Stati Uniti, 'Non abbandonate i vostri figi nelle mani del sistema pubblico di istruzione'.

21 dicembre 2021

Saved in: Blog by Aldo Maria Valli

Il sistema pubblico dell'istruzione "ha perso la sua strada". Parola di Bonnie Manchester, insegnante licenziata dalla scuola per aver detto al padre di una bambina di undici anni che l'alunna stava eseguendo la transizione di identità di genere.  Negli Usa le autorità scolastiche spesso incoraggiano la transizione senza informare i genitori. Parlando del suo caso, la professoressa Manchester, che ha una lunga esperienza di insegnamento, consiglia ai genitori di prestare molta attenzione ai libri e ai compiti assegnati agli studenti.

 

***

 

Bonnie Manchester, 48 anni, ha insegnato nelle scuole pubbliche del Massachusetts occidentale dal 1999 fino al maggio 2021, quando è stata licenziata dalla scuola media Paul R. Baird, nella città di Ludlow, per aver detto al padre di una ragazzina di undici anni che la figlia si stava trasformando in "genderqueer". Secondo i documenti del tribunale in una causa intentata nell'aprile 2022 dai genitori della bambina contro il comitato scolastico della città e alcuni funzionari scolastici, un consulente scolastico aveva precedentemente inviato una mail ad altri membri del personale dicendo loro di non rivelare ai genitori le intenzioni dell'alunna.

 

Professoressa Manchester, lei si descrive come una cristiana credente nella Bibbia. Ci parli della sua fede e di quale influenza ha avuto, se ne ha avuta, sul suo lavoro di insegnante in una scuola pubblica.

 

 

Sono cresciuta in una casa cristiana-messianica. Mi è stato insegnato a cercare il volto di Dio ogni giorno e a sviluppare il mio rapporto con il Salvatore Gesù Cristo attraverso la Parola di Dio. Insegnare è stata una vocazione avvertita fin da giovane e un dono che ho preso sul serio, perché conoscevo il valore dell'istruzione nella vita di un bambino. L'amore, la gentilezza e la pazienza che ho per i miei studenti derivano dall'amore che mi è stato dato attraverso il rapporto con Cristo. Gli ultimi dodici anni di insegnamento sono stati ancora più speciali a causa di un trauma personale che ho dovuto superare. Per grazia del Signore ho potuto continuare a insegnare ai miei studenti. Faccio ciò che il Padre mio che è nei cieli mi chiede. Ho mantenuto l'onestà, l'integrità e il coraggio di dire la verità sul posto di lavoro, perché "la verità vi farà liberi" (Giovanni 8:32). Alla fine, la convinzione di fare ciò che è giusto viene dai Salmi 118:8: "È meglio confidare nel Signore che riporre fiducia nell'uomo".

 

 

Nell'ottobre 2019 si è scontrata con le autorità scolastiche a causa di alcuni libri sulla sessualità umana che il bibliotecario aveva consigliato agli studenti. Di cosa parlano questi libri e come hanno influenzato i suoi studenti?

 

Questi libri sono incentrati sugli atti sessuali e sull'esplorazione della sessualità per ottenere il massimo del piacere. Ho iniziato a notarli quando gli studenti, in base a un programma di studio, erano tenuti a fare letture per un periodo prolungato. Durante questo periodo di lettura, chiamato D.I.R.T Time [Directed/Dedicated, Improvement/Independent, Reflection, un metodo di studio, N.d.T.], osservavo i volti e le azioni degli studenti mentre leggevano. Questo mi ha obbligata a fare domande sui libri. Così gli studenti mi hanno parlato del contenuto, come masturbazione e sesso orale. Alcuni studenti avevano difficoltà a comprendere ciò che dicevano i libri ma anche a fare domande. Un libro, in forma di graphic-novel, riportava una scena di stupro. Lo studente che lo stava leggendo non capiva cosa stesse succedendo, ma sapeva che era qualcosa di "oscuro". Ho discusso con altri insegnanti che hanno riscontrato gli stessi problemi con i libri forniti dalla scuola. Un insegnante è stato accusato da un genitore di aver distribuito pornografia alla figlia. Nell'autunno del 2019 le cose si stavano rapidamente complicando.

 

 

Nel marzo 2021, lei ha detto al padre di una sua studentessa che sua figlia stava passando a un nuovo sesso. Come è avvenuta la comunicazione? Perché glielo ha detto?

 

La comunicazione è avvenuta nel dicembre del 2020, con entrambi i genitori, dopo che avevo parlato con la figlia. Le domande della figlia sulla sua identità facevano parte delle preoccupazioni di cui avevamo discusso. A febbraio, dopo una mail in cui la mamma parlava della loro volontà di gestire queste gravi questioni come famiglia, la comunicazione è avvenuta in modo del tutto naturale quando ho avuto modo di incontrare il padre di persona. Ne ho quindi discusso con lui, sapendo che entrambi i genitori esprimevano grande preoccupazione per i loro figli e volevano sostenerli in un momento difficile. A nessuno, all'interno del personale scolastico, dovrebbe essere chiesto di nascondere ai genitori informazioni sul benessere di un bambino minorenne.

 

 

Sapendo quello che è successo, se si presentasse la stessa situazione, lo farebbe ancora?

 

Sì, per le ragioni di cui sopra.

 

Circa il 90% degli studenti delle scuole elementari e medie negli Stati Uniti frequenta scuole pubbliche. Cosa dovrebbero fare i genitori i cui figli frequentano le scuole pubbliche?

 

Innanzitutto, se i genitori sono in grado di far studiare a casa i propri figli, questo è il modo più immediato per rimediare alle pratiche curricolari che hanno oltrepassato i limiti contro i fondamentali diritti umani e religiosi dei genitori. L'istruzione pubblica ha perso la sua strada e tradisce il suo scopo. Poi consiglio di coinvolgere il governo locale, compreso il comitato scolastico. Andate alle riunioni, leggete le loro politiche e conoscete chi le influenza. Chiedete ai comitati scolastici di rispondere delle loro responsabilità e dei loro poteri. Occorre conoscere il programma scolastico di educazione sessuale, i materiali di supporto e i progetti. Riservatevi un momento per discutere con i vostri figli delle lezioni e dei corsi. Guardate i materiali che la scuola fornisce e fate domande apertamente. Non abbiate paura di chiedere e ottenere chiarimenti su compiti, aspettative e finalità. Conoscete i libri che i vostri figli leggono o prendono in prestito dalla biblioteca. La lettura della sola copertina di molti di questi libri non indica la presenza di contenuti sessuali. Conoscete gli account scolastici di vostro figlio, i contenuti a cui ha accesso e tutte le password. Controllate spesso la loro posta elettronica e le chat educative. Non siate prepotenti. Prendete il tutto come un modo per allenare e guidare vostro figlio a usare i dispositivi e i programmi in modo responsabile. Infine, siate presenti nella scuola di vostro figlio facendo volontariato, partecipando alle attività. Conoscete il messaggio presentato agli studenti attraverso il Social Emotional Learning [apprendimento sociale ed emotivo, programma educativo che coinvolge scuole, famiglie e comunità, N.d.T.] e le assemblee scolastiche.

Commenti

Post popolari in questo blog

Anglicani

Prosperi, 'Delicatissimo momento per Comunione e Liberazione. Evitiamo atteggiamenti che ostacolino l'obbedienza alla Chiesa e la nostra unità'

I peccati che mandano più anime all'inferno