di Christophe Geffroy In La Bussola Quotidiana 11-04-2019
La situazione dell'Europa, la crisi della Chiesa e del sacerdozio, il rilancio della missione, la tendenza a una Chiesa solo orizzontale, la riforma che nasce solo dalla santità. Per gentile concessione dell'editore, pubblichiamo l'intervista concessa dal cardinale Robert Sarah al mensile cattolico francese Le Nef (per

mercoledì 10 aprile 2019

Il dogma dell'immigrazionismo e uno dei frutti della crisi di fede

Il dogma dell'immigrazionismo – ci dice il cardinale Sarah – è uno dei frutti  della crisi di fede, della mancanza di fede, dell'ateismo che si è insinuato e ben radicato anche nella Chiesa
Di Riccardo Cascioli in La nuova Bussola Quotidiana 10-04-2019
Stanno facendo scalpore alcuni giudizi del cardinale Robert Sarah a proposito di immigrazioni, ma nessuno ha rilevato che nelle interviste rilasciate dal cardinale africano il giudizio sulle migrazioni è solo un dettaglio di un problema ben più grave che attanaglia la Chiesa e che si chiama apostasia.
In questi giorni sono state riprese da diverse testate italiane alcune dichiarazioni del cardinale Robert Sarah contro l'ideologia dell'immigrazionismo che sembra dominare anche la Chiesa cattolica. Il cardinale Sarah, prefetto della

lunedì 8 aprile 2019

Costruire un'Europa che ridia a Dio quel primato nel mondo, attraverso cui è stata costituita

L'Unione Europea intende bandire dallo spazio pubblico qualsiasi significato assoluto imponendo una nuova religione civile. Ecco perché bisogna frenare l'Unione Europea per avere il tempo e lo spazio per costruire un'Europa che ridia al Dio di Gesù Cristo quel primato nel mondo, attraverso cui è stata costituita
La lectio magistralis del vescovo Crepaldi alla seconda giornata della Dottrina sociale di Bussola e Van Thuan in la Nuova Bussola 08-04-2019
Sono molto contento di essere presente anche quest'anno alla Giornata della Dottrina sociale della Chiesa, per due motivi. Prima di tutto perché, come sapete, gran parte della mia attività a servizio della Chiesa, anche come vescovo, si è

Domenica delle palme e della Passione del Signore

In questa domenica la Chiesa c'invita a meditare sulla passione del Signore con raccoglimento, con amore e con gratitudine. Quest'anno siamo guidati dall'evangelista Luca, che racconta la passione con molta venerazione e ammirazione per il suo Signore.
La venerazione si nota sul fatto che l'evangelista evita di raccontare i dettagli crudeli e umilianti della passione, memorizzati dagli altri evangelisti. Egli non parla della flagellazione, che è avvenuta o, meglio, non usa il termine "Flagellare", ma mette  sulle labbra di Pilato una  formula

domenica 7 aprile 2019

Senza il Giorno del Signore non possiamo vivere

Abbiamo bisogno della relazione eucaristica almeno domenicale che ci sorregga e dia orientamento
Omelia di Benedetto XVI a Vienna il 9 settembre 2007

Cari fratelli e sorelle!
"Sine dominico non possumus!" Senza il dono del Signore, senza il Giorno del Signore non possiamo vivere: così risposero nell'anno 304 alcuni cristiani di Abitene nell'attuale Tunisia quando, sorpresi nella Celebrazione eucaristica domenicale, che era proibita, furono portati davanti al giudice

martedì 2 aprile 2019

V Domenica di Quaresima

Col Perdono sacramentale di Pasqua  riscopriamo il significato e la bellezza di essere risanati dall'amore misericordioso del Padre che si spinge fino a dimenticare volontariamente il peccato, pur di perdonarci
Siamo giunti alla Quinta Domenica di Quaresima, nella quale la liturgia ci propone, quest'anno, l'episodio evangelico di Gesù che salva una donna adultera dalla condanna a morte (Gv 8,1-11) rivelando con un fatto cosa significa

venerdì 29 marzo 2019

Il Vescovo di Verona al Forum internazionale delle Famiglie

"…non la cosidetta famiglia "tradizionale" o "moderna progressista"…ma la Famiglia originale…perennemente moderna, doc, laica, cioè pienamente umana, non confessionale…quella nata dal Sacramento del Matrimonio, ci porterebbe su più alte vette" (Monsignor Zenti)
Gran Guardia di Verona, 29 marzo 2019

Come Vescovo della Diocesi di Verona, in accordo con il Dicastero per Laici, Famiglia e Vita, non potevo sottrarmi ad un invito esplicito di presenziare all'avvio dei lavori del Forum

mercoledì 27 marzo 2019

Non l'immotivato privilegio sulla dottrina

Hanno impedito all'Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuan di trasmettere una "dottrina", che corrisponde ai contenuti della fede nell'ambito sociale
Alle Scuole di Dottrina sociale dell'Osservatorio si apprende qualcosa di "inaudito" Silvio Brachetta in Newsletter n. 985 2019-03-27

C'è una cosa orrenda nella Dottrina sociale della Chiesa. La parola "dottrina". L'Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân, sabato scorso avrebbe voluto fare quello che fa di

martedì 26 marzo 2019

La famiglia naturale insostituibile

"Nella delicata situazione del mondo odierno, la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna assume un'importanza e una missione essenziale" (Papa Francesco)
Da La Bussola quotidiana 26 marzo 2019
«Nella delicata situazione del mondo odierno, la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna assume un'importanza e una missione essenziali». Le parole del Papa ieri a Loreto corrispondono perfettamente allo spirito del Congresso mondiale delle Famiglie che si

domenica 24 marzo 2019

IV Domenica di Quaresima

 Il Vangelo, in Luca,  del padre e dei due figli, più noto come parabola del "figlio prodigo" (Lc 15,11-32) costituisce il vertice della spiritualità e della letteratura di tutti i tempi.
Questa pagina di san Luca, con cui ci giunge il Dio di Gesù Cristo che ci parla anche oggi, costituisce un vertice della spiritualità e della letteratura di tutti i tempi. Infatti, che cosa sarebbero la nostra cultura, l'arte, e più in generale la nostra civiltà, il nostro vissuto personale e sociale senza la

sabato 23 marzo 2019

Santa Sede l'ideologia gender, passo indietro per l'umanità

Mons. Auza, rappresentante vaticano all'Onu sull'ideologia gender ricordando le parole del Papa: nessuna discriminazione, ma è un pericolo per l'umanità. Sostituire questa identità di genere al sesso biologico – ha affermato – ha forti ricadute "non solo in termini di diritto, educazione, economia, salute, sicurezza, sport, lingua e cultura, ma anche in termini di antropologia, dignità umana, diritti umani, matrimonio e famiglia, maternità e paternità" nonché sulle sorti stesse delle donne, degli uomini "e soprattutto dei bambini" 
Nessuna discriminazione ma chiarezza sui pericoli
Sostituire questa identità di genere al sesso biologico - ha affermato - ha forti ricadute "non solo in termini di diritto, educazione, economia, salute, sicurezza, sport, lingua e cultura", ma anche in termini di antropologia, dignità umana, diritti umani, matrimonio e famiglia, maternità e paternità"

giovedì 21 marzo 2019

Ma voi chi dite che io sia

Clicca per info
La storia di Gesù riscritta da un grande storico. Non contro ma "accanto" al Gesù della fede
Ci sono dei libri che fanno storia, ossia segnano una svolta sostanziale nel rispettivo campo di studi. L'ultimo saggio di Giorgio Jossa, docente di storia della Chiesa antica all'Università Federico II di Napoli e studioso di prima grandezza della figura di Gesù, è uno di questi libri:
In questo suo saggio, Jossa cerca di dare una risposta storicamente fondata alla domanda che Giovanni il Battista rivolse a Gesù: "Sei tu colui che viene o dobbiamo

martedì 19 marzo 2019

Nel matrimonio l'uomo e la donna danno inizio alla famiglia

Mediante la comunione di persone, che si attua nel matrimonio per la fecondità, l'uomo e la donna danno inizio alla famiglia
La ragione d'essere della famiglia si mostra in piena luce "al principio", dentro la storia della famiglia umana: la storia della condizione umana narrata dalla Divina Rivelazione nella continuità della Tradizione della Chiesa è riscontrata dentro le fondamentali esperienze umane che le scienze approfondiscono sempre più.
Siamo subito condotti all'"inizio, all'origine, al  principio" della famiglia: esso è posto nella comunione delle persone

lunedì 18 marzo 2019

III Domenica di Quaresima

La necessità continua della conversione, ravvivata nel cammino quaresimale, vince il male nella sua radice che è il peccato, anche se non sempre può evitarne le conseguenze in chi non ha peccato perché non si è individui nella solitudine ma persone cioè soggetti in relazione reciproca ad immagine del Dio vivente
Il Vangelo di questa domenica è  preparato dalla prima lettura che ci rivela cosa significa il Dio vivente, il Dio di Abramo, di Isacco, di Giacobbe, di relazioni personali, un Dio pieno di bontà, un Dio salvatore, liberatore e non un Dio di

lunedì 11 marzo 2019

II Domenica di Quaresima

L'episodio della trasfigurazione prepara gli apostoli a superare lo scandalo della croce e a capire la gloria della risurrezione
In questa seconda domenica del cammino quaresimale con Gesù la liturgia ci propone il racconto della storia di amore, dell'Alleanza di Dio con Abramo; la seconda lettura parla

martedì 5 marzo 2019

Cinque anni di generosità. Non molliamo!

Sosteniamo la famiglia di Mario Palmaro
Dona anche tu il tuo contributo
in memoria di un eroe
della Fede e della difesa della Vita!

L’Associazione Caritativa San Giuseppe
versa da 5 anni un mensile per far crescere e studiare
i 4 figli di Mario Palmaro.
Un dovere di carità e di gratitudine.

Fai bonifico continuativo sul conto corrente
bancario della BCC Valpolicella Benaco
IBAN IT33V0831511701000010010691 intestato a Associazione  Caritativa San Giuseppe
con causale “Per famiglia Palmaro”

lunedì 4 marzo 2019

I Domenica di Quaresima

Mercoledì scorso, con il rito penitenziale delle Ceneri, abbiamo iniziato la Quaresima, tempo di rinnovamento spirituale che prepara alla celebrazione annuale della Pasqua: confessati il Venerdì Santo, comunicati rivivendo Battesimo e Cresima nella notte della Veglia e gesti di fraternità e carità nella Domenica di Pasqua
Ma che cosa significa entrare nel cammino quaresimale? Ce lo illustra il Vangelo cioè l'attualizzazione in questa prima domenica, con il racconto delle tentazioni di Gesù nel deserto, del Dio che ha assunto un volto, un cammino umano

venerdì 1 marzo 2019

Mercoledì delle Ceneri

Nel Vangelo del primo giorno di Quaresima ci viene indicato come ravvivare, nel cammino verso il Triduo Pasquale, la rettitudine interiore e la purezza di intenzioni: l'intimità del Signore con il Padre suo e fin dal Battesimo Padre nostro nella fraternità ecclesiale
Nei quaranta giorni di Quaresima siamo chiamati a convertirci all'orientamento stesso del Signore Gesù, che non faceva niente per essere ammirato dagli uomini, ma viveva davanti al Padre ponendo a fondamento la sua onnipotenza

giovedì 28 febbraio 2019

Papa Francesco ha evocato l'ira di Dio

Non è un infortunio che Papa Francesco abbia evocato "l'ira di Dio" ma un salutare lampo di luce sul Dio vivo e vero nello stato di "crisi come giudizio" coessenziale alla fede, in cui i cristiani sono chiamati a vivere, non solo oggi ma in ogni tempo
In L'espresso Settimo Cielo di Sandro Maggiolini 28 febbraio 2019
Mentre l'attenzione dei media è calamitata dalla sventura del cardinale George Pell non va lasciato cadere un passaggio sorprendente del discorso con cui Francesco ha concluso il summit del 21-24 febbraio sugli abusi sessuali sui minori. È là dove ha detto che "nella rabbia, giustificata, della gente la Chiesa vede il riflesso dell'ira di Dio".
È rara, rarissima, un'evocazione dell'"ira di Dio" nelle parole dell'attuale papa, che sono piuttosto un incessante diluvio di

mercoledì 27 febbraio 2019

VIII Domenica

La nostra vita cristiana vissuta in modo sapienziale per il dono dell'amore gratuito di Dio in noi
Nel Vangelo di oggi Gesù propone alcune riflessioni sapienziali sull'amore gratuito di Dio in noi attraverso l'ascolto della Sua Parola e l'incontro sacramentale con Lui,  risorto, vivo nel suo corpo che è la Chiesa, noi che conveniamo per la Messa.
Nella conversione al Vangelo che richiameremo mercoledì prossimo, primo giorno di quaresima, è ravvivare la disponibilità nella consapevolezza che il primo amore è Lui,

martedì 26 febbraio 2019

5 anni a sostegno della famiglia di Mario Palmaro


Da 5 anni quanto ci manca l'amico Mario Palmaro, un vero eroe della fede e della difesa della vita! Alla sua morte, il 9 marzo 2014, ci siamo presi l'impegno morale di sostenere per 20 anni la sua famiglia, in modo che la moglie Annamaria potesse far crescere i suoi quattro figli. Finora abbiamo mantenuto l'impegno con un mensile sostitutivo dello stipendio mancante di Mario. Oggi ti chiediamo di aiutarci ancora, magari con un piccolo impegno mensile continuativo, in modo che dall'unione di molte gocce possiamo continuare quest'opera buona.
Se già non fa una donazione mensile può impostarla - per la cifra mensile che desidera  - con bonifico bancario sul conto corrente bancario della BCC Valpolicella Benaco IBAN IT58C0831511701000000230691 Bic-Swift BIC: ICRAITRR8R0 intestato a Associazione  San Giuseppe con causale “Per famiglia Palmaro”.
Per donazioni una tantum può usare preferibilmente l'Iban bancario sopra indicato, oppure Paypal alla pagina paypal.me/AssosanGiuseppe
Il sito dell'Associazione san Giuseppe a sostegno della famiglia di Mario Palmaro è www.sangiuseppeassociazione.com
(il video è stato realizzato e © don Andrea Brugnoli - Le Sentinelle del mattino che ringraziamo per avercene concesso l'uso)
https://www.andreabrugnoli.it/
http://www.sentinelledelmattino.org/it/

È lecito pagare le tasse?


Una conferenza di Stefano Fontana e don Samuele Cecotti sul vero insegnamento della Chiesa riguardo alle tasse, al fisco e alla partecipazione attiva e consapevole dei cittadini al bene comune. Da tenere ben distinto dalle ideologie, anche se ecclesiastiche, sugli stessi temi. Puoi chiedere tutta la conferenza alla pagina https://www.fedecultura.com/È-lecito-pagare-le-tasse-p131984901 e anche ordinare il libro "Le chiavi della questione sociale".

domenica 24 febbraio 2019

Una rifiorituta con CL e Giovanni Paolo II

Un momento di rifioritura cattolica con CL e Giovanni Paolo II
Con Antonio Socci in Libero del 24 febbraio vorrei anch'io ricordare un po' di storia da cui è emerso Roberto Formigoni, cui mi ha legato una sincera amicizia.
E lo faccio rivivendo un incontro nel 1979 a Fiumicino  tra il gruppo che si ispirava al magistero di San Giovanni Paolo II, di ritorno da Puebla dove aveva rilanciato la vera Dottrina Sociale della Chiesa avviata con la Rerum Novarum di Leone XIII. Non era e non è una ideologia mediatrice tra

venerdì 22 febbraio 2019

Omosessualità e abusi

Omosessualità e abusi –Affrontare la crisi: le lezioni della storia
Settimo Cielo, 5 novembre 2018
Brandmüller rimanda ai secoli in cui i vescovadi e lo stesso papato erano divenuti una tale fonte di ricchezza che per questo "si combatteva e si mercanteggiava per impossessarsene", con la pretesa dei regnanti temporali di attribuire essi stessi le cariche nella Chiesa.

L'effetto fu che presero il posto dei pastori personaggi moralmente dissoluti, attaccati al patrimonio invece che alla

lunedì 18 febbraio 2019

VII Domenica

"Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano". Cristo ci chiede non soltanto di avere un sentimento di affetto nei confronti dei nemici, bensì una disposizione concreta di far loro del bene.
Il Vangelo di questa domenica contiene una delle parole più tipiche e forti della predicazione di Gesù: "Amate i vostri nemici" (Lc 6,27). E' tratta dal Vangelo di Luca, ma questo amore agapico si trova anche in quello di Matteo (5,44), nel discorso programmatico che si apre con le famose

martedì 12 febbraio 2019

Sugli abusi liturgici noi ministri dovremmo rendere conto a Dio

Il parroco affida le parole della consacrazione ad un laico. E il vescovo interviene tuonando contro i sacrilegi a messa. Succede a Reggio Emilia dove Massimo Camisasca pubblica una lettera molto dura sugli abusi e il rispetto delle norme liturgiche: "Dovremo risponderne davanti a Dio"
Di Andrea Zambrano in La Nuova Bussola Quotidiana 10-02-2019
"E' gravemente illecito associare i fedeli alle parole del Canone e addirittura chiedere loro di pronunciarne qualche

lunedì 11 febbraio 2019

VI Domenica

L'annuncio delle "beatitudini" approfondendo le situazioni storiche e dei "guai" per chi si ferma alle apparenze e resta a livello delle constatazioni superficiali non cogliendo che quelle situazioni che a noi sembrano sfavorevoli possono essere in realtà favorevoli e quelle che a noi sembrano favorevoli possono essere in realtà sfavorevoli
L'anno liturgico è un grande cammino di fede in Lui risorto che ci fa rivivere fatti e detti storici dell'incarnazione che il Vangelo ci memorizza. Nelle domeniche del Tempo

sabato 9 febbraio 2019

Il Manifesto della fede del cardinale Gerhard Muller

I riferimenti al Catechismo costituiscono il filo conduttore del Manifesto, che si apre con una professione di fede nella Santissima Trinità, "epitome della fede di tutti i cristiani", che "segna una differenza fondamentale nella fede in Dio e nell'immagine dell'uomo rispetto alle altre religioni". Quindi la fede nella Chiesa, la cui autorità, "si estende a tutti gli elementi di dottrina, ivi compresa la morale, senza i quali le verità salvifiche della fede non possono essere custodite, esposte e in continuità osservate".
In Corrispondenza Romana 09 febbraio 2019
«Non sia turbato il vostro cuore!» (Gv 14,1). E' con questo versetto del Vangelo che si apre il "Manifesto della Fede" del cardinale Gerhard Cardinale Müller, diffuso domenica 10 febbraio in sette lingue.
Ciò che ha spinto il cardinale a offrire una testimonianza pubblica della Verità cattolica è stata la richiesta di «molti vescovi, sacerdoti, religiosi e laici della Chiesa cattolica», preoccupati per la «sempre più diffusa confusione

giovedì 7 febbraio 2019

Il Documento sulla fratellanza universale avvia uno storico processo e contiene valori importanti

 Un conto riconoscere aspetti di verità e bontà nelle altre religioni e che in tutte le persone che vi appartengono, non ancora raggiunte dal Vangelo, sono anch'esse "in vari modi ordinate al popolo di Dio" (Lumen gentium 16) e altro dal Concilio affermare che "il pluralismo e la diversità di religione" sono voluti da Dio: nessuna fraternità naturale è realizzabile senza l'aiuto soprannaturale di Gesù Cristo
Di Luisella Scrosati in La Nuova Bussola Quotidiana 7-2-2019
Non è intenzione di questa riflessione oscurare l'importanza del Documento sulla fratellanza universale, ai fini di una pacifica convivenza tra i popoli, firmato da

lunedì 4 febbraio 2019

V Domenica

Oggi la liturgia si propone la vocazione di Pietro con gli Apostoli e quindi dei suoi successori
Il Vangelo ci presenta Gesù che sta predicando sulla riva del lago e che, per non essere oppresso dalla folla, decide di salire su una barca, quella di Simone, avviando con i gesti un ministero petrino perenne per tutta la  Chiesa di ogni tempo e di ogni luogo con una continuità diacronica, la Tradizione, e sincronica, la comunione cattolica. Alla fine della predica Gesù dice a Simone: "Prendi il largo!" (in latino Duc in

domenica 3 febbraio 2019

I cattolici stanno sempre con il Papa, anche se trovano discutibili alcune sue azioni

"Parlare di abusi sui minori da parte di sacerdoti ignorando che oltre l'80% sono atti omosessuali significa non voler risolvere la questione", "il problema più grave è la tendenza al compromesso con il mondo, la rinuncia a proclamare la verità tutta intera"
Intervista del cardinale Gerhard Muller a Riccardo Cascioli in BussolaQuotidiana 03-02-2019."I cattolici stanno sempre con il Papa, anche se trovano discutibili alcune sue azioni"; "il più grave problema oggi della Chiesa è il relativismo dottrinale"; "Quando ci sono messe "non cattoliche" i fedeli hanno il diritto di protestare".

Cardinal Müller, tra venti giorni ci sarà il vertice in Vaticano sugli abusi sessuali, uno scandalo che sta offuscando l'immagine della Chiesa, ma che anche all'interno provoca molte tensioni…

Credo che anzitutto questo tema vada compreso nella sua dimensione reale. Per quanto sia uno scandalo grave è ingiusto generalizzare, perché gli abusi riguardano comunque una parte molto limitata di sacerdoti. E io mi sento

lunedì 28 gennaio 2019

Domenica IV

Dio ci ama gratuitamente non come conseguenza della buona volontà ma per renderla possibile: il suo amore fino al perdono è gratuito e lo ha scritto nel cuore di tutti gli uomini collegando Verità-Amore
Il Vangelo di questa domenica è la continuazione di quello che abbiamo ascoltato come Parola di Dio domenica scorsa. Gesù nella sinagoga di Nazareth legge un passo di Isaia e poi lo commenta con queste parole: "Oggi si è adempiuta la Scrittura che voi avete udita con i vostri orecchi" (Lc 4,21).
I suoi concittadini rimangono meravigliati, perché egli pronuncia parole di grazia. Poi però si chiedono: "Non è il

martedì 22 gennaio 2019

III Domenica

La non esperienza di Dio che ogni giorno, attraverso la Scrittura, mi parla è ignoranza o freddezza di amore in rapporto a  Cristo e di unità con i fratelli
Dio si fa presente spiritualmente attraverso la Bibbia (Antico e Nuovo Testamento, Antica e Nuova Storia di amore di Dio con l'umanità e con ciascuno) per raggiungerci sacramentalmente a cominciare dalla Celebrazione eucaristica. Il silenzio mortale è quello con Dio.
La prima lettura ci riferisce che Esdra, lo scriba, tornato dall'esilio assieme a molti ebrei, ha organizzato un ascolto

martedì 15 gennaio 2019

II Domenica

A Cana il primo segno della Nuova Alleanza, della Nuova Storia divina di Amore che Gesù manifesterà nella sua passione e che Risorto attualizzerà in ogni celebrazione eucaristica soprattutto della Domenica
La memoria evangelica ci riporta oggi a Cana di Galilea dove c'è uno sposalizio, a cui è stata invita la madre di Gesù e, tramite lei è stato invitato anche Gesù con i suoi discepoli. Durante il banchetto, Maria si accorge che sta per mancare il vino. E lo dice a Gesù dicendo ai servi "Fate quello che vi dirà".
Gesù fa riempire le giare di cinquecento litri di acqua e la fa portare al maestro di tavola. Quando gliela portano,

giovedì 10 gennaio 2019

Imparare ad amare per amare nella verità

L'amore umano non può non risolversi e non comprendersi se non in  quello divino e perfetto: la Trinità Santissima del Dio Cattolico
Stefano Peretti, sacerdote esercita il ministero nella diocesi di Mantova, è docente di Pedagogia generale presso l'Istituto Superiore di Scienze Religiose "San Francesco" e insegna Multiculturalismo ed etica di riconoscimento presso l'Accademia di Scienze Umane e Sociali di Roma.
Dopo la pubblicazione In cammino verso il logos nel 2015

lunedì 7 gennaio 2019

Festa del Battesimo del Signore

La festa del Battesimo del Signore conclude il tempo liturgico del Natale
In questa Domenica dopo la solennità dell'Epifania celebriamo la festa del Battesimo del Signore, rivivendo il nostro Battesimo. Fissiamo lo sguardo su Gesù come figli nel Figlio che, all'età di circa trent'anni, si fece battezzare da Giovanni nel fiume Giordano. Si trattava di un battesimo di

martedì 1 gennaio 2019

Epifania

La luce che a Natale è brillata nella notte illuminando la grotta ebraica di Betlemme, dove restano in silenziosa adorazione della persona divina del Figlio in un volto umano di bambino Maria, Giuseppe ed i Pastori e oggi rispende e si manifesta a tutti in una luce simbolicamente indicata dalla stella che guidò il viaggio razionale dei Magi.
La vera sorgente luminosa, il "sole che sorge (ed entra nella storia) dall'alto" (Lc 1,78), è però Cristo, storicamente atteso dagli Ebrei ma che il cuore di ogni uomo ragionevolmente