A fine agosto prove di conclave con il concistoro indetto da Papa Francesco

A cura Redazione Il sismografo, in "Duc in altum" – 14 luglio 2022

Domenica 29 maggio il Santo Padre nel corso del dopo-Angelus dell'Ascensione, a sorpresa, ha fatto l'annuncio atteso da mesi, del suo ottavo concistoro per creare nuovi cardinali. Il Papa ha detto: "Lunedì e martedì 29 e 30 agosto si terrà una riunione di tutti i Cardinali per riflettere sulla nuova Costituzione apostolica Praedicate Evangelium; e sabato 27 agosto terrò un concistoro per la creazione di nuovi cardinali." Poi, il papa ha elencato i nomi dei 21 nuovi cardinali che però saranno 20 poiché, come si sa, uno degli annunciati, il belga mons. Lucas Van Looy, ha deciso di non accettare la beretta e l'anello. Di questi nuovi 20 porporati 16 saranno elettori e 4 non elettori. I neo-cardinali americani sono 5, gli asiatici 5, gli europei 8 e gli africani 2.

 

Questi 20 ecclesiastici, dal prossimo sabato 27 agosto, entreranno a far parte del collegio cardinalizio, e se l'odierna situazione non subisce variazioni di sorta il totale di porporati aumenterà a 227. Gli elettori passeranno da 116 a 132, i non elettori da 91 a 95, incluso il cardinale G. A. Becciu. [1]

 

Secondo concistoro straordinario di Bergoglio

 

Anche se papa Francesco lo scorso 29 maggio non ha parlato di concistoro straordinario di fatto, i giorni 29 e 30 agosto ci sarà questo evento poiché il pontefice lo ha definito "una riunione di tutti i cardinali per riflettere sulla nuova costituzione apostolica Praedicate Evangelium". E proprio queste sono le condizioni che determinano un Concistoro straordinario.

Nel Codice di diritto canonico, al paragrafo 353, si legge che "i concistori possono essere ordinari o straordinari". Il Codice poi precisa:

 

§ 2. Nel concistoro ordinario vengono convocati tutti i cardinali, almeno quelli che si trovano nell'Urbe, per essere consultati su qualche questione grave, che tuttavia si verifica più comunemente, o per compiere determinati atti della massima solennità.

§ 3. Nel concistoro straordinario, che si celebra quando lo suggeriscono peculiari necessità della Chiesa o la trattazione di questioni particolarmente gravi, vengono convocati tutti i cardinali.

§ 4. Solo il concistoro ordinario in cui si celebrino particolari solennità può essere pubblico, in cui cioè, oltre ai cardinali, vengono ammessi i prelati, i legati delle società civili ed altri che vi sono invitati.

 

 

 

Ovviamente il 29 e 30, per riflettere sulla Praedicate Evangelium, non ci saranno tutti i 227 porporati (se le statistiche saranno quelle di oggi).

 

Certamente ci sarà gran parte dei 132 elettori. Facile prevedere che le assenze in questa categoria saranno minime. Nella componente non-elettori, 95 porporati, è invece prevedibile che molti daranno forfait, o per impossibilità fisica, o per malattie severe o per lunga degenza. Da quanto abbiamo potuto raccogliere da personale diocesano, in molti Paesi viaggiare a Roma e soggiornare nelle vicinanze dell'Aula Nuova del Sinodo (struttura sopraelevata dell'Aula Paolo VI in Vaticano) sono decisioni che si prendono con molta cautela per via dei costi altissimi, del rischio Covid 19 e delle alte temperature estive.

 

 

 

Secondo un calcolo sommario basato su alcuni dati parziali delle prenotazioni negli alberghi per religiosi, a Casa Santa Marta in Vaticano e nei dintorni, si può ipotizzare una presenza di 145-150 cardinali. L'incontro, a prescindere da come sarà chiamato e sarà presentato, di fatto, canonicamente, sarà un concistoro straordinario (ovviamente non pubblico), il secondo di questo papa che il 20-21 febbraio 2014 riunì i porporati per parlare sulla famiglia. Allora erano presenti i primi 19 cardinali creati da papa Bergoglio.

 

Concistori straordinari dal 1979 ad oggi

 

Agli otto concistori ordinari pubblici di papa Francesco per creare cardinali si dovrebbe aggiungere quindi l'unico concistoro straordinario presieduto dal pontefice regnante, otto anni fa, e del quale fu relatore il cardinale Walter Kasper.

 

Allora, il 21 febbraio 2014, papa Bergoglio aprì il concistoro straordinario con queste parole: "Vorrei inviare un saluto, non solo personale ma a nome di tutti, ai cardinali ucraini – il cardinale Jaworski, arcivescovo emerito di Leopoli, e il cardinale Husar, arcivescovo maggiore emerito di Kiev –, che in questi giorni soffrono tanto e hanno tante difficoltà nella loro Patria. Forse sarà bello fare arrivare questo messaggio a nome di tutti: siete d'accordo, tutti voi, con questo?" [applausi].

 

 

 

Benedetto XVI non indisse mai un concistoro straordinario. Invece san Giovanni Paolo II lo fece sei volte esortando i cardinali, suoi consulenti diretti per il governo della Chiesa universale, a discutere su questioni di grande rilevanza, che poi lasciarono un'impronta nella storia di questi ultimi quarant' anni di vita ecclesiale.

 

1) 5 – 9 novembre 1979; presenti 120 cardinali

 

Temi:

 

– Rinnovamento della Curia romana

– Rapporto Chiesa e cultura

– Situazione finanziaria della Santa Sede

 

2) 23 – 26 novembre 1982; presenti 97 cardinali

 

Temi:

– Migliore organizzazione e di un più soddisfacente funzionamento della Curia romana

– Revisione del Codice di diritto canonico

– Finanze vaticane.

Al termine il papa annunciò l'indizione dell'anno santo straordinario della Redenzione

 

3) 21 – 23 novembre 1985; presenti 122 cardinali

 

Temi:

– Scaletta e prima struttura della costituzione apostolica Pastor Bonus che il Santo Padre promulgò nel 1988

 

4) 4 – 6 aprile 1991; presenti 120 cardinali

 

Temi:

– La Chiesa di fronte alle attuali minacce contro la vita

– L'annuncio di Cristo, unico Salvatore, e la sfida delle sette

 

5) 13 – 14 giugno 1994; presenti 114 cardinali

 

Tema:

– La preparazione del Giubileo dell'Anno 2000

 

6) 21 – 23 maggio 2001; presenti 160 cardinali

 

Tema:

– Prospettive della Chiesa per il terzo millennio, alla luce della Novo millennio ineunte

 

________________________

 

[1] Collegio cardinalizio dal 27 agosto 2022 se la situazione resta quella di oggi (9 luglio 2022)

Elettori: 132

11 creati da Giovanni Paolo II

38 creati da Benedetto XVI

83 creati da Francesco

Non-elettori: 95*

40 creati da Giovanni Paolo II

26 creati da Benedetto XVI

29 creati da Francesco

Totale:   227

51 creati da Giovanni Paolo II

64 creati da Benedetto XVI

112 creati da Francesco

* include il cardinale Giovanni Angelo Becciu (74 anni) al quale il 24 settembre 2020 papa Francesco ha tolto i diritti e le prerogative del cardinalato.

 

Statistiche Il sismografo

 

Fonte: ilsismografo.blogspot.com

Commenti

Post popolari in questo blog

Anglicani

Prosperi, 'Delicatissimo momento per Comunione e Liberazione. Evitiamo atteggiamenti che ostacolino l'obbedienza alla Chiesa e la nostra unità'

I peccati che mandano più anime all'inferno