Abirtisti

È blasfemo che i politici cattolici favorevoli pubblicamente all'aborto ricevano la Santa Comunione e che i vescovi e i sacerdoti non rifiutino loro l'Eucaristia

San Francisco, California, 8 febbraio 2021 (LiveSiteNews) 



 Un arcivescovo statunitense ha affermato che qualsiasi decisione di negare la Santa Comunione a politici cattolici pubblicamente favorevoli all'aborto, come il presidente Joe Biden o la presidente della Camera Nancy Pelosi, non sarebbe "legata alla politica "Ma verrebbe a" proteggere "il sacramento aiutando una persona del genere ad avanzare verso il *pentimento* .


 *L'arcivescovo di San Francisco Salvatore Cordileone ha detto giovedì scorso a Raymond Arroyo di EWTN che i cattolici "non capiscono più cosa significa ricevere la Comunione". La Chiesa cattolica sostiene che il pane e il vino consacrati da un sacerdote a Messa diventano il corpo, il sangue, l'anima e la divinità di Gesù Cristo, la Seconda Persona della Santissima Trinità. San Paolo avverte i Corinzi che coloro che prendono la Santa Eucaristia in "maniera indegna" saranno "colpevoli di profanare il corpo e il sangue del Signore".* 


Cordileone ha detto che molti cattolici credono erroneamente che ricevere la Comunione significhi semplicemente che "appartengono alla comunità". Il "senso di dignità a ricevere la comunione", ha detto, che "risale al tempo di San Paolo" e include *il "giusto credo" e il vivere una vita cattolica in "stato di grazia" è stato "completamente perso".* 


I cattolici nella vita pubblica che "favoriscono qualcosa che è gravemente malvagio", ha detto l'Arcivescovo, si stanno impegnando in qualcosa "che è gravemente peccaminoso", e li mette in una situazione in cui " *devono confessare quel peccato ed essere assolti prima di presentarsi comunione."* 


Il presidente Biden si è identificato come un cattolico devoto nonostante lavori per preservare ed espandere l'aborto. Nelle sue prime due settimane in carica, Biden si è impegnato a rendere l'aborto disponibile a "tutti" "codificando" Roe v. Wade e ha revocato la politica di Città del Messico che impedisce ai fondi federali di andare a organizzazioni non governative che forniscono aborti nei paesi in via di sviluppo. I

democratici si sono anche impegnati a eliminare rapidamente l'emendamento pro-vita Hyde che proibisce ai fondi federali di andare a pagare gli aborti in programmi come Medicaid.

Commenti

Post popolari in questo blog

Intervista a Don Gino Oliosi

Intervista a Padre Flavio Uboldi, teologo cappuccino, per il 103 anniversario dell'inizio delle apparizioni di Fatima

L'atto di dolore perfetto nel tempo della pandemia