Liturgia della Parola e preghiera per i defunti

Questo sussidio è pensato per chi non può vivere la preghiera al cimitero perché non vengono assicurate le condizioni di sicurezza stabilite nell'ultimo Dpcm. È una liturgia della Parola da svolgere in chiesa secondo le consuete norme o in casa


RESURRECTURIS


Liturgia della Parola e preghiera per i defunti


1 novembre


Questo sussidio è pensato per chi non può vivere la preghiera al cimitero

perché non vengono assicurate le condizione di sicurezza stabilite nell'ultimo

Dpcm. È una liturgia della Parola da svolgersi in chiesa secondo le consuete

norme.


2


Si prepari il cero pasquale davanti all'altare in posizione centrale e dei lumi

lungo le pareti della chiesa. La celebrazione può essere presieduta da un

presbitero o da un diacono.

Canto: Chiesa che nasci dalla croce


3

Chiesa che nasci dalla Croce,

dal fianco aperto del Signore,

dal nuovo Adamo sei plasmata,

sposa di grazia nella santità.

Chiesa che vivi della Pasqua,

sei dallo Spirito redenta,

vivificata dall'amore,

resa feconda nella carità.

R. Dal crocifisso risorto

       nasce la speranza,

       dalle sue piaghe la salvezza,

        nella sua luce noi cammineremo,

       chiesa redenta dal suo amore.

Chiesa che annunci il Vangelo,

sei testimone di speranza

con la Parola del Dio vivo,

in mezzo al mondo nella verità.

Chiesa che vivi nella fede,

rigenerata dalla grazia,

stirpe regale, gente santa,

sei per il mondo segno di unità.

R.


Ministro: Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Assemblea: Amen.

Ministro: La grazia del Signore nostro Gesù Cristo, l'amore di Dio Padre e


la comunione dello Spirito Santo sia con tutti voi.


Assemblea: e con il tuo Spirito.


Lettore: Nella morte e risurrezione di Cristo conquistiamo un diritto

fondamentale, che non ci sarà tolto: il diritto alla speranza. È una

speranza nuova, viva, che viene da Dio. Immette nel cuore la

certezza che Dio sa volgere tutto al bene, perché persino dalla

tomba fa uscire la vita. La tomba è il luogo dove chi entra non

esce. Ma Gesù è uscito per noi, è risorto per noi, per portare vita

dove c'era morte, per avviare una storia nuova dove era stata


4


messa una pietra sopra. Lui, che ha ribaltato il masso all'ingresso

della tomba, può rimuovere i macigni che sigillano il cuore. Perciò

non cediamo alla rassegnazione, non mettiamo una pietra sopra

la speranza. Possiamo e dobbiamo sperare, perché Dio è fedele.

Non ci ha lasciati soli, ci ha visitati: è venuto in ogni nostra

situazione, nel dolore, nell'angoscia, nella morte. La sua luce ha

illuminato l'oscurità del sepolcro: oggi vuole raggiungere gli angoli

più bui della vita. Sorella, fratello, anche se nel cuore hai

seppellito la speranza, non arrenderti: Dio è più grande. Il buio e

la morte non hanno l'ultima parola. Coraggio, con Dio niente è

perduto!

Omelia di papa Francesco in occasione della Pasqua (2020)


Il ministro innalza il cero Pasquale e dice

Ministro: Morte e Vita si sono affrontate in un prodigioso duello.

Il Signore della vita era morto; ma ora, vivo, trionfa.


Assemblea: Cristo è davvero risorto.


Tu, Re vittorioso, portaci la tua salvezza.

Il ministro incensa il cero Pasquale mentre si canta

Canto: Questa notte non è più notte davanti a te, il buio come luce


risplende.

Questa notte non è più notte davanti a te, il buio come luce

risplende.

Ministro: Preghiamo


Signore Dio nostro, davanti alla morte noi restiamo muti e ci

lasciamo prendere dalla tristezza. Alla nostra memoria affiorano i

volti di tutte le persone care che ci hanno lasciato. Apri il nostro

cuore alla tua Parola, perché possiamo ritrovare la speranza del

tuo Regno. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.


Assemblea: Amen.

Lettore: Il Padre del Signore nostro Gesù Cristo illumini gli occhi del nostro

cuore per farci comprendere, attraverso la sua Parola, a quale

speranza ci ha chiamati. (Cfr. Ef 1,17-18)


Dalla seconda lettera di san Paolo apostolo a Timòteo (2Tm

4,1-8)


5


Figlio mio, ti scongiuro davanti a Dio e a Cristo Gesù, che verrà a giudicare i

vivi e i morti, per la sua manifestazione e il suo regno: annuncia la Parola,

insisti al momento opportuno e non opportuno, ammonisci, rimprovera, esorta

con ogni magnanimità e insegnamento. Verrà giorno, infatti, in cui non si

sopporterà più la sana dottrina, ma, pur di udire qualcosa, gli uomini si

circonderanno di maestri secondo i propri capricci, rifiutando di dare ascolto

alla verità per perdersi dietro alle favole. Tu però vigila attentamente,

sopporta le sofferenze, compi la tua opera di annunciatore del Vangelo,

adempi il tuo ministero. Io infatti sto già per essere versato in offerta ed è

giunto il momento che io lasci questa vita. Ho combattuto la buona battaglia,

ho terminato la corsa, ho conservato la fede. Ora mi resta soltanto la corona

di giustizia che il Signore, il giudice giusto, mi consegnerà in quel giorno; non

solo a me, ma anche a tutti coloro che hanno atteso con amore la sua

manifestazione.

Parola di Dio


Dal Salmo 121

R. Andiamo con gioia incontro al Signore

Quale gioia, quando mi dissero:

«Andremo alla casa del Signore!».

Già sono fermi i nostri piedi

alle tue porte, Gerusalemme! R.

Gerusalemme è costruita

come città unita e compatta.

È là che salgono le tribù,

le tribù del Signore. R.


Chiedete pace per Gerusalemme:

vivano sicuri quelli che ti amano;

sia pace nelle tue mura,

sicurezza nei tuoi palazzi. R.

Per i miei fratelli e i miei amici

io dirò: «Su di te sia pace!».

Per la casa del Signore nostro Dio,


6


chiederò per te il bene. R.

Canto al Vangelo: (Fil 3,20)

Alleluia, Alleluia.

La nostra cittadinanza è nei cieli e di là aspettiamo come salvatore il Signore

Gesù Cristo.

Alleluia.

Dal Vangelo secondo Luca (12, 35-

40)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Siate pronti, con le vesti strette

ai fianchi e le lampade accese; siate simili a quelli che aspettano il loro

padrone quando torna dalle nozze, in modo che, quando arriva e bussa, gli

aprano subito. Beati quei servi che il padrone al suo ritorno troverà ancora

svegli; in verità io vi dico, si stringerà le vesti ai fianchi, li farà mettere a tavola

e passerà a servirli. E se, giungendo nel mezzo della notte o prima dell'alba,

li troverà così, beati loro! Cercate di capire questo: se il padrone di casa

sapesse a quale ora viene il ladro, non si lascerebbe scassinare la casa.

Anche voi tenetevi pronti perché, nell'ora che non immaginate, viene il Figlio

dell'uomo».

Parola del Signore


OMELIA


Vescovo: Fratelli carissimi, per mezzo del battesimo siamo divenuti partecipi

del mistero pasquale del Cristo, siamo stati sepolti insieme con lui nella

morte, per risorgere con lui a vita nuova.  Rigenerati dalla sua Parola

rinnoviamo la nostra adesione di fede:

 

Ministro: Rinunziate al peccato, per vivere nella libertà dei figli di Dio?  

Assemblea: Rinunzio.

Ministro: Rinunziate alle seduzioni del male, per non lasciarvi dominare dal


peccato? 

Assemblea: Rinunzio. 

Ministro: Rinunziate a satana, origine e causa di ogni peccato?

Assemblea: Rinunzio.

Ministro: Credete in Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della


terra?  


7


Assemblea: Credo. 

Ministro: Credete in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, che

nacque da Maria Vergine, morì e fu sepolto, è risuscitato dai morti

e siede alla destra del Padre?   


Assemblea: Credo.  

Ministro: Credete nello Spirito Santo, la santa Chiesa cattolica, la

comunione dei santi, la remissione dei peccati, la risurrezione

della carne e la vita eterna?   


Assemblea: Credo.

Ministro: In virtù di Cristo, vincitore della morte, noi pellegrini su questa terra

e coloro che già contemplano il suo volto siamo uniti nell'unico popolo di Dio.

Nella comune supplica con i nostri cari defunti eleviamo la nostra preghiera

chiedendo l'intercessione dei Santi.

Ci si volge al cero con l'assemblea e si canta

Signore, pietà Signore, pietà

Cristo, pietà Cristo, pietà

Signore, pietà Signore, pietà

Santa Maria, Madre di Dio prega per noi

San Michele prega per noi

Santi Angeli di Dio pregate per noi

Sant'Abramo prega per noi

San Giovanni Battista prega per noi

San Giuseppe prega per noi

Santi Patriarchi e Profeti pregate per noi

Santi Pietro e Paolo pregate per noi

Sant'Andrea prega per noi

San Giovanni prega per noi

San Giacomo prega per noi

San Tommaso prega per noi

Santi Filippo e Giacomo pregate per noi

San Bartolomeo prega per noi

San Matteo prega per noi

Santi Simone e Giuda pregate per noi

San Mattia prega per noi

San Luca prega per noi

San Marco prega per noi

San Barnaba prega per noi


8


Santa Maria Maddalena prega per noi

Santi discepoli del Signore pregate per noi

Santo Stefano prega per noi

Sant'Ignazio d'Antiochia prega per noi

San Lorenzo prega per noi

Sante Perpetua e Felicita pregate per noi

Sant'Agnese prega per noi

Santi Martiri di Cristo pregate per noi

San Gregorio prega per noi

Sant'Ambrogio prega per noi

Sant'Agostino prega per noi

Sant'Atanasio prega per noi

San Basilio prega per noi

San Martino prega per noi

Santi Cirillo e Metodio pregate per noi

San Zeno prega per noi

San Benedetto prega per noi

San Francesco prega per noi

San Domenico prega per noi

San Francesco Saverio prega per noi

San Giovanni Maria [Vianney] prega per noi

Santa Caterina da Siena prega per noi

Santa Teresa di Gesù prega per noi

San N. [Patrono del defunto] prega per noi

San N. [Patrono della chiesa o del luogo] prega per noi

Santi e Sante di Dio pregate per noi

Nella tua misericordia salvaci, Signore

Da ogni male salvaci, Signore

Da ogni peccato salvaci, Signore

Dalla morte eterna salvaci, Signore

Per la tua incarnazione salvaci, Signore

Per la tua croce e passione salvaci, Signore

Per la tua morte e sepoltura salvaci, Signore

Per la tua risurrezione salvaci, Signore

Noi peccatori ti preghiamo, ascoltaci


9


Perdona, o Cristo, tutti i fedeli defunti ti preghiamo, ascoltaci

Ricorda, o Cristo, il bene da loro compiuto ti preghiamo, ascoltaci

Ricevili, o Cristo, nella vita eterna ti preghiamo, ascoltaci

Conforta, o Cristo, i tuoi fratelli in pianto ti preghiamo, ascoltaci

Dona a tutti i fedeli defunti il riposo eterno ti preghiamo, ascoltaci

Cristo, ascolta la nostra preghiera Cristo, ascolta la nostra

preghiera

Cristo, esaudisci la nostra supplica Cristo, esaudisci la nostra

supplica


Ministro: Ascolta, o Dio, la preghiera che la comunità dei credenti ha

innalzato a Te nella fede del Signore risorto e conferma in noi la

beata speranza che, insieme ai nostri fratelli e sorelle defunti,

risorgeremo in Cristo a vita nuova. Egli è Dio e vive e regna con

Te e con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.


Assemblea: Amen.

Lettore: Dal cero Pasquale vengono accese le candele lungo la navata

della Chiesa perché si diffonda la luce del risorto. Illuminati dal

dono di Cristo celebriamo la santità di Dio che si riversa come

luce su tutti noi comunità di redenti.


Durante l'accensione dei lumi si canta

Canto: Vive il mio redentore

Vive il mio redentore

e, nell'ultimo giorno,

mi darà

la nuova vita.


1. Io ti amo, o Signore, mia forza,

mia rupe e mia difesa e mio liberatore.

2. Mi circondavano le funi degli inferi,

mi assalivano i lacci della morte.

3. Nella mia angoscia ho invocato il Signore,

al mio Dio ho gridato aiuto.

4. Dal suo tempio ha ascoltato la mia voce,

alle sue orecchie è giunto il mio grido.


Commenti

Post popolari in questo blog

Intervista a Don Gino Oliosi

Intervista a Padre Flavio Uboldi, teologo cappuccino, per il 103 anniversario dell'inizio delle apparizioni di Fatima

Prete da sessanta anni!