A Colonia la Moschea può chiamare alla preghiera il venerdì, spazio pubblico per ogni senso religioso

12 Ottobre 2021

A Colonia la moschea potrà chiamare alla preghiera del venerdì

Saved in: Blog by Aldo Maria Valli

La città di Colonia e la comunità musulmana hanno trovato un accordo: le moschee della città, tra cui la più grande moschea della Germania, potranno diffondere tramite altoparlanti la chiamata alla preghiera del venerdì.

 

La novità riguarda tutte le trentacinque moschee di Colonia, che potranno trasmettere il richiamo del muezzin per un massimo di cinque minuti, il venerdì tra le 12 e le 15. L'accordo ha la durata di due anni e interessa quella che è la più grande minoranza religiosa in Germania, dove vivono 4,5 milioni di musulmani.

 

"Colonia è la città della libertà (religiosa) e della diversità – ha scritto la sindaca di Colonia Henriette Reker su Twitter -. Chi arriva alla stazione centrale viene accolto dalla cattedrale e accompagnato dalle campane della chiesa. Molti residenti di Colonia sono musulmani. Permettere la chiamata del muezzin per me è un segno di rispetto".

 

La decisione dell'amministrazione cittadina arriva dopo una serie di polemiche: la Moschea Centrale era stata aperta nel 2018, dopo il massiccio afflusso dei richiedenti asilo tra il 2015 e il 2016, ma la sua costruzione era stata bersaglio degli attacchi anti-musulmani dei partiti di estrema destra. I sostenitori della moschea avevano tranquillizzato i cittadini sostenendo che non sarebbe stata permessa la diffusione della chiamata alla preghiera, che di norma avviene cinque volte al giorno nei Paesi musulmani.

 

Dalla promessa della totale assenza del richiamo con altoparlanti si è arrivati al compromesso di un solo annuncio, il venerdì. Con l'obbligo di tenere il volume entro un certo limite.

 

Fonte: avvenire.it

 

Nella foto, la Moschea Centrale di Colonia – © Raimond Spekking CC BY-SA 4.0 (via Wikimedia Commons)

Commenti

Post popolari in questo blog

L'atto di dolore perfetto nel tempo della pandemia

Nata per il paradiso. La straordinaria vita di Laura Degan giunta in cielo a sette anni dopo cinque di tumore

La Dad è un rischio. Per i ricoveri di adolescenti boom